Giro d’Italia 2018, risultato dodicesima tappa: Sam Bennett sfreccia ad Imola, terzo Niccolò Bonifazio


Tappa molto più complicata del previsto quella di oggi al Giro d’Italia 2018: la dodicesima frazione, partita da Osimo e giunta ad Imola, di 214 chilometri, è stata sconvolta soprattutto dal maltempo. A trionfare però è uno dei grandi favoriti di giornata, l’irlandese Sam Bennett: arriva la doppietta per l’irlandese della BORA-hansgrohe che vince addirittura per distacco con un’azione davvero eccezionale. Non ci sono stati sconvolgimenti in chiave classifica generale, ma in tanti hanno rischiato di perdere secondi dalla Maglia Rosa Simon Yates.

Cinque corridori in fuga nella primissima fase di gara: Marco Frapporti (Androni-Sidermec), Mirco Maestri e Manuel Senni (Bardiani-CSF), Jacopo Mosca ed Eugert Zhupa (Wilier Triestina-Selle Italia). Il gruppo ha lasciato fare, gestendo però la situazione: vantaggio massimo di 4′ infatti per gli attaccanti che non hanno avuto tanto spazio per andar via. BORA-hansgrohe, EF-Drapac e Quick Step in testa al plotone a dettare l’andatura.

La corsa è stata sconvolta a circa 60 chilometri dal traguardo: un’ondata di maltempo è arrivata sulla carovana, con tantissima pioggia a bagnare i corridori e le strade. Anche il vento ha colpito Simon Yates e compagni: mentre il gruppo stava per raggiungere gli attaccanti, che a circa 20 chilometri dall’arrivo si sono definitivamente arresi, tante unità hanno perso contatto dal plotone. Tra di loro anche tanti pezzi grossi: da Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida) a Miguel Angel Lopez (Astana) passando per Richard Carapaz (Movistar) e George Bennett (LottoNL Jumbo).

Un parziale ricongiungimento è arrivato in vista del primo passaggio sotto la linea del traguardo: dal plotone è riuscito ad evadere in solitaria Tim Wellens (Lotto Fix All), mentre non ha tenuto le ruote dei rivali Elia Viviani, la Maglia Ciclamino che ha dovuto alzare bandiera bianca. Niente da fare neanche per Wellens, raggiunto sulla salita dei Tre Monti, dove si sono succeduti scatti e controscatti: tra i protagonisti Sergio Henao (Team Sky). In un primo momento è intervenuta in prima persona anche la Maglia Rosa Simon Yates, che poi ha lasciato spazio alle seconde linee. Proprio in cima, in vista del GPM, hanno trovato spazio Diego Ulissi (UAE Emirates) e Carlos Betancur (Movistar).

Nella successiva discesa azione fenomenale da parte di Matej Mohoric (Bahrain-Merida), che ha raggiunto la coppia e ha provato ad andarsene, ma eccellente è stato il lavoro della Bora-hansgrohe per tappare il buco. Proprio a volata lanciata la coppia Mohoric-Betancur è stata raggiunta da una sparata clamorosa di Sam Bennett: sprint di circa 300 metri dell’irlandese che salta a velocità tripla i rivali e vince praticamente per distacco. Piazzamenti per Danny Van Poppel (LottoNL-Jumbo) e Niccolò Bonifazio (Bahrain-Merida).





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Comunicato stampa RCS – LaPresse – Alpozzi

Lascia un commento

scroll to top