LIVE Parigi-Nizza 2019, Sesta tappa in DIRETTA: Sam Bennett vince in volata, Matteo Trentin terzo


Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della sesta tappa della Parigi-Nizza 2019. Oggi i corridori affronteranno una frazione mossa, visto che i 176 km da Peynier a Brignoles presentano un percorso ricco di insidie nel finale, che potrebbe regalare anche diversi colpi di scena. Negli ultimi 60 km verranno infatti affrontati tre GPM: Côte de la Sainte-Baume, Côte de Mazaugues e Côte de Sainte-Philomène, salite non dure, ma che potrebbero comunque essere un buon trampolino di lancio per qualche attacco. Il polacco Michal Kwiatkowski proverà a sfruttare il finale per rafforzare la propria leadership in classifica generale, ma dovrà stare attento soprattutto a Luis León Sánchez e Philippe Gilbert. Un arrivo che si adatta bene anche ai nostri Matteo Trentin e Sonny Colbrelli, già in evidenza nelle scorse tappe e che in caso di una volata ristretta potranno ambire al successo. OASport vi propone la DIRETTA LIVE della sesta tappa della Parigi-Nizza 2019: cronaca in tempo reale ed aggiornamenti costanti per non perdervi nulla di questa corsa. Appuntamento alle 13.45. Buon divertimento!

(Foto: Radu Razvan Shutterstock.com)

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLA TERZA TAPPA DELLA TIRRENO-ADRIATICO DI OGGI (15 MARZO)

La presentazione della tappaLa classifica generale

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

 

Grazie a tutti per averci seguito. Appuntamento a domani con l’ottava tappa.

16.26 L’irlandese Sam Bennett (Bora-hansgrohe) ha vinto la sesta tappa davanti al francese Arnaud Demare (Groupama-FDK) e all’italiano Matteo Trentin (Mitchelton-Scott). Quarto Degenkolb, quinto Coquard. Kwiatkowski si conferma al comando della classifica generale.

16.25 VINCE BENNETT! Esce all’improvviso negli ultimi 50 metri e supera Demare che ormai sembrava aver vinto. Secondo successo per il velocista della Bora-hansgrohe, Matteo Trentin si deve accontentare della terza posizione.

16.25 Lanciata la volata!

16.24 ULTIMO CHILOMETRO. Trentin con grande esperienza si porta in quarta posizione, Colbrelli sulla sua ruota.

16.23 Trenino perfetto per Demare, attenzione perché ci sono anche Trentin e Colbrelli che ci vogliono provare.

16.22 Il gruppo riprende i due impavidi quando mancano 2,5 km.

16.21 ATTENZIONE! Kwiatkowski e Izagirre proseguono dritti dopo il traguardo volante! Mancano 3 km, il gruppo principale deve inseguire: plotone trainato dalla squadra di Demare.

16.20 Kwiatkowski vince lo sprint intermedio e nelle retrovie cadono Ewan, Laporte e Ciccone. Mancano 4 km.

16.19 Izagirre attaccanti seguito da Luis Leon Sanchez in vista del traguardo volante, Kwiatkowski si accoda.

16.18 Entriamo negli ultimi 5 km, diamo uno sguardo all’altimetria.

16.16 Mancano 7 km all’arrivo, si vede anche Gilbert davanti. Le squadre iniziano a muoversi in vista della volata.

16.14 Tra quattro chilometri ci sarà un traguardo volante, qualcuno potrebbe essere interessato ai secondi d’abbuono.

16.12 Questi gli uomini che dovrebbero giocarsi la vittoria: Sam Bennett, Matteo Trentin, Alexander Kristoff, Caleb Ewan, Sonny Colbrelli, John Degenkolb. Vento contrario a condizionare gli ultimi 9 km di corsa.

16.11 Ecco il sasso preso in pieno da Bakelants, brutta caduta che ha condizionato il finale di tappa. Anche Krisotff è rimasto attardato ma sta per rientrare tutto solo.

16.10 Entriamo negli ultimi 10 chilometri, sono rientrati tutti dopo la caduta di pochi istanti fa. Ora le squadre dovrebbero organizzarsi per un’annunciata volata ristretta.

16.08 Davanti sono presenti Caleb Ewan, Matteo Trentin, Sonny Colbrelli, Alexander Kristoff, Arnaud Demare: sono i grandi favoriti per la vittoria di tappa. Kwiatkowski conserverà la maglia gialla.

16.06 Davanti rallentano per fare rientrare gli uomini coinvolti nella caduta.

16.04 Attenzione! Caduta nelle retrovie del gruppo principale. Un sasso ha mandato a terra Bakelants e Vals Ferri. Il plotone si è spezzato quando mancano 14 km.

