LIVE Giro d’Italia 2019, Orbetello-Frascati in DIRETTA: una caduta crea distacchi. Roglic guadagna 16″ su Nibali, Dumoulin a 4 minuti!

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

LA NUOVA CLASSIFICA GENERALE: ROGLIC ALLUNGA IN VETTA

LA CRONACA DELLA QUARTA TAPPA VINTA DA CARAPAZ DAVANTI A EWAN E ULISSI

VIDEO: LA CADUTA CHE HA SPEZZATO IN DUE IL GRUPPO NEL FINALE

LA CLASSIFICA GENERALE DEI FAVORITI

17.48 Grazie per averci seguito, restate su OA Sport per tutte le classifiche, le cronache, gli approfondimenti, le pagelle e la Fagianata di Riccardo Magrini. Un saluto sportivo a tutti!

17.47 Vedremo se Dumoulin riuscirà a proseguire questo Giro, l’olandese è apparso molto sofferente. La caduta è stata provocata da una distrazione di Puccio (Team Ineos). Nibali era subito dietro, è stato bravo a salvarsi per miracolo, ma ha dovuto chiaramente frenare, perdendo contatto con il gruppetto Roglic.

17.46 La nuova classifica generale, Roglic prende il largo:

1 SLO ROGLIC Primoz TEAM JUMBO – VISMA 16h 19’ 20” 0’ 00”
2 GBR YATES Simon Philip MITCHELTON – SCOTT 16h 19’ 55” 0’ 35”
3 ITA NIBALI Vincenzo BAHRAIN – MERIDA 16h 19’ 59” 0’ 39”
4 COL LOPEZ MORENO Miguel Angel ASTANA PRO TEAM 16h 20’ 04” 0’ 44”
5 ITA ULISSI Diego UAE TEAM EMIRATES 16h 20’ 04” 0’ 44”
6 POL MAJKA Rafal BORA – HANSGROHE 16h 20’ 09” 0’ 49”
7 NED MOLLEMA Bauke TREK – SEGAFREDO 16h 20’ 15” 0’ 55”
8 ITA CARUSO Damiano BAHRAIN – MERIDA 16h 20’ 16” 0’ 56”
9 LUX JUNGELS Bob DECEUNINCK – QUICK-STEP 16h 20’ 22” 01’ 02”
10 ITA FORMOLO Davide BORA – HANSGROHE 16h 20’ 26” 01’ 06”

17.43 Roglic dunque ha guadagnato 16″ su Nibali, Yates, Majka, Mollema, Formolo, Lopez, 42″ su Landa, 4 minuti su uno sfortunato Dumoulin.

17.42 Ecco la classifica di tappa:

1 ECU CARAPAZ Richard MOVISTAR TEAM 5h 58’ 17” 0’ 10” 0’ 00”
2 AUS EWAN Caleb LOTTO SOUDAL 5h 58’ 17” 0’ 06” 0’ 00”
3 ITA ULISSI Diego UAE TEAM EMIRATES 5h 58’ 17” 0’ 04” 0’ 00”
4 GER ACKERMANN Pascal BORA – HANSGROHE 5h 58’ 19” 0’ 02”
5 FRA SENECHAL Florian DECEUNINCK – QUICK-STEP 5h 58’ 19” 0’ 02”
6 SLO ROGLIC Primoz TEAM JUMBO – VISMA 5h 58’ 19” 0’ 02”
7 ITA CONTI Valerio UAE TEAM EMIRATES 5h 58’ 31” 0’ 14”
8 COL LOPEZ MORENO Miguel Angel ASTANA PRO TEAM 5h 58’ 35” 0’ 18”
9 FRA DEMARE Arnaud GROUPAMA – FDJ 5h 58’ 35” 0’ 18”
10 GBR YATES Simon Philip MITCHELTON – SCOTT 5h 58’ 35” 0’ 18”
11 POL MAJKA Rafal BORA – HANSGROHE 5h 58’ 35” 0’ 18”
12 NED MOLLEMA Bauke TREK – SEGAFREDO 5h 58’ 35” 0’ 18”
13 ITA FORMOLO Davide BORA – HANSGROHE 5h 58’ 35” 0’ 18”
14 FRA GALLOPIN Tony AG2R LA MONDIALE 5h 58’ 35” 0’ 18”
15 ITA NIBALI Vincenzo BAHRAIN – MERIDA 5h 58’ 35” 0’ 18”
16 LUX JUNGELS Bob DECEUNINCK – QUICK-STEP 5h 58’ 35” 0’ 18”
17 FRA VUILLERMOZ Alexis AG2R LA MONDIALE 5h 58’ 35” 0’ 18”
18 RUS ZAKARIN Ilnur TEAM KATUSHA ALPECIN 5h 58’ 35” 0’ 18”
19 GBR GEOGHEGAN HART Tao TEAM INEOS 5h 58’ 35” 0’ 18”
20 COL CHAVES RUBIO Jhoan Esteban MITCHELTON – SCOTT 5h 58’ 35” 0’ 18”
21 ITA CARUSO Damiano BAHRAIN – MERIDA 5h 58’ 35” 0’ 18”

