LIVE Tirreno-Adriatico 2019, Pomarance-Foligno in DIRETTA: trionfo di Viviani! Battuti Sagan e Gaviria


Buon pomeriggio e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza frazione della Tirreno-Adriatico 2019, secondo grande appuntamento della stagione ciclistica internazionale sulle strade italiane. La tappa di ieri ha regalato uno spettacolare finale con la vittoria di Julian Alaphilippe (Deceuninck-QuickStep) sul traguardo di Pomarance e con la conquista della maglia azzurra di leader della classifica generale da parte del britannico Adam Yates (Mitchelton-Scott).

La lunga frazione odierna, 226 km con partenza da Pomarance e arrivo a Foligno, dovrebbe rappresentare la prima occasione per i velocisti. Nella prima parte però il gruppo affronterà diverse salite piuttosto impegnative e qualche attacco da lontano potrebbe riuscire a guadagnare il margine necessario per giocarsi la vittoria. Nel caso di un arrivo a ranghi compatti il duello più atteso vedrà di fronte l’azzurro Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep) e il colombiano Fernando Gaviria (UAE Emirates). Possibile protagonista di giornata anche lo slovacco Peter Sagan (BORA-hansgrohe), reduce però da una settimana complicata e in ritardo dal punto di vista della condizione. L’Italia potrà puntare anche su Giacomo Nizzolo (Dimension Data) e Sacha Modolo (EF Education First).

La terza tappa della Tirreno-Adriatico 2019 prenderà il via da Pomarance, in provincia di Pisa, alle ore 11.00 e si concluderà a Foligno, in Umbria, intorno alle ore 16.30. Seguite la corsa con la DIRETTA LIVE testuale di OA Sport a partire dalle ore 13.30, con aggiornamenti in tempo reale per non perdere davvero nulla di questa appassionante frazione. Buon divertimento!

La cronaca della seconda tappaIl percorso e i favoriti della terza frazioneLa classifica generale della Tirreno-Adriatico 2019 –  Le parole dei protagonisti dopo la tappa di ieri – Tutti i comuni attraversati dalla corsa

 

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

Grazie per averci seguito, appuntamento a domani per la quarta tappa

16.34 Invariata invece la classifica generale nelle prime posizioni, con Adam Yates che resta quindi in maglia azzurra

16.33 Altri quattro italiani si piazzano nella top 10: Nizzolo al quarto posto, Cimolai al sesto, Ballerini al nono e Pacioni al decimo

16.31 ELIAAAA VIVIANIIIIIIIII!!!!!!! VOLATA PERFETTAAAAAA!!!!!!!! Il campione italiano si conferma ancora una volta il velocista del momento e con un altro sprint impeccabile conquista questa terza tappa. La volata è stata lanciata da Sagan, con Viviani che ha sfruttato perfettamente la scia per saltarlo con grande potenza negli ultimi metri. Terzo posto per Gaviria

16.29 ULTIMO CHILOMETRO!! Sagan, Viviani e Gaviria sono tutti davanti

16.28 La BORA – Hansgrohe di Sagan prende il comando delle operazioni

16.27 I corridori entrano negli ultimi 3 chilometri, quindi zona neutralizzata in caso di cadute o incidenti meccanici

16.26 GRUPPO COMPATTO! I fuggitivi vengono ripresi a 4 km dal traguardo, ci si avvia verso la volata

16.25 5 km al traguardo, ancora 15″ per i battistrada

16.23 Gli rientrano subito sulla ruota gli altri tre fuggitivi

16.22 Prova l’azione solitaria in testa Schonberger

16.19 I quattro attaccanti passano sotto l’arco dei 10 km al traguardo con 20″ di vantaggio sul gruppo, tirato sempre dagli uomini della Deceuninck – Quick Step

16.17 Scende ora sotto i 30 secondi il gap ai -11 km

16.16 Anche le squadre degli uomini di classifica restano nelle prime posizioni per proteggere i propri capitani

16.13 Gli attaccanti continuano comunque a crederci, anche se il loro destino sembra ormai segnato

16.09 Scende a 50″ il gap ai -17 km. Ora il gruppo sta spingendo al massimo per riprendere i fuggitivi

16.05 20 km al traguardo, ancora 1’15” per i quattro fuggitivi: Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF), Alexander Cataford (Israel Cycling Academy), Natnael Berhane (Cofidis) e Sebastian Schonberger (Neri-Selle Italia).

16.01 Queste le condizioni di Giacomo Nizzolo, coinvolto in una brutta caduta in precedenza. Vedremo se riuscirà comunque a fare la volata

15.54 Sta calando drasticamente il gap, che ora è di 2′ ai -27 km

15.48 Ora il ritmo in gruppo si è alzato e in coda fa fatica Rafal Majka (BORA – Hansgrohe), caduto durante la cronometro a squadre iniziale

15.43 Si rialza Stepan Kuriyanov (Gazprom-Rusvelo) e restano quindi quattro corridori al comando

15.40 A 40 km dal traguardo è di 3′ il vantaggio dei fuggitivi

15.36 Ricordiamo che al comando ci sono cinque corridori: Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF), Alexander Cataford (Israel Cycling Academy), Stepan Kuriyanov (Gazprom-Rusvelo), Natnael Berhane (Cofidis) e Sebastian Schonberger (Neri-Selle Italia).

