Show Player

Sollevamento pesi, Mirko Zanni trionfa in World Cup a Roma e ipoteca la qualificazione a Tokyo 2020



Mirko Zanni ipoteca la qualificazione a Tokyo 2020 con il successo nella tappa di Roma della Coppa del Mondo di sollevamento pesi, manifestazione che assegna punti per il ranking olimpico: l’azzurro ha dominato nei 67 kg, vincendo sia nello strappo, con 140 kg, che nello slancio, con 165 kg, per un totale di 305 kg, risultato che lo ha proiettato in testa alla classifica totale, staccando di ben 7 kg il tedesco Simon Brandhuber, secondo, e di 14 kg il georgiano Goga Chkheidze, terzo. Completano il quadro dei partecipanti al Gruppo A il filippino Nestor Colonia, quarto con 277 kg, e lo spagnolo Victor Castro Marino, quinto con 276 kg.

Classifica finale 67kg maschile
1 ZANNI Mirko 97 ITA 66.95 140-165-305
2 BRANDHUBER Simon Josef 91 GER 66.90 138-160-298
3 CHKHEIDZE Goga 96 GEO 66.90 133-158-291
4 COLONIA Nestor 92 PHI 63.30 120-157-277
5 CASTRO MARINO Victor 92 ESP 67.00 134-142-276

Loading...
Loading...

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook FIPE

Loading...

5 Replies to “Sollevamento pesi, Mirko Zanni trionfa in World Cup a Roma e ipoteca la qualificazione a Tokyo 2020”

  1. ghost ha detto:

    al mondiale dell’anno scorso, Zanni è stato 13. con 310 chili di totale, con 320 si eguagliava il 5. posto
    a Rio 2016, 320 chili valevano il 7. e 8. posto, 310 invece valevano la 15. piazza (però il limite corporeo era a 69 chili, non 67)
    a mio giudizio, alla fine delle qualificazioni nei 67 chili dovrebbero esserci 5 pesisti nettamente superiori a Zanni e altri 3/4 con cui giocarsi i posti dal 6. al 10.
    pensare alle medaglie, comunque, è pura utopia.
    per Pizzolato, invece, negli 81 chili il discorso cambia (non faccio raffronti con il mondiale perchè quella fu una gara particolare, tecnicamente modesta e a “ciapanò” nè con l’Olimpiade di Rio perchè là il limite corporeo era 85 chili, che cambia notevolmente le prospettive rispetto a 81).
    l’unico avversario fuori portata a Tokyo sarà il Cinese (chiunque decidano di schierare, sempre che schierino qualcuno in questa categoria -ma sarebbero folli a non farlo)
    poi ci sono il Colombiano Rodallegas e il Dominicano Bonnat in grande crescita, ma entrambi sono inclini al “bomb out”, ovvero al triplice errore che ti esclude dalla classifica.
    altri avversari teoricamente più quotati, ma altrettanto inclini al “disastro” sono l’Armeno Karapetyan e i Nordcoreani (ne hanno almeno 2 buoni in questa categoria).
    Armeno che tra l’altro non dovrebbe essere nemmeno al via dei Giochi per le restrizioni sui posti disponibili causa doping cui è sottoposta la Nazione Caucasica.
    infine c’è il Bielorusso Asyonak, anch’egli non irreprensibile, ma mediamente più costante dei succitati.
    in ogni caso, qualora il nostro eroe dovesse metter su uno “strappo” appena decente (diciamo da 162/165 chili), allora sarebbe certamente uno dei maggiori candidati alle medaglie “di rincalzo”.
    e comunque, per Pizzolato, ogni piazzamento al di sotto dei 360 chili totali e del 6. posto finale a mio giudizio devve essere classificato come “deludente”.

    1. Andry84 ha detto:

      I nordcoreani non dovrebbero riuscire a qualificarsi in quanto hanno uno 0 fra i risultati utili però ci sarà sicuramente il turkmeno e credo che anche il bulgaro parteciperà negli 81kg, poi chissà i cinesi una papabile medaglia d’oro la devono lasciare a casa, oggettivamente credo che i 67, 73 e 81 siano sicuri e che il ballottaggio sia fra i 61 e i 96(qua dipenderà dalla presenza o meno di Moradi). Comunque come hai giustamente detto attorno ai 360 ci sarà un ottimo piazzamento, salendo attorno ai 365 si può sognare qualcosa.

  2. Fabio90 ha detto:

    Che possibilitá avrebbero a Tokyo?

    1. Andry84 ha detto:

      Difficile da dire perché ci sono un paio di atleti che si qualificheranno in 2 categorie di peso e quindi bisognerà capire in quale avranno miglior classifica e quindi parteciperanno, ad occhio il cinese e il nord coreano ci saranno sicuramente, poi ci sono un venezuelano, un uzbeko ed un colombiano molto forti ma non è detto che ci saranno tutti e 3 nella 67 kg, poi dovrebbero qualificarsi un francese, un giapponese e un indonesiano con i quali se la gioca. Detto questo direi che un piazzamento a ridosso della top 5 è possibile, poi non si sa mai, alcune volte gli asiatici fanno l’errore di partire con misure troppo alte, Zanni deve chiaramente ripetere la prestazione di Doha e quindi avvicinare i 320kg.

  3. Andry84 ha detto:

    Ad onor del vero questa gara non è che sia andata benissimo e soprattutto non aggiunge nulla in termini di punteggio al Ranking del ragazzo italiano (sarebbero serviti almeno 315 kg per aggiungere punti) che rimane comunque in una ottima posizione per volare a Tokyo, nonostante manchino ancora diverse gare al termine del periodo di qualificazione.
    Più importante sarà la prova di Pizzolato domani a cui manca ancora un quarto punteggio da mettere a referto e qualora si avvicinasse ai 360 kg si potrebbe veramente parlare di qualificazione in ghiaccio.

Lascia un commento

scroll to top