17.39 Ma cosa è successo? Una caduta a 6 km dall’arrivo ha frantumato il gruppo. Davanti sono rimasti in 20, tra gli uomini di classifica i soli Roglic e Carapaz. Poco più dietro Nibali, mentre Dumoulin ha riportato conseguenze gravi, sanguinando vistosamente dal ginocchio sinistro. Carapaz ha poi vinto anticipando lo sprint ristretto con uno scatto. Roglic ha guadagnato 16″ su Nibali e 4 minuti su Dumoulin.

17.36 Arriva ora Tom Dumoulin. 4’04” di ritardo, il suo Giro di fatto finisce qui. Che sfortuna per l’olandese.

17.35 Landa ha pagato 44″ da Roglic. Distacchi da tappa di montagna…Ma solo grazie ad una caduta.

17.34 Non è ancora arrivato Dumoulin, sanguinante dal ginocchio sinistro. E sono già trascorsi 2 minuti!

17.32 Ha vinto Carapaz davanti a Ewan e Ulissi! Roglic ha guadagnato 16 secondi su Nibali. Aspettiamo i distacchi degli altri favoriti. Un peccato che la selezione avvenga grazie alle cadute…

17.31 Scatto secco di Carapaz! Guadagna 30 metri!

17.30 Ultimo chilometro, forcing di Valerio Conti. Presenti anche Ackermann e Ewan, che non si staccano! Freschissimo Roglic, fatica Demare.

17.29 Perde terreno Viviani, è iniziata la salita finale. C’è Ulissi, a questo punto grande favorito per la vittoria finale.

17.28 2 km all’arrivo, Roglic ha una ventina di secondi sul secondo gruppetto che sta inseguendo. Sono una quindicina davanti, c’è anche Elia Viviani.

17.27 Sono in 20 davanti, Roglic è l’unico tra gli uomini di classifica. Lo sloveno sta guadagnando tantissimo grazie al lavoro di FDJ e Bora-hangrohe.

17.26 TOM DUMOULIN ATTARDATO! Sembra anche dolorante l’olandese. Altra caduta, a terra Pozzovivo! Sta succedendo di tutto, purtroppo.

17.25 CADUTA! Gruppo spezzato in due! Roglic è nel primo gruppetto che ha guadagnato terreno, purtroppo manca Vincenzo Nibali.

17.24 Anche Vincenzo Nibali nelle prime posizioni. Lo Squalo sa che deve stare in campana su un arrivo esplosivo e non adatto alle sue caratteristiche.

17.22 VIVIANI CI CREDE! Pimpante alle spalle dei compagni di squadra che hanno preso il comando delle operazioni, mancano 7 km. CIELO SCURISSIMO!

17.22 Entriamo negli ultimi 8 km, Villella davanti per il compagno di squadra Miguel Angel Lopez: anche l’Astana si sta dando da fare.

17.21 La Deceuninck si sta dando da fare e riporta Viviani davanti. Nibali controlla senza particolari patemi.

17.20 In testa al gruppo gli uomini della Movistar e della Mitchelton-Scott, Landa e Roglic hanno in mente qualcosa?

17.19 Saranno 10 km di fuoco! Ne vedremo delle belle: ora chi riuscirà a spuntarla a Frascati? I big dovranno stare molto attenti, oggi si potrebbero perdere dei secondi importanti in ottica classifica generale.