15.32 Elia Viviani è andato all’ammiraglia della Deceuninck – Quick Step per parlare direttamente con Bramati sulla strategia per questa parte finale di corsa

15.27 Tom Bohli (UAE Emirates) e Kasper Asgreen (Deceuninck – Quick Step) continuano a fare la maggior parte del lavoro in testa al gruppo

15.22 Situazione stabile, il vantaggio resta invariato e per ora non è ancora arrivata la grande accelerazione in gruppo

15.16 A 55 km dal traguardo il vantaggio dei fuggitivi è di 3’45”

15.12 Il velocista di giornata per la Groupama-FDJ sarà il francese Benjamin Thomas, asso del ciclismo su pista che negli ultimi mondiali a Pruszkow (Polonia) ha soffiata la medaglia di bronzo a Simone Consonni nell’Omnium.

15.10 Giornata tranquilla per l’olandese Tom Domoulin (Sunweb), apparso in buona condizione nella frazione di ieri.

15.08 Il gruppo è molto allungato in questo momento, il vento soffia a favore dei corridori  e l’andatura si sta assestando intorno ai 55 km/h. Tra poco dovrebbero cominciare ad entrare in azione le squadre dei velocisti.

15.04 La corsa sta transitando nei pressi della località di Piegaro, in provincia di Perugia. Restano poco più di 60 km all’arrivo, finite le salite di giornata per il gruppo.

15.00 Anche Davide Cimolai (Israel Cycling Academy) potrebbe essere una delle sorprese sul traguardo di Foligno, il corridore friulano è in ottima condizione e potrà contare sul pieno supporto della squadra.

14.56 Situazione decisamente tranquilla in questo momento. L’attacco dei cinque uomini al comando procede di comune accordo, ma il gruppo controlla tenendo il distacco al di sotto dei quattro minuto. Poco più di 70 km all’arrivo per la testa della corsa.

14.54 Il miglior italiano in classifica generale è il toscano Alberto Bettiol (EF Education First), terzo sul traguardo di ieri. Il corridore italiano ha 52” di ritardo da Adam Yates.

14.50 Lo svizzero Tom Bohli (UAE Emirates) si sta incaricando da diversi chilometri di fare l’andatura in testa al gruppo. Alle sue spalle sempre un uomo della Deceuninck-QuickStep pronto a dare man forte.

14.48 Qualche immagine dalla corsa mentre entriamo negli ultimi 80 km. Il britannico Adam Yates, leader della classifica generale, procede sempre scortato dai propri compagni di squadra.

14.44 Restano soltanto in cinque dunque gli uomini al comando della corsa: Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF), Alexander Cataford (Israel Cycling Academy), Stepan Kuriyanov (Gazprom-Rusvelo), Natnael Berhane (Cofidis) e Sebastian Schonberger (Neri-Selle Italia). Il loro margine è di 3’40” sul gruppo principale.

14.42 Dopo aver conquistato il comando provvisorio della classifica a punti Maestri lascia il gruppo all’attacco e si rialza in attesa di essere ripreso dal gruppo. Scelta corretta dell’uomo della Bardiani-CSF che verosimilmente proverà ad attaccare anche nei prossimi giorni.

14.38 Tra le formazioni più attive in testa al gruppo anche la Jumbo-Visma di Primoz Roglic e del leader della classifica riservata ai giovani Laurens De Plus.

14.36 Secondo successo per Kuriyanov! Secondo posto per Maestri che è stato nettamente superato dal corridore russo sul traguardo volante di Chiusi, l’ultimo in programma quest’oggi.

14.32 Traguardo volante di Chiusi in arrivo per gli uomini all’attacco. Maestri proverà a conquistare altri punti nella classifica della maglia arancione, attualmente indossata dal vincitore di ieri Julian Alaphilippe.

14.28 Entrando negli ultimi 90 km il margine dei battistrada è di 4’15”, sembra ormai chiaro che il destino della fuga dipenda solo e soltanto dal gruppo.

14.26 Un pittoresco scorcio del meraviglioso paesaggio toscano. La seconda parte della tappa vedrà il gruppo lasciare la regione di partenza per entrare in Umbria.

14.22 Brutta notizia intanto per Giacomo Nizzolo (Dimension Data). Il velocista italiano è stato infatti vittima di una brutta caduta nella prima parte della tappa ed è stato medicato vistosamente al braccio sinistro.

14.20 Il prossimo motivo di interesse sarà il traguardo volante di Chiusi, collocato a 86 km dal traguardo. Gli uomini della Bardiani-CSF dovrebbero tornare protagonisti dopo aver lasciato campo libero sull’arrivo in salita.