16.02 Il gruppo dei migliori, composto da una trentina di unità, transita compatto sull’ultimo GPM di giornata. Mancano 18 km al traguardo, tutti in discesa e in pianura.

16.00 Attenzione a Sanchez che sta ben pedalando nelle posizioni che contano, sembra motivato a piazzare una zampata.

15.58 Mancano tre chilometri al GPM, 20 km al traguardo. Sempre la Michelton-SCOTT a guidare il gruppo. Nell’ordine: Bauer, Rowe, Kwiatkowski.

15.56 Groenewegen non riuscirà a rientrare, questa lunga ascesa lo ha chiaramente tagliato fuori di scena. Ricordiamo che la maglia gialla è sulle spalle di Kwiatkowski.

15.54 Ottimo lavoro di Mikel Nieve in testa al gruppo.

15.52 Inizia la salita che porta alla Cote de Sainte-Philomene. Sono 8 km al 3,5% di pendenza media.

15.50 La Mitchelton-SCOTT guida il gruppo principale, vento trasversale. Attenzione perché il plotone Groenewegen sta cercando di recuperare, ora è a 18 secondi.

15.48 Ora mancano 26 chilometri al traguardo, il gruppo si dirige verso la Cote de Sainte-Philomene. Il gruppo principale ha 38” di margine sul plotoncino di Groenewegen che non riesce a rientrare, staccato anche Simon Yates.

15.46 Niente abbuono per Quintana, beffato da Haig! Luis Leon Sanchez ha vinto lo sprint intermedio (3” di abbuono) davanti a Ion Izagirre (2”) e Haig (1”).

15.45 Nairo Quintana ha sprintato per prendere l’abbuono, dovrebbe aver conquistato un secondo. Attendiamo il verdetto ufficiale.

15.43 Un chilometro al traguardo volante.

15.40 Momento cruciale della corsa, qui potrebbe decidersi buona parte della tappa. Nelle posizioni che contano vediamo anche Quintana e Trentin.

15.38 Il gruppo si sta dirigendo verso il Col de la Bigue dove è posto uin traguardo volante. Quando si scollinerà inizierà una discesa abbastanza impegnativa.

15.36 Dunque mancano 36 km al traguardo, il gruppo con i migliori velocisti e i favoriti per la vittoria di tappa ha 30 secondi di margine su un plotone in cui figurano De Gendt e Groenewegen, vincitore delle prime due tappe.

15.34 ATTENZIONE. Simon Yates e Dylan Groenewegen non sono nel primo gruppo: il ritmo di Garcia ha spezzato il plotone in due tronconi separati tra loro da 34”.

15.32 Il transito al GPM di Mazaugues: Garcia, Bauer, Geoghegan. Tratto di fondo valle, gruppo compatto ma lanciato ad altissima velocità sotto lo spunto di un indemoniato Garcia. La Bahrain Merida insiste.

15.31 Siamo già in discesa, mancano 44 km al traguardo: gruppo compatto.

15.30 Thomas De Gent in difficoltà, è in fondo al gruppo: ha pagato dazio su questa salitella di terza categoria. Velocità elevatissima sostenuta dalla Bahrain Merida.

15.28 Salita presa di petto, la Bahrain Merida fa il ritmo.

15.26 Ricordiamo l’altimetria della tappa.

15.25 Inizia il Col de Mazaugues, 1.3 km al 6,3% di pendenza media. Soffia un vento fortissimo!

15.22 C’è il ricongiungimento. Il gruppo ha ripreso i tre fuggitivi della prima ora quando mancano 48 km al traguardo.

15.19 La Quick Step sta lavorando duramente in gruppo per Gilbert. Anche la Bahrain lavora per Colbrelli.

15.16 Nel tratto in discesa il terzetto ha riguadagnato qualche secondo di vantaggio, a 53 km dal traguardo i tre fuggitivi hanno 20” secondi di vantaggio sul gruppo.

15.13 Mauro Finetto passa per primo al GPM seguito da Laurent Pichon e Alex Kirsch. Il gruppo è a soli 15″

15.10 Accelerazione da parte di Mauro Finetto! Mentre il belga Thomas De Gendt (Lotto Soudal) fuoriesce dal gruppo della maglia gialla

15.07 Un chilometro allo scollinamento per la testa della corsa

15.04 Alcuni corridori perdono contatto dal gruppo. Tra di loro l’olandese Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick-Step)

15.02 Il gruppo è a soli 40″ dai tre fuggitivi

15.00 Arriva anche la Sky di Kwiatkowski e Bernal in testa al gruppo, mentre Mauro Finetto (Delko Marseille), Laurent Pichon (Arkea Samsic) e Alex Kirsch (Trek-Segafredo) stanno affrontando la salita

