Show Player

F1, Risultato FP2 GP Brasile 2019: Ferrari incontenibile, Vettel al comando davanti a Leclerc!



Una Ferrari che parte a ritmo di samba ad Interlagos. Sebastian Vettel piazza il miglior tempo nel corso della seconda sessione di prove libere del Gran Premio del Brasile 2019 di Formula Uno e precede di un vero e proprio soffio Charles Leclerc, proponendo una SF90 di nuovo molto competitiva, anche se ci troviamo su un circuito particolarmente tortuoso, nel quale la potenza della Power Unit di Maranello si può sprigionare solamente nel terzo settore con la celebre salita dell’Arquibancadas. Dopo una prima sessione pesantemente condizionata dal meteo, il turno pomeridiano ha potuto procedere in maniera tutto sommato regolare, con solo qualche sporadica apparizione della pioggia, in maniera assolutamente leggera e poco fastidiosa.

La FP2 ha visto i piloti cercare subito il primo crono con le gomme medie. Sebastian Vettel ha fatto segnare un ottimo 1:09.570 precedendo il compagno di scuderia di 250 millesimi, quindi Lewis Hamilton (Mercedes) di 368, Max Verstappen (Red Bull) di 481, Carlos Sainz (McLaren) di 740 e Alexander Albon di 852. Chiude con oltre un secondo di gap, invece, Valtteri Bottas che si rende protagonista, suo malgrado, di due impeding nel breve volgere di pochi secondi. Prima nei confronti del suo vicino di box, quindi su Vettel che stava cercando il suo primo giro lanciato con gomma soft.

Loading...
Loading...

Con le gomme morbide è stato nuovamente il tedesco a fissare il miglior tempo di giornata in 1:09.217 sottolineando che tra le due mescole ci siano solamente pochi decimi di differenza. Alle sue spalle, a soli 21 millesimi, Charles Leclerc, che precede Max Verstappen fermo a 134 (ma con un pesante gap nel T3). Quarto crono per Valtteri Bottas in 1:09.373 a 156 millesimi, quinto per il campione del mondo in 1:09.440 a 223, sesto per il danese Kevin Magnussen (Haas) in 1:10.143 a 926 millesimi, settimo per Daniel Ricciardo (Renault) in 1:10.194 a 977, quindi ottavo un ottimo Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) a 993 millesimi, nono il thailandese Alexander Albon (Red Bull) a 1.058, con lo spagnolo Carlos Sainz (McLaren) decimo a 1.093. 13esimo tempo per Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) a 1.202. Distacchi veramente ridottissimi sulla pista di San Paolo, che ci regalerà un grande spettacolo domani in qualifica.

La sessione ha visto dopo circa 7 minuti una bandiera rossa per colpa di un brutto incidente di Robert Kubica che ha stampato la sua Williams nelle protezioni all’ingresso di curva 3, quindi una Virtual Safety Car dopo circa un’ora di azione, con la Power Unit del francese Pierre Gasly (Toro Rosso) che lo ha abbandonato andando in fumo, prima di una nuova sospensione (che ha portato alla bandiera a scacchi) dovuta allo stop del suo compagno di team Daniil Kvyat con la vettura ko.

Nella seconda parte del turno i piloti si sono concentrati sul passo gara. Anche su questo fronte i top team sono divisi davvero da una inezia. Le due Rosse hanno girato spesso sul piede dell’1:13.2-1:13.5, mentre le Frecce d’argento sono rimaste sul piede dell’1:13 basso, dimostrandosi ancora una volta ottimali in assetto da gara. La Red Bull, specialmente con Max Verstappen, non è distante, sfruttando un T2 nel quale sembra inarrivabile. Domani tutto sarà nuovamente rimesso in bilico. Dopo la FP3 delle ore 16.00 italiane, potremo goderci le qualifiche delle ore 19.00 nelle quali potrà succedere davvero di tutto.

CLASSIFICA TEMPI FP2 GP BRASILE 2019 – F1

1 5 S. Vettel (B) Ferrari 1’09″217 
2 16 C. Leclerc (B) Ferrari +00″021 1’09″238 
3 33 M. Verstappen (B) Red Bull +00″134 1’09″351
4 77 V. Bottas (B) Mercedes +00″156 1’09″373
5 44 L. Hamilton (B) Mercedes +00″223 1’09″440
6 20 K. Magnussen (B) Haas +00″926 1’10″143
7 3 D. Ricciardo (B) Renault +00″977 1’10″194
8 7 K. Raikkonen (B) Alfa Romeo +00″993 1’10″210
9 23 A. Albon (B) Red Bull +01″058 1’10″275
10 55 C. Sainz (B) McLaren +01″093 1’10″310
11 27 N. Hulkenberg (B) Renault +01″108 1’10″325
12 10 P. Gasly (B) Toro Rosso +01″135 1’10″352
13 99 A. Giovinazzi (B) Alfa Romeo +01″202 1’10″419 
14 11 S. Perez (B) Racing Point +01″226 1’10″443
15 26 D. Kvyat (B) Toro Rosso +01″277 1’10″494
16 8 R. Grosjean (M) Haas +01″287 1’10″504
17 18 L. Stroll (B) Racing Point +01″351 1’10″568
18 4 L. Norris (B) McLaren +01″483 1’10″700
19 63 G. Russell (B) Williams +02″601 1’11″818
20 88 R. Kubica Williams

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top