Karate, Series A 2018: Sara Cardin guida la pattuglia italiana a Salisburgo, ambizioni da podio per gli azzurri del kata

Le Series A 2018 approdano in Austria per la seconda tappa, in programma a Salisburgo tra venerdì 2 e domenica 4 marzo. Dopo l’appuntamento a Guadalajara, dunque, la competizione entra sempre più nel vivo, con i migliori interpreti mondiali della disciplina pronti a contendersi la vittoria e a testare il livello crescente di competitività del karate in ambito internazionale, provando intanto a conquistare punti pesanti per il ranking in vista della qualificazione olimpica nel prossimo biennio. La stagione non è iniziata nel migliore dei modi per l’Italia tra i Senior, anche se lo straordinario trionfo di Sara Cardin a Dubai ha ravvivato la pattuglia azzurra, dando nuova linfa alle ambizioni dei rappresentanti del Bel Paese in vista dei prossimi importanti appuntamenti.

La Cardin sarà il punto di riferimento dell’Italia a Salisburgo, gareggiando nella categoria -55 kg per provare a bissare il recente successo e rinvigorire le ambizioni azzurre. Ma anche il kata potrebbe rivelarsi propizio con Mattia Busato, laureatosi di recente campione italiano, che cercherà di interrompere la supremazia spagnola e giapponese nella specialità, affiancato da Alessandro Iodice e Gabriele Petroni.

Tra le donne, invece, le speranze di podio sono affidate a Terryana D’Onofrio e a Carola Casale, quest’ultima quinta a Dubai al termine di una splendida cavalcata. Ottime chance anche per Angelo Crescenzo (-60 kg) e Gianluca De Vivo (-67 kg), entrambi potenzialmente in grado di salire sul podio, mentre Simone Marino andrà a caccia di un grande risultato nella categoria più pesante, i +84 kg, per dare una svolta alla sua stagione. Viola Lallo e Laura Pasqua, infine, cercheranno di far saltare il banco nella categoria -61 kg e Silvia Semeraro è tra le favorite nella categoria -68 kg, mentre pesano le assenze di Luigi Busà (-75 kg) e Viviana Bottaro (kata), due big di un team Italia che ha intenzione di collezionare ottimi risultati in Austria per proiettarsi con ambizioni rinnovate verso il futuro.





mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Sara Cardin

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Lotto NL uscirà di scena a fine stagione. Jumbo diventerà lo sponsor principale del team

F1, Test Barcellona 2018 – La Pirelli assicura: “Aumento delle performance con le nuove gomme”