Come scaricare l’autocertificazione per il coronavirus: a cosa serve e quando bisogna usarla

L’Italia si è svegliata tutta in zona rossa questa mattina e lo sarà fino al 3 aprile. Lo stato di isolamento generale annunciato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha portato quindi a mutare il quadro del viver quotidiano, vista la grave criticità del Coronavirus. 7985 contagiati, 463 decessi, 724 guariti e 733 casi gravi sono i numeri preoccupanti di un territorio secondo solo alla Cina nella particolare graduatoria dei Paesi che hanno maggiormente risentito di questa problematica. Pertanto, si deciso di inasprire le misure per iniziare a invertire il trend. Stando alle disposizioni, ci si potrà muovere per andare a lavoro, se necessario, i locali saranno chiusi dopo le 18 e le scuole chiuse fino alla scadenza citata. I cittadini per potersi spostare dovranno autocertificare la necessità attraverso dei moduli forniti dalla Polizia.

Secondo quanto è stato stabilito, gli spostamenti di ogni singolo cittadino dovranno essere motivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute. Tutte queste informazioni dovranno essere inserite all’interno di un’autocertificazione da portare con sé e mostrare in caso di controllo da parte delle autorità competenti. Essa, come specificato nel Dpcm, è necessaria per qualunque tipo di spostamento, anche quotidiano nel territorio nazionale, all’interno e al di fuori del proprio comune di residenza o domicilio. Pertanto, anche andando a piedi, il soggetto dovrà esibirla.

Il modulo può essere scaricato dal sito del Viminale o fornito dagli operatori di Polizia e sul documento ci dovrà essere la firma del diretto interessato e di uno degli operatori citati. Sarà necessario indicare una di queste quattro motivazioni per il viaggio:

1) comprovate esigenze lavorative;
2) situazioni di necessità;
3) motivi di salute;
4) rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Giova ricordare che l’autocertificazione sarà necessaria per spostarsi da un comune all’altro della medesima provincia/regione. All’interno della realtà comunale non sarà necessaria, come ad esempio fare le spesa a “pochi passi” da casa. In questo caso, al fine di evitare assembramenti, è permesso a una persona per famiglia acquistare ciò che è necessario.

 

CLICCA QUI PER SCARICARE L’AUTOCERTIFICAZIONE

SCUOLE CHIUSE IN TUTTA ITALIA FINO AL 3 APRILE

COME SCARICARE L’AUTOCERTIFICAZIONE PER USCIRE DAL COMUNE DI RESIDENZA

COME SI POTRA’ ANDARE A FARE LA SPESA: TUTTO QUELLO CHE SERVE SAPERE

NIENTE PIU’ FUNERALI E MATRIMONI FINO AL 3 APRILE

LE MASCHERINE SONO OBBLIGATORIE? E A COSA SERVONO?

CARCERE PER CHI NON RISPETTA LE REGOLE: ECCO COSA DICE IL CODICE PENALE

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Coronavirus

ultimo aggiornamento: 10-03-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Italia in zona rossa: cosa non si può fare e cosa sì. Spesa, autocertificazione, lavoro: la guida completa

Italia in zona rossa: cosa è chiuso e cosa rimane aperto? Manifestazioni vietate ed eventi consentiti. Cosa si può fare? La guida completa