Volley, Mondiali 2018: ITALIA ATOMICA! Slovenia travolta, pokerissimo di vittorie: azzurri imbattuti, si sogna in grande


Il pokerissimo è servito, l’Italia ruggisce e mostra i muscoli, graffia e azzanna ai Mondiali 2018 di volley maschile. Gli azzurri hanno sconfitto la Slovenia per 3-1 (23-25; 25-19; 25-13; 25-18) e hanno così chiuso a punteggio pieno la prima fase della rassegna iridata: 5 vittorie, 15 punti raccolti, solo due set persi, record straordinario con cui presentarsi alla seconda fase che giocheremo dal 21 al 23 settembre al Mediolanum Forum di Assago – Milano.

I ragazzi del CT Chicco Blengini dovevano assolutamente imporsi contro i balcanici per aumentare le chance di accedere poi alla Final Six e hanno completato la missione davanti ai 7500 spettatori del Mandela Forum di Firenze: ora due giorni di riposo con tanto di trasferimento nel capoluogo lombardo dove affronteremo Finlandia, Russia e Olanda. Un girone alla portata dei padroni di casa che possono concretamente puntare a essere tra le sei grandi del Pianeta che si giocheranno il titolo nella terza fase di Torino: si qualificheranno le vincitrici dei quattro gironi della seconda fase e le due migliori seconde (una per le due pool italiane e una per le due pool bulgare).

L’Italia oggi ha faticato nel primo set risultando troppo contratta, imprecisa e fallosa soprattutto in attacco e in difesa. Poi nel secondo set la svolta con l’ingresso di Gabriele Maruotti al posto di uno spento Filippo Lanza, da quel momento la nostra Nazionale ha alzato il ritmo e ha letteralmente surclassato i Draghi di Boban Kovac che non sono più stati capaci di reagire tra terzo e quarto parziale. Show ancora di uno scatenato Ivan Zaytsev (18 punti, 3 muri), Osmany Juantorena determinante in diversi frangenti soprattutto nel secondo parziale (13), Daniele Mazzone si è distinto a muro (3) e al servizio realizzando 11 punti accanto all’altro centrale Simone Anzani (10), Gabriele Maruotti strepitoso (6), ottima la regia di Simone Giannelli e Massimo Colaci sempre determinante nel ruolo di libero. La Slovenia ha iniziato bene picchiando forte al servizio e in attacco, poi gli azzurri hanno trovato i giusti accorgimenti e hanno annichilito i vari Mitija Gasparini (14), Tine Urnaut (11) e Klemen Cebulj (10).

Primo set punto a punto, Italia troppo discontinua e a strappi. Ci portiamo sul 10-8 grazie a due muri di Anzani e Lanza su Gasparini, poi anche Mazzone stampa Urnaut (12-10) ma i balcanici sono sempre lì, sfruttano qualche difficoltà in difesa degli azzurri e ci mettono paura. Riprendiamo un altro break con il muro di Anzani su Urnaut (16-14) ma due stoccate di Gasparini e un muro subito da Anzani regalano il 18-17 ai Draghi. Fa malissimo l’ace di Gasparini (20-18), cerchiamo di rimanere lì col primo tempo di Mazzone e una legnata di Zaytsev (22-23), ma a chiudere ci pensa Cebulj.

L’Italia parte in maniera contratta anche nel secondo set, sbaglia tantissimo in difesa e in ricezione, soffre i colpi di Urnaut e va sotto 4-1 che diventa 5-2 sull’attacco out di Zaytsev. A suonare la carica è però proprio lo Zar con un ace e un contrattacco (8-8). Lotta punto a punto (spettacolare 11-10 portato a casa dopo uno scambio di 20 secondi), entra Maruotti per uno spentissimo Lanza, sul 14-14 sale in cattedra Juantorena: due attacchi consecutivi micidiali che valgono il 17-15, poi arrivano l’ace di Giannelli e il muro di Anzani (20-16). Gli azzurri si sciolgono, ace di Juantorena e stampatona di Anzani per il 24-18 poi sempre Simone chiude col primo tempo.

Terzo set letteralmente dominato dall’Italia che si fa trascinare da un sorprendente Maruotti e dalle sue stelle. Proprio Gabriele ci porta sul 5-2 con un mani fuori, Juantorena trova l’ace del 6-2, Maruotti si scatena in attacco firmando 8-3. La Slovenia crolla inesorabilmente, allunghiamo con un ottimo Mazzone e col solito Maruotti (13-7), ormai il distacco è enorme e l’Italia controlla agevolmente. Da annotare una difesa pazzesca di Colaci sul 20-12, l’ace di Mazzone e la combinata di Anzani (muro-primo tempo) che chiude i conti.

