Ginnastica, Trofeo di Jesolo 2018: l’Italia si lancia verso la supersfida. Mori e Meneghini veterane, la classe 2003 ci riprova: le azzurre ai raggi X

L’Italia si avvicina a grandi passi al Trofeo di Jesolo, la grande Classica della Polvere di Magnesio in programma il 14-15 aprile. Si preannuncia un appuntamento imperdibile e scoppiettante con il meglio del movimento internazionale che regalerà grandi emozioni. L’Italia si lancia verso la sfida con USA, Cina, Russia, Gran Bretagna, Canada, Francia, Germania, Brasile e proverà a ben figurare di fronte al proprio pubblico. La nostra Nazionale si ritroverà al PalAlgeco di Brescia per un mini collegiale (11-13 aprile), utile per fare un punto della situazione e per scegliere chi fare scendere in campo.

Le nostre punte di diamante sono Lara Mori ed Elisa Meneghini, le uniche due veterane del gruppo, desiderose di mettersi in luce anche al PalaArrex. La comasca è reduce dalla vittoria in Coppa del Mondo a Doha dove anche la toscana ha avuto modo di mettersi in luce: entrambe stanno attraversando un buon momento di forma e una chance in questa competizione di alto livello sarà molto importante per lanciarsi con convinzione verso gli appuntamenti più importanti della stagione. Entrambe sono ottime all-arounder, eccellono al corpo libero (Lara ha conquistato Finali agli Europei e ai Mondiali lo scorso anno) ed Elisa ha nelle gambe una trave di assoluto spessore.

Giada Grisetti torna in auge dopo la rassegna continentale della scorsa stagione e porterà in gara le sue nuove parallele, un esercizio che può emergere in certi contesti e che sembra molto interessante. Altra occasione importante per Desiree Carofiglio dopo la bella gara disputata in Serie A e la positiva esperienza ai Mondiali: attenzione soprattutto al suo volteggio. L’Italia sconta comunque diverse assenze di peso a causa dei ben noti problemi fisici di alcune veterane (Vanessa Ferrari, Erika Fasana, Martina Rizzelli) e di giovani di spicco che sono state sfortunate negli ultimi mesi (su tutte Sofia Busato e Martina Maggio). Si deve dunque ripartire e non meraviglia se buona parte delle seniores è alla prima grande gara tra le big: promette bene Martina Basile che già agli Eurojuniores era salita sul podio all-around e vuole continuare a crescere, Caterina Cereghetti sta ben figurando in Serie A e merita questa chance, salto di qualità atteso anche per Sara Berardinelli e Maria Vittoria Cocciolo, Francesca Noemi Linari aveva già avuto modo di esprimersi.

L’Italia è però molto forte con le juniores, la classe 2003 vuole farsi grande in vista del prossimo anno quando si farà davvero sul serio. Asia D’Amato, Elisa Iorio e Giorgia Villa puntano a un risultato di prestigio, in collegiale saranno affiancate da Alessia Federici e Valentina Giommarini. Dopo la vittoria agli International Gymnix le azzurrine puntano ancora al colpaccio.

 





(foto Federginnastica)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Emanuele Blandamura vs Ryota Murata, Mondiale WBA pesi medi: il giapponese ai raggi X, dal trionfo olimpico alla cintura iridata

Amstel Gold Race 2018: Alejandro Valverde, parte la campagna al “Tris delle Ardenne”. Sulle orme di Rebellin nel 2004