17.18 RIPRESI I FUGGITIVI! Gruppo compatto a 10 km dal traguardo.

17.16 Ormai siamo vicini al ricongiungimento, 12 km e 30” tra gruppo e fuggitivi. SI INTENSIFICA LA PIOGGIA.

17.15 Caduta in fondo al gruppo. Sono rimasti a terra Knox, Campenaerts, Benedetti. Nulla di grave, si sono rialzati.

17.14 Come si concluderà la tappa? Ultimi 2 km in salita al 4% ma sono pedalabili: volata ristretta, colpo di mano di un finisseur, azione di un uomo di classifica?

17.13 Mancano 13 km al traguardo di Frascati, gruppo a 40” dai due fuggitivi che a breve verranno ripresi.

17.12 Ora la pioggia si sta intensificando, attenzione…

17.11 Frapporti e Maestri ora hanno 1′ di vantaggio, mancano 15 km. Il gruppo ormai si appresta a riprenderli prima di un finale infuocato.

17.10 In testa al gruppo la Lotto, la Groupama, il Team Sunweb e il Team Ineos. Stanno lavorando tutti per il finale movimentato a parte la UAE Emirates che forse non lancerà la volata per Gaviria, anche Viviani non si è mai visto davanti insieme alle Deceuninck.

17.08 Riproponiamo l’altimetria del finale. Per il momento la pioggia non è intensa e non ci sono problemi. Mancano 17 km, 1’10” di margine per i due fuggitivi.

17.06 Frapporti e Maestri cercano di non mollare e ci vogliono credere fino alla fine ma hanno pochissime speranze: 1’20” di vantaggio sul gruppo maglia rosa che è ormai lanciatissimo. Mancano 18 km, gli ultimi 2km sono in salita al 4% di pendenza media: potrebbe assistere a qualche colpo di mano.

17.04 ATTENZIONE. Incomincia a piovere! Finale bagnato e insidioso? Entriamo nel vivo della quarta tappa.

17.03 FRAPPORTI ATTACCA! Maestri gli resta in scia, Cima invece non ne ha e si stacca. I due battistrada non vogliono mollare.

17.02 I ciclisti sono passati davanti alla bellissima Villa Adriana. Ora il gruppo è guidato dalla Groupama di Demare, ritmo sostenuto: 1’45” di ritardo dal gruppo quando mancano 20 km dal traguardo.

17.00 Il vantaggio dei fuggitivi è sceso sotto i 2 minuti, i tre battistrada ora hanno 1’50” di margine quando mancano 23 km e ormai le loro speranze di arrivare a Frascati sono praticamente nulle.

16.58 Ascoltiamo le dichiarazioni di Primoz Roglic prima della partenza. La maglia rosa si muoverà visto il finale particolarmente mosso?

16.56 In testa anche la Katusha-Alpecin che sta lavorando per Battaglin, oggi può fare davvero molto bene visto il finale particolarmente mosso.

16.54 Le possibilità di arrivo dei fuggitivi stanno calando sensibilmente: i tre uomini all’attacco conservano 2’20” quando mancano 26 km, il margine è davvero risicato e il gruppo sembra essere lanciatissimo ben guidato dalla Lotto Soudal di Ewan e dalla Israel di Cimolai. Nibali, Roglic, Dumoulin e Yates sono ben coperti.

16.52 Ah, c’è anche Don Matteo a Frascati.

16.50 Maestri, Frapporti e Cima non mollano la presa ma ora stanno faticando: hanno 2’50” quando mancano 30 km. Il vento al momento è favorevole e questo potrebbe essere un vantaggio per i coraggiosi di giornata.

16.48 Davanti si fanno vedere anche Israel Cycling e Lotto Soudal, ora il gruppo ha finalmente alzato il terzo e cerca la rimonta sui fuggitivi: non sarà così facile.

16.46 Scende gradualmente il vantaggio dei tre fuggitivi, 3’35” quando mancano 33 km.

16.44 Intanto qualche immagine dal traguardo dove si dovrebbe arrivare attorno alle 17.30.

16.42 Dopo il nulla di ieri (prima della volata) e la tappa poco movimentata di domenica, oggi la frazione si sta rivelando entusiasmante e viaggia sul duello tra i fuggitivi e il gruppo: chi riuscirà ad avere la meglio? E poi che attesa per gli ultimi 2 km in salita. Ne vedremo delle belle.

