Show Player

Volley, Bulgaria in semifinale al preolimpico! I Verdi battono la Serbia, Campioni d’Europa quasi fuori da Tokyo 2020



Alla Max-Schmeling-Halle di Berlino succede davvero di tutto e le sorprese non mancano davvero mai nel preolimpico di volley maschile che continua a regalare grandissime emozioni: la Bulgaria ha sconfitto la Serbia per 3-2 (25-21; 24-26; 25-22; 20-25; 15-13) e si è qualificata alle semifinali del torneo che mette in palio l’ultimo pass per i Giochi, i ragazzi di coach Silvano Prandi affronteranno domani una tra Germania e Slovenia mentre gli uomini di Boban Kovac sono praticamente fuori dalle Olimpiadi di Tokyo 2020. I Campioni d’Europa hanno perso la seconda partita nel girone (erano già crollati contro la Francia all’esordio) e per passare il turno devono sperare che l’Olanda batta i transalpini con un netto 3-0 nel match in programma questa sera (ore 20.45): risultato che sembra improbabile visto che i tulipani sono già eliminati dal torneo e che i Galletti appaiono comunque in forma.

La Bulgaria ha infilato la terza vittoria nella Pool B, si è guadagnata il primato nel girone e domani incrocerà verosimilmente i padroni di casa a meno che la Slovenia non perda contro la Repubblica Ceca. I Verdi fanno festa mentre le Aquile vedono allontanarsi il sogno a cinque cerchi dopo che a settembre erano salite sul tetto del Vecchio Continente (ad agosto avevano perso il preolimpico internazionale contro l’Italia). A fare la differenza sono stati il vulcanico opposto Tsvetan Sokolov (20 punti, 2 aces, 55% in attacco) e il buon martello Todor Skrimov (14 punti). Va detto che Prandi ha tolto tutti i titolari dopo aver vinto il terzo set che aveva garantito il passaggio del turno ma le seconde linee hanno fatto il loro e hanno spezzato la resistenza della Serbia a cui non sono bastati Nemanja Petric (17 punti), Aleksandar Atanasijevic (12) e Uros Kovacevic (14) in campo soltanto nei primi tre parziali.

Loading...
Loading...

LA CRONACA DELLA PARTITA:

L’avvio di primo set è punto a punto, il primo break è della Bulgaria: errore in attacco di Atanasijevic e muro di Sokolov per il +2 (11-9). La Serbia comunque riesce a pareggiare con un vincente di Kovacevic e una pipe di Petric (11-11) ma due muri di Grozdanov e un ace di Skrimov regalano un nuovo +2 agli uomini di Prandi (12-14). La Bulgaria scappa poi via definitivamente con un ace di Seganov e un muro di Yosifov (19-14), il finale è di totale amministrazione e la chiusura è del solito Sokolov.

La seconda frazione è una battaglia punto a punto, il duello tra Atanasijevic e Sokolov inizia a ingranare, la Serbia si affida anche a Kovacevic mentre la Bulgaria può contare su Atanasov e Grozdanov. I Verdi ottengono un break importante sul 18-16 grazie a un errore avversario e all’ace di Seganov ma il mani-out di Petric e un’invasione dei ragazzi di Prandi vale il nuovo pareggio a quota 18. La Bulgaria si trova avanti anche per 22-21 dopo l’ace di Yosifov e il muro di Skrimov ma non è aggressiva nel finale, Sokolov annulla il primo set-point, poi Atanasijevic e Kovacevic non falliscono e agguantano il pareggio.

La Serbia è galvanizzata e parte a razzo nel terzo parziale involandosi sul 7-2 con i muri di Podrascanin e Petric, un ace e una free-ball concretizzata da Kovacevic. La Bulgaria però non molla e si riporta sotto con un primo tempo di Yosifov e un vincente di Atanasov (7-5) poi l’ace di Skrimov (8-7) dà la carica fino al pareggio a quota 10. Inizia una serratissima battaglia punto a punto che si protrae fino al 19-19, poi i Verdi trovano il break con l’ace di Yosifov e il mani-fuori di Skrimov (19-21). I ragazzi di coach Prandi non si voltano più indietro, allungano nuovamente con due staffilate di Sokolov (24-21) e Grozdanov regala la semifinale con un bel primo tempo.

La Serbia è con le spalle al muro, è obbligata a vincere per sperare nella qualificazione alle semifinali ma inizia malissimo il quarto set e si trova sotto per 10-7. Petric, Luburic e Krsmanovic non si arrendono e firmano un sontuoso parziale che vale il 13-11. Gli slavi conservano il margine senza strafare, la Bulgaria non forza più di tanto vista la certezza del passaggio del turno e si va al tie-break.

La Serbia guadagna il primo break sfruttando un errore al servizio degli avversari e un ace di Luburic (5-3), poi allunga con un vincente dello stesso Luburic (7-4) ma i Verdi sono bravi a rimanere in scia (9-7) e poi sale in cattedra Penchev: un diagonale, due aces e un muro per il 13-11 in favore dei ragazzi di Prandi. La Serbia è in ginocchio, la Bulgaria spinge e vince al tie-break.

CLASSIFICA POOL B: Bulgaria 3 vittorie (7 punti), Serbia 1 vittoria (4 punti), Francia 1 vittoria (4 punti)*, Olanda 0 vittorie (0 punti)*. *= 1 partita in meno, questa sera (ore 20.45): Francia-Olanda.

 

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI VOLLEY

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: CEV

Loading...

Lascia un commento

scroll to top