L’Italia controlla la situazione nel quarto set, vola sul 10-7 col muro di Mazzone su Gasparini, allunghiamo con un’altra stampata di Zaytsev (14-11), dominiamo in attacco e ci pensa Anzani a chiuderla.

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO E LE DATE DELLE PARTITE DELL’ITALIA NELLA SECONDA FASE

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO COMPLETO, LE DATE E GLI ORARI DELLA SECONDA FASE DEI MONDIALI DI VOLLEY





Foto: FIVB

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

8 Replies to “Volley, Mondiali 2018: ITALIA ATOMICA! Slovenia travolta, pokerissimo di vittorie: azzurri imbattuti, si sogna in grande”

  1. Nany74 ha detto:

    @Fabio90: non posso fare il “replica” perchè non mi da il pulsante, per cui scrivo qui. Sono d’accordo sul risparmiare qualche giocatore, ma sono convinto che Blengini ha la sua tattica e, soprattutto, parlerà molto con i giocatori, quindi mi fido delle sue decisioni. Sotto sotto anche io avrei un approccio simile, nel senso che per me la squadra titolare è questa, le riserve entrano per necessità durante l’incontro oppure per scelta tecnica, ma tenderei anche io a non cambiare troppo, anche se così sicuramente verranno restituiti ai club degli atleti abbastanza spompati, ma questo è il solito discorso. Anche io attendo con trepidazione la fase “calda”…quelle partite dove mi sentono bestemmiare anche dall’altra parte della strada…hehehe…altro che visione in relax. Resta che questo cambio di regolamento è l’ennesima dimostrazione di un mondo che forse meriterebbe un professionismo reale e non un dilettantismo mascherato….speranza che nutro oramai da anni, ma sempre disattesa…

  2. ale sandro ha detto:

    Mi sembra che agli azzurri importi poco di qualunque avversario debbano incontrare , visto che tanto prima o poi è il turno di tutti.
    E’ la seconda partita del girone quella con la Russia, quindi sarebbe senza logica non giocare al massimo per portarla a casa. Tra l’altro per la situazione degli altri gironi, mi pare anche che i russi potrebbero qualificarsi persino perdendo con gli azzurri ,come eventuale miglior seconda.Poi se si parla di fare altri calcoli nell’ultima giornata,spero non ci pensino neanche perchè non credo proprio sia il caso.
    Comunque fino a questo momento bene così.

    1. Fabio90 ha detto:

      Fare tattiche nell’ultima partita con gli olandesi per eliminare i russi no, però nemmeno possiamo non dare importanza alla possibilità di eliminarli battendoli (ma come dici tu essendo la seconda partita non ci sono dubbi), perchè in una finale Italia-Russia, nonostante questa prima parte dei Mondiali vedrei favorita assolutamente la Russia. Ci sono tanti casi in cui una squadra superfavorita stava per essere eliminata per poi salvarsi e vincere ( ricordo l’inter di mourinho a kiev o tennisti favoriti che hanno rischiato al secondo turno per poi vincere il torneo) Per me i grandi favoriti per la vittoria finale sono Russia e Brasile e subito dopo Italia-Usa-Francia e questo senza voler considerare questa prima parte del Mondiale.
      Certo è che se la Russia dovesse passare, lo farebbe da seconda e prenderebbe nel girone a 3, due vincitrici degli altri gironi (quindi in teoria anche il Brasile), in generale questa partenza non ottimale di Russia e Francia dovrebbe fare in modo o che escano nella seconda fase o che comunque si possano ritrovare in un girone a 3 dove si eliminano tra loro.

      1. ale sandro ha detto:

        Si Fabio, ma è sempre stato così, nella pallavolo proprio noi al primo mondiale vinto le buscammo da Cuba nel girone per 3-0, giocando seriamente però. Poi vincemmo la finale proprio contro i caraibici.
        Nel tennis un sacco di volte al Masters di fine anno, chi perdeva nel girone si ritrovava poi in finale, contro lo stesso avversario da cui aveva perso , riuscendo però a batterlo e vincere il titolo. E’ lo sport.