16.40 Anche la Mitchelton-Scott si è messa davanti insieme alla Bahrain di Nibali e alla Bora, la Jumbo di Roglic non si danna l’anima nonostante la maglia rosa. Il ritardo del gruppo è nell’ordine dei 3’40” quando mancano 38 km.

16.38 Intanto diamo uno sguardo agli ultimi 2 km in salita di cui vi abbiamo parlato in precedenza.

16.36 Ora mancano 40 km al traguardo. Bahrain-Merida e Bora-hansgrohe si sono messe a tirare e il vantaggio dei fuggitivi è sceso a 4′. Sarà davvero un testa a testa vibrante: arriverà la fuga o il gruppo rientrerà nel finale?

16.34 La UAE Emirates e la Deceuninck non stanno più tirando, davanti si è messa la Bahrain-Merida di Vincenzo Nibali ma il gruppo sembra essere fermo. E i fuggitivi davanti iniziano a prendere fiducia! I battistrada possono davvero arrivare al traguardo di Frascati!

16.32 ATTENZIONE. Mancano 45 km e i fuggitivi hanno 6’20” di vantaggio! Il ritardo del gruppo inizia a essere importante, il plotone deve intensificare il ritmo se vuole rientrare!

16.30 Queste le posizioni che contano nel gruppo, Vincenzo Nibali sempre molto attento e in marcature su Roglic.

16.28 Ammiriamo la maglia rosa di Primoz Roglic.

16.26 Ci sono state delle forature. Formolo è appena rientrato in gruppo, Ewan si è invece fermato ora ed è chiamato a uno sforzo aggiuntivo per recuperare.

16.24 Cima è transitato per primo al traguardo volante di Mentana, alle sue spalle Maestri e Frapporti. I tre si ricompattano dopo lo sprint, mancano 50 km al traguardo e i battistrada hanno 5 minuti di vantaggio sul gruppo.

16.22 Conosciamo meglio il progetto di sostenibilità elettrica che accompagna il Giro d’Italia.

16.20 Oggi era in programma solo un GPM, il quarta categoria di Manciano in avvio di tappa. Il finale però è molto temibile, ultimi 2 km al 4% di pendenza media. Potremmo davvero assistere a un grande spettacolo e potrebbero esserci degli scossoni in classifica generale.

16.18 Vincenzo Nibali insieme ai suoi uomini è ben davanti nel gruppo per evitare spiacevoli sorprese, lo Squalo sta pedalando molto bene ed è molto attento. Il finale dovrà essere letto alla perfezione dal capitano della Bahrain-Merida.

16.16 C’è tanto vento ma per il momento il gruppo rimane compatto, tutti i big sono molto attenti: tutti vogliono evitare i tanto temuti ventagli.

16.14 Tra poco il traguardo volante di Mentana, in palio punti per la maglia ciclamino. Siamo nel cuore della provincia di Roma.

16.12 Secondo voi chi vincerà oggi? Ora il vantaggio dei fuggitivi è sceso a 5′.

16.10 Il gruppo è al momento ben guidato dal Team Jumbo-Visma della maglia rosa Primoz Roglic.

16.08 Questi sono i fuggitivi di giornata: Mirco Maestri della Bardiani-CSF, Marco Frapporti dell’Androni Giocattoli-Sidermec e Damiano Cima della Nippo Vini Fantini. Conservano 5’40” di vantaggio quando mancano 60 km al traguardo di Frascati.

16.06 Ricordiamo che gli ultimi 2 km sono al 4% di pendenza media, dunque arrivo in salita a Frascati anche se non è segnato come tale: si muoverà qualche big?

16.04 “Alla bersagliera”. Il povero Montaguti rimasto senza sella, inevitabile pensare a Paolo Villaggio e al suo Fantozzi.

16.02 Ricordiamo la situazione: i battistrada hanno 5’30” di vantaggio quando mancano 65 km al traguardo.

16.00 Un bambino ha acceso un fumogeno rosa, ricordiamo che è vietato. Un episodio del genere alla Milano-Sanremo era stato sanzionato con dei Daspo.

