Show Player

Italia in zona rossa: cosa non si può fare e cosa sì. Spesa, autocertificazione, lavoro: la guida completa



Da oggi (martedì 10 marzo) fino a venerdì 3 aprile l’Italia è ufficialmente in zona protetta (terminologia più carina utilizzata al posto di zona rossa). Il Governo ha previsto rigide limitazioni per la popolazione, nel tentativo (quasi estremo) di contenere il propagarsi dell’epidemia del coronavirus. Andiamo dunque a vedere nello specifico cosa non si potrà più fare.

POSSO ANDARE A LAVORARE?

Sì, ma è necessario compilare ed essere muniti di una autocertificazione che è possibile scaricare al seguente link.

Loading...
Loading...

POSSO USCIRE DI CASA?

Sì, ma solo entro i limiti del comune di residenza.

QUINDI NON SI PUO’ USCIRE DAL COMUNE DI RESIDENZA?

No, salvo per 4 motivi.

1) comprovate esigenze lavorative;

2) situazioni di necessità;

3) motivi di salute;

4) rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

In tutti e quattro i casi occorre esibire il modulo dell’autocertificazione, compilato e firmato. Qualora l’autocertificazione si rivelasse non veritiera, si andrebbe incontro a conseguenze penali.

SE HO LA FEBBRE O PENSO DI AVERE I SINTOMI DEL CORONAVIRUS, COSA DEVO FARE?

Bisogna chiamare il medico di base, oppure il numero di pubblica utilità (1500) oppure, solo se strettamente necessario, 112 e 118. Sono inoltre disponibili ulteriori numeri messi a disposizione dalle singole Regioni. ATTENZIONE: non andate al Pronto Soccorso, non fareste altro che aumentare i casi di contagio. Rimanete in casa e seguite le direttive del Governo.

SE MI TROVO FUORI DALL’ITALIA, POSSO RIENTRARE?

Sì, il rientro al proprio domicilio è sempre consentito. Verranno chiaramente effettuati dei test sanitari al momento del ritorno in patria.

CHI NON PUO’ PROPRIO USCIRE DI CASA, NEMMENO NEL PROPRIO COMUNE DI RESIDENZA?

Gli anziani e le persone immunodepresse o con patologie.

CERIMONIE RELIGIOSE: SI SVOLGERANNO?

No, niente più Messe, funerali, matrimoni, Battesimi e Comunioni fino al 3 aprile.

POSSO ANDARE AL RISTORANTE?

Fino alle 18.00 sì, dopo no. Bar, gelaterie e ristoranti potranno rimanere aperti dalle 6.00 alle 18.00, garantendo però il rispetto della distanza di un metro tra i clienti, pena la chiusura dell’attività.

MEDI E GRANDI CENTRI DI VENDITA: SARANNO APERTI?

Solo dal lunedì al venerdì. Saranno chiusi sabato e domenica e nei giorni festivi e pre-festivi.

COME POSSO ANDARE A FARE LA SPESA: SARANNO APERTI I SUPERMERCATI?

Sì, supermercati e alimentari saranno sempre aperti, anche il sabato e la domenica. Sono però previsti ingressi contingentati, il supermercato deve stabilire un ingresso massimo di persone e garantire la distanza di un metro. ATTENZIONE: potrà fare la spesa solo una persona per famiglia.

POSSO ANDARE IN FARMACIA E PARAFARMACIA?

Sì, saranno aperte senza limitazioni.

POSSO ANDARE A SCUOLA?

No. Asili nidi, asili, scuole di ogni ordine e grado e Università, in tutta l’Italia, sono chiusi fino al 3 aprile.

MUSEI, BIBLIOTECHE, CINEMA, PALESTRA, PISCINA, DISCOTECA, PUB: POTRO’ ANDARE?

No, resteranno chiusi.

RIUNIONI, CONVEGNI, EVENTI, MANIFESTAZIONI: SONO CONSENTITI?

No.

POSSO ANDARE A TROVARE I MIEI PARENTI O A MANGIARE DA LORO?

Se sono nello stesso comune di residenza, sì. Altrimenti no, perché non viene considerato uno spostamento necessario.

POSSO ANDARE AD ASSISTERE I MIEI PARENTI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI?

Sì, perché si tratta di un caso di necessità.

POSSO RICEVERE PACCHI POSTALI E CORRIERI MERCI?

Sì.

COSA RISCHIO SE NON RISPETTO LE REGOLE IMPOSTE DAL GOVERNO? 

Il mancato rispetto delle regole previsto dal decreto legge comporterà una violazione dell’articolo 650 del codice penale. Possibili fino a tre mesi di carcere e un’ammenda fino a 206 euro.

SCUOLE CHIUSE IN TUTTA ITALIA FINO AL 3 APRILE

COME SCARICARE L’AUTOCERTIFICAZIONE PER USCIRE DAL COMUNE DI RESIDENZA

COME SI POTRA’ ANDARE A FARE LA SPESA: TUTTO QUELLO CHE SERVE SAPERE

NIENTE PIU’ FUNERALI E MATRIMONI FINO AL 3 APRILE

LE MASCHERINE SONO OBBLIGATORIE? E A COSA SERVONO?

CARCERE PER CHI NON RISPETTA LE REGOLE: ECCO COSA DICE IL CODICE PENALE

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

 

 

Loading...

Lascia un commento

scroll to top