Sci alpino, Slalom femminile Zagabria 2018 – Le pagelle: Shiffrin Cannibale, Holdener e Hansdotter umane, male le azzurre

mikaela-shiffrin-foto-facebook.jpg

Oggi si è disputato lo slalom femminile di Zagabria, prova valida per la Coppa del Mondo 2018 di sci alpino. Dominio totale di Mikaela Shiffrin sul pendio croato, sul podio Holdener e Hansdotter. Italiane nelle retrovie. Di seguito le pagelle delle atlete che si sono messe maggiormente in vista e le azzurre.

 

MIKAELA SHIFFRIN: 10. Davvero imbattibile, un’autentica Regina che domina da Cannibale e infligge distacchi abissali alle avversarie. La statunitense è imprendibile, vince per la terza volta sul pendio di Zagabria (mai nessuno ci era riuscito in passato), confeziona il quinto sigillo stagionale tra i pali stretti e firma la 38esima affermazione in Coppa del Mondo. Numeri da capogiro e ha solo 22 anni. Le rivali si dileguano: 1.59 sulla Holdener, tutte le altre oltre i 2 secondi.

WENDY HOLDENER: 8. Fare più di così era impossibile. La svizzera è la prima delle umane grazie a due belle manche, molto concrete e accorte, mette velocità nel finale della seconda e si prende la piazza d’onore. Contro questa Shiffrin c’è davvero poco da fare, il distacco di 1.59 dalla vincitrice parla chiaro.

FRIDA HANSDOTTER: 7,5. Conquista il terzo gradino del podio con autorevolezza e si conferma come una delle migliori interpreti della disciplina. Quinta dopo la prima manche confeziona un’ottima rimonta con cui supera Schild e Vlhova.

PETRA VLHOVA: 7,5. Bravissima visto il suo stato febbricitante. La slovacca, unica vincitrice in stagione oltre alla Shiffrin in slalom, è scesa sulla neve dopo che il termometro in mattinata segnava 39, con grande coraggio non si è tirata indietro e il podio è sfumato per soli 13 centesimi nei confronti di Hansdotter. Le energie sono mancate nel finale della seconda manche, un vero peccato.

ITALIA: 4,5. Gara davvero sottotono da parte delle azzurre che non sono mai rimaste in gara per le posizioni di vertice. Chiara Costazza sbaglia nella seconda manche chiudendo in 28esima posizione, Manuela Moelgg non dimostra feeling con questa specialità nel corso di questa stagione ed è 23esima, Irene Curtoni chiude in 15esima piazza senza brillare. Bisogna risalire la china.

 





(foto pagina Facebook Mikaela Shiffrin)
 

Lascia un commento

scroll to top