15.58 Come nella giornata di ieri, il vento soffia in maniera particolarmente intensa sulla corsa anche oggi. La mancanza di lunghi rettilinei dovrebbe però scongiurare il rischio di ventagli, importante ugualmente non abbassare la guardia da parte degli uomini di classifica.

15.56 Maestri, Frapporti e Cima hanno aumentato di conseguenza la propria andatura e conservano ancora 6’30”. Il percorso decisamente movimentato agevola senza alcun dubbio le possibilità degli attaccanti, il ricongiungimento non è ancora scontato.

15.52 Le parole di Elia Viviani alla partenza di Orbetello, ci sarà il riscatto per il campione italiano dopo la delusione delle prime due tappe in linea? Mancano ancora 75 km al verdetto finale.

15.50 Considerato l’accordo trovato tra le squadre dei protagonisti più attesi sembrano ridursi decisamente le opportunità dei tre fuggitivi. La vera incognita relativa al finale riguarderà la tenuta dei velocisti sull’impegnativo finale.

15.46 Curioso incidente per Matteo Montaguti (Androni Giocattoli-Sidermec) che perde la sella ed è costretto a procedere sui pedali, cambio di bicicletta inevitabile per il corridore italiano.

15.44 Notevole aumento dell’andatura nel gruppo principale! Le squadre dei velocisti si sono portate al comando e stanno collaborando per andare a riprendere Maestri, Frapporti e Cima il cui vantaggio torna sui 6’30”.

15.40 La UAE Emirates potrebbe provare a sorprendere puntando sia su Diego Ulissi, con un attacco nella parte conclusiva, sia su Fernando Gaviria, nel caso di un arrivo in volata. L’azzurro è sicuramente in buona condizione come ha dimostrato con il terzo posto alla Freccia Vallone.

15.36 Ecco infatti che BORA-hansgrohe, UAE Emirates e Lotto Soudal portano un corridore ciascuna nelle posizioni di testa per provare ad invertire la tendenza rispetto agli ultimi chilometri. Maestri, Cima e Frapporti conservano 8’20” sul gruppo principale a 85 km dall’arrivo.

15.32 Foratura per Frapporti che viene atteso dai compagni d’avventura e si accoda nuovamente senza aver perso troppo tempo. Cambio molto rapido della ruota da parte dell’ammiraglia della Androni-Giocattoli Sidermec.

15.28 Decisamente compassato il ritmo imposto dalla Jumbo-Visma! Il vantaggio degli attaccanti sta salendo rapidamente e si sta avvicinando ai 9’00”, le squadre degli uomini che vogliono giocarsi la tappa devono cominciare a muoversi se vogliono rientrare sulla fuga!

15.25 Tra gli italiani che potrebbero per caratteristiche coltivare qualche ambizione per il finale è Enrico Battaglin (Katusha-Alpecin) che è però rimasto coinvolto in una brutta caduta nella giornata di ieri. Ecco le sue parole alla partenza di questa mattina.

15.22 Il vantaggio dei battistrada sale a 8’05”, il migliore dei fuggitivi in classifica generale è Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec) che ha 6’19” di distacco da Primoz Roglic ed è quindi al momento Maglia Rosa virtuale.

15.20 L’arrivo in testa al gruppo della formazione della Maglia Rosa potrebbe essere una buona notizia per gli uomini all’attacco, difficile che Roglic abbia interesse nello spremere la propria squadra per ricucire la corsa.

15.16 100 KM ALL’ARRIVO. La situazione è invariata al momento con Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec) e Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè) che conservano 7’30” di vantaggio sul gruppo principale, guidato al momento dalla Jumbo-Visma.

15.14 La penalizzazione che è costata la vittoria ad Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep) nella giornata di ieri ha portato anche una penalizzazione di 50 punti nella classifica per la maglia ciclamino nei confronti del campione italiano. Difficilmente il veronese potrà quindi ripetere il risultato dello scorso anno.

15.10 Ecco un’immagine dei tre fuggitivi di giornata. Il loro vantaggio è al momento intorno ai 7’00” quando mancano 105 km al traguardo di Frascati e il gruppo non ha ancora cominciato in maniera decisa il proprio inseguimento.

