Softball, Mondiali 2018: l’Italia combatte ma non basta. Il Canada si impone per 1-0

L’Italia ha cuore da vendere, ma ancora una volta questo non è bastato. Dopo il 3-2 con l’Australia, anche il secondo impegno di giornata ai Mondiali di softball si chiude con una sconfitta. Il Canada si è imposto per 1-0, infliggendo alle azzurre il terzo ko consecutivo.

È una consolazione magra, alla luce del risultato, ma anche stavolta l’Italia se l’è giocata alla pari contro una Nazionale più quotata. Il manager Enrico Obletter era stato profetico alla vigilia, dicendo che a questo livello sono i dettagli a fare la differenza, solo che anche oggi gli episodi non sono stati a favore delle azzurre. Dopo un avvio equilibrato, con Amanda Fama ed Erika Piancastelli che non sono riuscite a ripetere la bella partenza con l’Australia contro la lanciatrice canadese Sara Ann Plourde, e un potenziale pericolo sventato da Ilaria Cacciamani (partente per la seconda volta consecutiva), bravissima a salvarsi dopo aver concesso tre delle cinque valide totali del Canada nel primo inning, la partita si è sbloccata nella seconda ripresa.

Larissa Franklin ha prima battuto un potente triplo a sinistra, poi, dopo la base ball concessa a Schroeder, è giunta fino a casa per il decisivo punto dell’1-0 sul batti e corri di Wideman. Una giocata singola ma determinante, perché poi non è successo granché. Il Canada, come detto, non ha poi battuto valide, né contro Cacciamani, né contro Greta Cecchetti, subentrata nella quarta ripresa. È stata l’Italia, al contrario, a riempire le basi, ma i colpi di Fabrizia Marrone, Marta Gasparotto e Mariel Bertossi sono rimasti isolati. Proprio quest’ultima, al sesto, è riuscita a spingersi fino in seconda, ma il pericolo è stato prontamente disinnescato dal rilievo Danielle Lawrie.

Terza sconfitta in tre gare, dunque, per un’Italia che ha reagito bene psicologicamente alla batosta con l’Australia ma che ancora una volta raccoglie meno di quanto effettivamente meritato. Il Mondiale è in ogni caso ancora lungo, ma il margine di errore si è ridotto notevolmente. Vietato sbagliare, a partire da domani con il Botswana.

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL SOFTBALL

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIBS – MG/Oldmanagency

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuoto sincronizzato, Europei 2018: Italia terza nei preliminari del duo libero. Russia davanti a tutte

Canottaggio, Europei 2018: INARRESTABILI! Vittoria nettissima per il 4 di coppia pl, è oro! Bronzo per Patelli-Bertolasi