14.16 Anche il gruppo sta affrontando la salita. Nessun interesse ad aumentare l’andatura da parte delle formazioni più attese che non vogliono far sprecare energie ai propri capitani, il vantaggio degli attaccanti aumenta infatti fino a 4’30”. Il terreno per recuperare non mancherà più avanti.

14.12 Il vantaggio dei sei uomini al comando è tornato a salire superando 4’00”. Ricordiamo la composizione del drappello all’attacco: Mirco Maestri e Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF), Alexander Cataford (Israel Cycling Academy), Stepan Kuriyanov (Gazprom-Rusvelo), Natnael Berhane (Cofidis) e Sebastian Schonberger (Neri-Selle Italia).

14.10 Missione compiuta per Berhane! L’eritreo transita per primo in cima al GPM della Foce salendo al comando della classifica relativa agli scalatori. Il corridore della Cofidis indosserà anche domani la maglia verde.

14.07 Sempre compatta la Mitchelton Scott di Adam Yates. Il britannico indossa la maglia di leader della classifica generale e proverà a difenderla fino al termine della corsa.

14.04 Un corridore a testa per Deceunick-QuickStep e UAE Emirates in testa al gruppo in questo momento. L’obiettivo delle due formazioni è tenere sotto controllo la fuga, il vero e proprio inseguimento inizierà più avanti.

14.00 Due possibili sorprese sul traguardo di oggi potrebbero essere Giacomo Nizzolo (Dimension Data) e Sacha Modolo (EF Education First), entrambi più che validi negli arrivi a ranghi compatti.

13.58 La testa della corsa sta per attaccare il secondo ed ultimo GPM di giornata, la salita della Foce (5.3 km al 4.6%). Al corridore etiope Berhane basta conquistare un punto per salire al comando della classifica riservata agli scalatori.

13.54 La situazione al momento sembra in pieno controllo da parte del gruppo. Il vantaggio dei sei uomini al comando si è stabilizzato intorno ai 3’20”. Mancano ancora oltre 110 km al traguardo.

13.50 Bella immagine alla partenza di Pomarance con i leader delle quattro classifiche della Tirreno-Adriatico 2019. Da sinistra Adam Yates (Mitchleton Scott), Natnael Berhane (Cofidis), Laurens De Plus (Jumbo-Visma) e Julian Alaphilippe (Deceunick-QuickStep).

13.47 L’arrivo di giornata sembra particolarmente adatto anche alle caratteristiche del fuoriclasse slovacco Peter Sagan (BORA-hansgrohe), ma il tre volte campione del mondo ha attraversato una settimana complicata per alcuni problemi intestinali e non è al 100% della condizione.

13.44 L’antagonista principale è il colombiano Fernando Gaviria (UAE Emirates), anche per lui tre vittorie in stagione. Si annuncia un duello stellare sul traguardo di Foligno!

13.42 Il principale favorito per questa terza tappa è senza dubbio Elia Viviani (Deceunick-QuickStep). Il corridore veronese ha già raccolto tre vittorie in stagione aggiudicandosi una tappa al Tour Down Under e allo UAE Tour e vincendo la Cadel Evans Great Ocean Road Race.

13.40 Quattro dei sei fuggitivi di giornata erano anche all’attacco anche ieri (Berhane, Maestri, Kuriyanov e Schonberger). Berhane ha raccolto altri punti importanti per la classifica relativa agli scalatori, mentre Maestri proverà ad aggiudicarsi lo sprint intermedio di Chiusi dopo essere transitato in seconda posizione alle spalle di Kuriyanov a Monticiano.

13.37 Due brutte notizie in chiave Italia in questa prima parte di tappa. Hanno infatti lasciato la corsa Fabio Felline (Trek-Segafredo), che non è neppure partito a causa di alcuni problemi al ginocchio, e soprattutto Damiano Caruso (Bahrain Merida). Nessuna notizia sulle ragioni del ritiro del siciliano, compagno di squadra fondamentale per Vincenzo Nibali.

13.34 Diamo un’occhiata al tracciato di questa terza frazione che sulla carta dovrebbe rappresentare un obiettivo per gli sprinter. La corsa ha già superato il Passo del Rospatoio, primo GPM di giornata, e si sta dirigendo verso la salita della Foce dopo la quale ci sarà quasi soltanto pianura.

13.32 Vediamo subito qual è la situazione della corsa, che ha preso il via alle ore 11.00. Al momento sono all’attacco sei corridori: Mirco Maestri e Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF), Alexander Cataford (Israel Cycling Academy), Stepan Kuriyanov (Gazprom-Rusvelo), Natnael Berhane (Cofidis) e Sebastian Schonberger (Neri-Selle Italia). Il loro vantaggio sul gruppo principale è di circa 3’30” quando sono stati percorsi quasi 100 km.

13.30 Buon pomeriggio e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza tappa della Tirreno-Adriatico 2019, una frazione di 226 km da Pomarance a Foligno prevalentemente pianeggianti.

roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FiledIMAGE / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top