15.08 La corsa sta transitando dal borgo di Capranica, comune laziale in provincia di Viterbo attraversato dalla celebre via Francigena.

15.04 Ecco il leader della classifica generale Primoz Roglic (Jumbo-Visma). Il corridore sloveno ha manifestato nei giorni scorsi numerosi dubbi sulla volontà di difendere la Maglia Rosa nelle prossime tappe. Vestire il simbolo del primato obbliga infatti la formazione a lavorare in testa al gruppo anche nelle tappe di pianura e la squadra olandese sembra non essere così determinata a sobbarcarsi questo impegno.

15.00 Compatta nelle posizioni di testa del gruppo principale anche la BORA-hansgrohe di Pascal Ackermann, che oggi indossa la maglia di campione nazionale tedesco dopo aver ceduto la maglia ciclamino a Fernando Gaviria (UAE Emirates).

14.58 Arnaud Démare (Groupama-FDJ) taglia per primo il traguardo volante di Vetralla senza essere contrastato da alcun avversario e raccoglie ancora qualche punto per la classifica della maglia ciclamino.

14.55 Il sorriso dello sloveno Kristijan Koren (Bahrain Merida) di fianco a Vincenzo Nibali. L’importanza della squadra è importantissima in frazioni come quella odierna per scortare il capitano e tenerlo lontano dai pericoli della corsa.

14.52 La situazione a 117 km dal traguardo vede il gruppo principale attardato di 6’30” dai tre corridori all’attacco: Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè) e Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec).

14.48 Maestri si aggiudica il traguardo volante di Vetralla! Il corridore della Bardiani-CSF ha vinto la classifica a punti alla Tirreno-Adriatico sfruttando proprio le vittorie negli sprint intermedi ottenute grazie alle continue fughe.

14.46 Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep) ha ribadito alla partenza di voler cercare il riscatto dopo la penalizzazione che lo ha privato della vittoria nella tappa di ieri. La parte conclusiva sempre però un po’ troppo impegnativa per le caratteristiche del campione italiano.

14.42 Le due formazioni che si stanno incaricando di tenere sotto controllo la fuga sono Lotto Soudal e Groupama-FDJ, rispettivamente per l’australiano Caleb Ewan e per il francese Arnaud Démare. Entrambi ritengono evidentemente di poter essere competitivi nonostante l’arrivo non propriamente adatto ai velocisti con uno strappo al 7% a 1500 metri dal traguardo.

14.40 Qualche informazione sui tre corridori all’attacco. Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec) è ormai uno dei veterani del gruppo. Il corridore bresciano è al suo sesto Giro d’Italia, quattro invece le presenza di Mirco Maestri (Bardiani-CSF), mentre il giovane Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè), al primo anno da professionista, è all’esordio sulle strade della Corsa Rosa.

14.36 La Maglia Rosa Primoz Roglic (Jumbo-Visma) procede scortato dai propri compagni di squadra. La sua prima posizione nella classifica generale non sembra essere in pericolo nella giornata di oggi visto che la fuga è al momento sotto controllo.

14.34 Dettaglio curioso ma significativo: gli uomini in fuga appartengono a tre formazioni italiane presenti al Giro d’Italia 2019 grazie agli inviti dell’organizzazione. Se la riforma dell’UCI dovesse essere approvata a partire dalla prossima stagione e le squadre World Tour dovessero diventare 20 (e non più 18), gli inviti a disposizione di RCS Sport sarebbero soltanto due e lo spazio per queste formazioni diminuirebbe di conseguenza penalizzando l’intero movimento.

14.30 Ecco un’immagine dalla corsa, mancano ancora oltre 130 km all’arrivo di questa quarta tappa del Giro d’Italia 2019.

14.25 Il ritardo dei battistrada continua a scendere. Adesso hanno 6’13” sul gruppo maglia rosa. La Groupama FDJ sta imponendo un buon ritmo.

14.22 Ricordiamo che al km 114,9 è posizionato il primo sprint intermedio di giornata in località Vetralla.

14.19 La Groupama FDJ prende saldamente in mano le redini della corsa. 136 km all’arrivo e 7′ di vantaggio per Cima, Frapporti e Maestri.