        La Russia è sempre forte, a prescindere da tutto. E’ chiaro che noi dovremo battere la Finlandia , vincere contro la Russia per chiudere in testa il girone.
        Poi se vorrà Blengini far recuperare i titolari e schierare le riserve nessun problema , lo capirei benissimo.
        Mi immagino un Baranowicz che si mette a fare i calcoli contro gli olandesi…si si , ma quando mai 😀
        Per fortuna in quel caso , secondo me, le riserve giocherebbero col coltello tra i denti.
        Che ci siano i titolari o le riserve i nostri, a maggior ragione in casa, devono giocare sempre per vincere.
        Poi come dici tu, se passasse come seconda la Russia si ritroverebbe comunque altre squadracce ,quindi si scornerebbero tra loro.
        Ai nostri deve importare poco.

        Intanto per rigirare la frittata il regolamento con una burattinata di regime (cit.) degna della Fivb è cambiato. In fondo non sarei neanche tanto in disaccordo, bastava lo dicessero dall’inizio del torneo invece di fare minchiate.

        1. Nany74 ha detto:

          Premetto che nel mio intervento era sottinteso che, se vuoi vincere il mondiale, prima o poi devi battere le squadre più forti, punto. La mia è più una soddisfazione personale di vedere uno squadrone come la Russia, tornare a casa anzitempo, ma questo varrebbe anche per il Brasile, par condicio! 🙂
          Sul cambio di regolamento oramai neanche mi esprimo: sono talmente tante le porcate che combinano, che questa è solo l’ultima in ordine di tempo! Chissà chi sarà andato a protestare per avere questa modifica…non ho nemmeno voglia di farmi conti e conticini per capire a chi possono aver fatto un favore…fanno schifo e basta!
          Da ex praticante, non ci devono essere calcoli, titolari o riserve: si va in campo per vincere! E poi fare una figura da culo in casa ed in diretta su Rai2 onestamente a me, da giocatore, darebbe un po’ di fastidio……..

          1. Fabio90 ha detto:

            Non so chi abbia avvantaggiato, sicuro non le squadre medio-deboli. Le quarte classificate come la Finlandia passano alla seconda fase giusto per timbrare il cartellino. Per l’Italia è stato un buon calendario ( e non parlo delle squadre sorteggiate) perchè ha avuto prima di tutto meno gare concentrare avendo fatto la prima gara qualche giorno prima del vero inizio dei mondiali, e poi perchè ha affrontato Slovenia e mi sembra anche Argentina il giorno dopo aver riposato al contrario delle due squadre citate, ora nella seconda fase per protocollo diciamo, la prima del girone deve affrontare la quarta e per noi partire subito con la vittoria contro i finlandesi praticamente ci qualifica già prima ancora delle due gare successive, insomma al momento è tutto al posto giusto, poi è chiaro che dalla terza fase in poi è una battaglia incredibile e non vedo l’ora, e pensare che con una seconda e terza fase + semifinali ancora da disputare, il mondiale finisce tra 11 giorni! Questo fa capire quanto sia mostruosamente concentrato in poco tempo ( motivo per il quale in un altro commento dissi che contro la Rep.Dominicana avrei francamente risparmiato qualcuno, in particolare Juantorena)

  3. Nany74 ha detto:

    Sono d’accordo con Fabio. Al di là della qualificazione, l’obiettivo è togliersi di torno i Russi. E pensare che prima del mondiale avrei scommesso su una loro vittoria…
    Ho visto una buona squadra, con carattere. Il primo set ci hanno aggredito e siamo andati in difficoltà, ma calcoliamo che le partite precedenti, non erano state così toste, per cui dovevamo un po’ riabituarci al gioco “duro”. A prescindere da quello che diceva Colantoni in diretta tv (troppi errori, imprecisi ecc ecc…qualcuno gli tiri il collo per favore!!), bisogna calcolare che c’era un avversario niente male dall’altra parte della rete e che non sono lì per guardarci vincere, anzi !! Ora testa bassa, concentrazione e pensare ad una partita per volta…la strada è ancora lunga, ma le premesse sono buone, anche dalla panchina!

  4. Fabio90 ha detto:

    Non bisogna sottovalutare l’Olanda. ma certo siamo ben messi, considerando una vittoria con la Finlandia.
    L’unica cosa, a prescindere dal trovarsi praticamente qualificati, se ci fosse la possibilità di eliminare la russia, bisogna giocarla come se fosse la finale del mondiale, perchè farla uscire avrebbe un peso esagerato poichè non mi meraviglierei di vederla poi vincere nonostante sia arrivata ad un passo dall’eliminazione ( perchè la russia per passare è obbligata a battere sia noi che gli olandesi, dovessimo battere i russi faremmo un colpo che può segnare questo mondiale)

Lascia un commento

scroll to top