14.58 Ricordiamo che la prima ascesa di giornata, ovvero il GPM di 2^ categoria della Cote de la Sainte-Baume, misura 5 km con una pendenza del 5%

14.53 La Deceuninck-Quick Step si riporta in testa al gruppo, mentre la fuga è a 1’40”

14.50 Oltrepassati i 100 km di gara, gli attaccati si apprestano ad affrontare la prima ascesa di giornata: la Cote de la Sainte-Baume

14.47 Dopo una forte accelerazione, il gruppo maglia gialla rallenta il ritmo per non riprendere i tre fuggitivi nel caso di possibili e prematuri attacchi nel plotone

14.43 Il loro vantaggio si riduce notevolmente. Siamo a 1’45” sul gruppo

14.37 Gli attaccanti hanno percorso 37,4 km durante la seconda ora di gara, per una media complessiva di 40,1 km/h:

14.35 Dei tre uomini in fuga, il migliore nella classifica generale è il lussemburghese Alex Kirsch (Trek-Segafredo), 49° a 15’32” da Kwiatkowski

14.31 Nel frattempo, caduta e ritiro per lo spagnolo Francisco Ventoso (CCC Team)

14.28 Il gruppo è guidato dalla Deceuninck – Quick-Step, Groupama-FDJ e UAE Team Emirates. Mentre i fuggitivi hanno un vantaggio di 2’15”

14.24 Splendida giornata di sole alla Parigi-Nizza, ma il vento non concede tregua

14.20 Caduta per Luka Mezgec (Mitchelton-Scott), ma lo sloveno riesce prontamente a rientrare in gruppo

14.18 Siamo a 83 km all’arrivo e il vantaggio dei fuggitivi è di 2’20”

14.15 Coinvolti Lawson Craddock (EF Education First), Quentin Pacher (Vital Concept) e altri corridori che sono tornati prontamente in sella alle loro bici

14.13 Caduta in gruppo!

14.11 La UAE Team Emirates è molto attiva in testa al gruppo per Alexander Kristoff, uno dei possibili favoriti del giorno

Questa è l’attuale classifica generale dominata da Michal Kwiatkowski (Sky)

Qui il profilo altimetrico della tappa odierna:

13.59 Ricordiamo i nomi dei tre fuggitivi: il nostro Mauro Finetto (Delko Marseille), il francese Laurent Pichon (Arkea Samsic) e il lussemburghese Alex Kirsch (Trek-Segafredo)

13.55 In caso di volata a ranghi ristretti, le speranze italiane sono riposte in Matteo Trentin (Mitchelton-Scott) e Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida)

13.50 Finora sono stati percorsi 80 km e la fuga ha 2’30” di vantaggio sul plotone

13.46 Si prospetta un’altra giornata fortemente condizionata dal vento laterale che potrebbe danneggiare il gruppo

13.44 Da segnalare la foratura del beniamino di casa Romain Bardet (AG2R La Mondiale)

13.42 Groupama-FDJ, Team Sky e Deceuninck-Quick-Step son le tre squadre più impegnate in testa al gruppo della maglia gialla

13.41 In precedenza hanno tentato un allungo anche lo spagnolo Ivan Cortina (Bahrain Merida) e il francese Lilian Calmejane (Direct Energie), ma il loro allungo è stato annullato in breve tempo

13.39 Attualmente il loro vantaggio sul gruppo è di 2’10”

13.37 La situazione in corsa prevede una fuga di tre corridori, ossia Mauro Finetto (Delko Marseille), il francese Laurent Pichon (Arkea Samsic) e il lussemburghese Alex Kirsch (Trek-Segafredo)

13.34 ll favorito per il successo finale di questa Parigi-Nizza resta l’attuale leader, ossia il polacco Michal Kwiatkowski (Sky), ma deve stare attento al compagno di squadra Egan Bernal, il fortissimo talento colombiano che si trova a soli 15″ dalla vetta della classifica. Infine non vanno dimenticati lo spagnolo Luis Leon Sanchez (Astana) e il colombiano Nairo Quintana (Movistar), che non sono poi così lontani

13.32 La frazione odierna è di 176,5 km da Peynier a Brignoles. Una tappa preposta per gli attacchi da lontano ma che presenta due ascese: la Cote de la Sainte-Baume (5.1 km al 5.0%) e la Cote de Sainte-Philoméne (8.1 km al 3.0%), che potrebbero risultare interessanti da parte degli uomini della generale

13.30 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della sesta tappa della Parigi-Nizza 2019

Lascia un commento

scroll to top