14.16 L’orario previsto per l’arrivo della tappa di Frascati si aggira intorno alle 17.15.

14.13 Parlando della situazione meteo, il vento proviene da nord-est, colpendo lateralmente il gruppo.

14.09 I fuggitivi:

14.05 146 km al traguardo e 7’23” di vantaggio per i tre battistrada.

14.02 Ancora la Lotto Soudal al comando del gruppo della maglia rosa, seguiti dalla Bahrain-Merida di Vincenzo Nibali e dal Team Sunweb di Tom Dumoulin.

13.59 La quarta tappa del Giro d’Italia 2019 è partita da Orbetello e arriverà a Frascati. Frazione insidiosa, molto lunga, con gli ultimi chilometri a salire. Nel finale pendenze medie del 4% e picchi fino al 7%.

13.56 Una bellissima immagine dal Giro:

13.53 Ricordiamo i nomi dei fuggitivi: Mirco Maestri della Bardiani-CSF, Marco Frapporti dell’Androni Giocattoli-Sidermec e Damiano Cima della Nippo Vini Fantini.

13.51 Inizia a piovere sulla corsa, mentre il gruppo prosegue ad alta velocità.

13.48 Marco Frapporti è a 6’19” di distacco da Roglic nella generale. Quindi attualmente è lui la maglia rosa virtuale.

13.43 Possibili problemi all’anca per Matti Breschel.

13.40 Il danese era rimasto vittima di una caduta qualche chilometro fa.

13.38 Ritiro per Matti Breschel (EF Education First).

13.36 Siamo entrati nella provincia di Viterbo. Intanto il gruppo si trova in un tratto in leggera ascesa.

13.33 I fuggitivi hanno 7’20” di vantaggio. Siamo a 172 km dal traguardo.

13.30 La maglia rosa Primoz Roglic in gruppo:

13.27 Continua a scendere il vantaggio di Cima, Frapporti e Maestri. Ora hanno 8′ sul gruppo. 13.23 Ecco i tre fuggitivi:

13.20 Ci pensa Thomas De Gendt a fare l’andatura, seguito della Groupama-FDJ.

13.17 La Lotto Soudal si è portata al comando del gruppo per tenere i fuggitivi ad una distanza rassicurante. Il tutto per il capitano Caleb Ewan, uno dei favoriti della tappa di oggi.

13.14 Ricordiamo che non ha preso il via Juan Sebastian Molano, sospeso dalla UAE Team Emirates per valori anomali.

13.12 Ennesima giornata ventosa.

13.06 Il vantaggio dei fuggitivi scende e si assesta ad 11′.

13.02 Ricordiamo che la tappa odierna da Orbetello a Frascati misura 235 km. Cielo uggioso sopra la Corsa Rosa.

12.58 I fuggitivi hanno percorso 45 dei 235 km per arrivare a Frascati.

12.53  Sale a 12′ il vantaggio dei tre fuggitivi, che ricordiamo essere: Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani-CSF) e Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè).

12.48 Sta piovendo sulla corsa in questo tratto.

12.44 Questi i passaggi al GPM: 1. Frapporti (ANS) 3 pt 2. Maestri (BRD) 2 pt 3. Cima (NIP) 1 pt

12.40 Dopo 35 km è di 10’45” il vantaggio dei tre fuggitivi.

12.35 I fuggitivi hanno appena superato il GPM di Manciano.

12.30 Visto il grande vantaggio, Frapporti è attualmente maglia rosa virtuale, visto che il suo distacco in classifica generale è di 6’19”.

12.24 Viene segnalato a 10′ il vantaggio dei tre fuggitivi. Un margine importante, ma la tappa di oggi sarà molto lunga.

12.19 I tre fuggitivi stanno affrontando l’unica salita classifica di giornata, il GPM di quarta categoria di Manciano.

12.14 Quarta partecipazione per Maestri, che è una specialista delle fughe e in questo Giro lo sta confermando.

12.10 Debutto invece al Giro per Cima, che ha 25 anni ed è passato professionista la scorsa stagione.

12.04 Il più esperto degli uomini in fuga è Frapporti, che è alla sua sesta pertecipazione alla Corsa Rosa e ha ottenuto quattro vittorie in carriera.

