Pattinaggio artistico, Mondiali Milano 2018: Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron verso il trionfo, Anna Cappellini e Luca Lanotte sognano il podio

La free dance andrà a concludere questa sera il programma delle gare dei Campionati Mondiali di pattinaggio di figura 2018, organizzati sul ghiaccio del Mediolanum Forum di Assago, nei pressi di Milano.

Grandi favoriti della vigilia, i francesi Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron hanno confermato i pronostici, dimostrando di essere sulla buona strada per la conquista di un secondo titolo mondiale dopo quello del 2016. La coppia transalpina ha infatti stabilito il nuovo primato mondiale della danza corta con 83.73 punti, ed ora punterà a stabilire i nuovi primati mondiali sia nella free dance che nel totale, decisamente alla portata dei tre volte campioni europei. Il margine di oltre tre punti sulla prima coppia inseguitrice può permettergli di concentrarsi esclusivamente sul proprio esercizio, per terminare una stagione che li ha visti conquistare anche l’argento olimpico e la vittoria nella Finale del Grand Prix.

La medaglia d’argento sembrerebbe promessa agli statunitensi Madison Hubbell e Zachary Donohue, quarti a PyeongChang 2018, che però già in passato hanno dimostrato di avere difficoltà nel concretizzare quando in palio ci sono le medaglie, essendosi fatti sfuggire il podio sia nella gara olimpica che nella prova iridata di un anno fa. Molto aperta, invece, la battaglia per la terza posizione, che al momento è appannaggio dei canadesi Kaitlyn Weaver ed Andrew Poje, ma che vede coinvolti anche gli azzurri Anna Cappellini e Luca Lanotte e la seconda coppia statunitense Madison Chock ed Evan Bates.

L’altra coppia azzurra, quella formata da Charlène Guignard e Marco Fabbri, occupa invece la posizione provvisoria, che, se confermata, rappresenterebbe il loro miglior risultato in una rassegna iridata. Dopo il decimo posto olimpico, dunque, i due sembrano destinati a fare ancora meglio, visto che l’unica top ten iridata della loro carriera è un decimo posto ottenuto nel 2016.

CLASSIFICA SHORT DANCE

Pl. Name Nation Points SD FD
1 Gabriella PAPADAKIS / Guillaume CIZERON
FRA
83.73 1 Q
2 Madison HUBBELL / Zachary DONOHUE
USA
80.42 2 Q
3 Kaitlyn WEAVER / Andrew POJE
CAN
78.31 3 Q
4 Anna CAPPELLINI / Luca LANOTTE
ITA
77.46 4 Q
5 Madison CHOCK / Evan BATES
USA
75.66 5 Q
6 Piper GILLES / Paul POIRIER
CAN
74.51 6 Q
7 Alexandra STEPANOVA / Ivan BUKIN
RUS
74.50 7 Q
8 Tiffani ZAGORSKI / Jonathan GUERREIRO
RUS
72.45 8 Q
9 Charlene GUIGNARD / Marco FABBRI
ITA
71.15 9 Q
10 Kana MURAMOTO / Chris REED
JPN
65.65 10 Q
11 Carolane SOUCISSE / Shane FIRUS
CAN
64.02 11 Q
12 Olivia SMART / Adrian DIAZ
ESP
63.73 12 Q
13 Natalia KALISZEK / Maksym SPODYRIEV
POL
63.70 13 Q
14 Marie-Jade LAURIAULT / Romain LE GAC
FRA
63.50 14 Q
15 Kaitlin HAWAYEK / Jean-Luc BAKER
USA
63.48 15 Q
16 Alexandra NAZAROVA / Maxim NIKITIN
UKR
63.35 16 Q
17 Kavita LORENZ / Joti POLIZOAKIS
GER
62.08 17 Q
18 Allison REED / Saulius AMBRULEVICIUS
LTU
61.33 18 Q
19 Shiyue WANG / Xinyu LIU
CHN
61.18 19 Q
20 Alisa AGAFONOVA / Alper UCAR
TUR
60.38 20 Q
21 Yura MIN / Alexander GAMELIN
KOR
58.82 21
22 Tina GARABEDIAN / Simon PROULX SENECAL
ARM
58.64 22
23 Cecilia TÖRN / Jussiville PARTANEN
FIN
57.96 23
24 Lilah FEAR / Lewis GIBSON
GBR
57.56 24
25 Lucie MYSLIVECKOVA / Lukas CSOLLEY
SVK
55.54 25
26 Cortney MANSOUROVA / Michal CESKA
CZE
55.27 26
27 Anna YANOVSKAYA / Adam LUKACS
HUN
54.11 27
28 Viktoria KAVALIOVA / Yurii BIELIAIEV
BLR
50.40 28
29 Teodora MARKOVA / Simon DAZE
BUL
47.57 29
30 Chantelle KERRY / Andrew DODDS
AUS
46.05 30
31 Adel TANKOVA / Ronald ZILBERBERG
ISR
43.50 31

giulio.chinappi@oasport.it





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

NBA 2018: Aldridge e Mills dominanti, Spurs ok all’overtime! Ai Warriors basta un super Curry, Lebron trascina i Cavs, vincono Raptors e Celtics

F1 GP Australia 2018, Sebastian Vettel positivo: “Ho commesso una sbavatura, ma in gara ce la giocheremo”