12.00 Comunque il margine dei tre attaccanti inizia a diventare molto consistente, visto che supera i 7′.

11.56 Visto il percorso ci si poteva aspettare sulla carta una “fuga bidone”, ma con soli tre corridori in azione sarà difficile riuscire a resistere al rientro del gruppo nel finale.

11.51 Continua ad aumentare il vantaggio dei fuggitivi, che sfiora ora i quattro minuti.

11.47 Questa mattina non è partito il colombiano Juan Sebastian Molano, che è stato sospeso dalla UAE Team Emirates per valori fisiologici anomali, come appena comunicato dalla squadra.

11.41 Abbiamo già la fuga di giornata, visto che il gruppo si rialza e il loro vantaggio è superiore al minuto.

11.38 Partono subito all’attacco tre corridori: Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani-CSF) e Damiano Cima (Nippo Vini Fantini Faizanè).

11.36 KM 0! Inizia la corsa!

11.32 Questa è l’attuale top 5 della classifica generale, ci saranno delle modifiche al termine della tappa odierna?

11.26 Vincenzo Nibali sereno prima della partenza. Ieri lo Squalo è stato sempre attento nelle prime posizioni con tutta la Bahrein Merida al suo fianco e il finale odierno sarà un altro importante test per lui.

11.21 Tanti gli scenari possibili per questa frazione. Infatti potrebbe andare in porta una fuga, oppure vedremo uno sprint ristretto sullo strapp finale. C’è però anche l’ipotesi che si muovano in prima persona gli uomini di classifica, con la maglia rosa Primoz Roglic che può fare la differenza in un finale di questo tipo.

https://twitter.com/giroditalia/status/1128227493129981952

11.16 I corridori sono partiti in questo momento da Orbetello, ora un trasferimento di 8,5 km prima della partenza ufficiale.

11.12 Oggi i corridori dovranno affrontare un’altra tappa molto lunga e con un percorso caratterizzato da un continuo saliscendi. Attenzione poi al finale insidioso, con gli ultimi due chilometri tutti in salita.

11.10 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quarta tappa del Giro d’Italia 2019, 235 km da Orbetello a Frascati.

Percorso, favoriti e altimetria della tappa odierna –  I Comuni e le Province attraversati dalla corsa La cronaca della terza tappaLe classifiche “La Fagianata di Magrini”

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quarta tappa del Giro d’Italia 2019, 235 km da Orbetello a Frascati. Dopo due arrivi in volata, la tappa odierna presenterà un percorso molto più insidioso, in cui potrebbero esserci dei colpi di scena anche in ottica classifica generale. Oggi i corridori dovranno affrontare un solo GPM di quarta categoria, a Manciano, dopo 32 km di corsa, ma il percorso è caratterizzato da un continuo saliscendi, con una serie di salite non classificate che potrebbero agevolare gli attaccanti. Il finale poi è impegnativo, visto che gli ultimi due chilometri per arrivare sul traguardo di Frascati sono tutti in salita con una pendenza media del 4,4% e una rampa al 7% nel tratto iniziale. Potrebbe essere quindi la tappa giusta per vedere andare in porto la fuga, altrimenti nel finale potremmo assistere al primo confronto diretto tra gli uomini di classifica, con la maglia rosa Primoz Roglic che può fare la differenza su un arrivo di questo tipo, così come Simon Yates. Potranno essere protagonisti anche diversi corridori italiani come Diego Ulissi e Davide Formolo, ma non è da escludere che possa esserci anche uno sprint ristretto tra i velocisti che abbiano saputo resistere a questo finale impegnativo. Un epilogo quindi molto incerto, per una tappa tutta da seguire. OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE della quarta tappa del Giro d’Italia 2019: cronaca in tempo reale ed aggiornamenti costanti per non perdervi nulla di questa corsa. Appuntamento alle 11.15. Buon divertimento! (Foto: LaPresse)

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2019, quinta tappa Frascati-Terracina: orario d’inizio, altimetria e programmazione tv giornaliera

Giro d’Italia 2019, la classifica dei favoriti: Primoz Roglic allunga in testa, Nibali a 39”. Dumoulin game over