Softball, Finale ISL 2017: Forlì vince due volte a Bollate ed è Campione d’Italia

Forlì-Softball-Facebook-Softball-Forlì-e1512403478908.jpg

Due vittorie consecutive con due shutout. Così il Poderi Dal Nespoli Forlì si è laureato Campione d’Italia. La squadra romagnola si presentava a Bollate da sfavorita, dovendo disputare almeno due gare in trasferta, compresa l’eventuale gara-5. Non è stato affatto un problema per le ragazze di Calixto Soca Miyer, che hanno ottenuto due vittorie nette, vincendo la Finale Scudetto e cucendosi il Tricolore sul petto. Un trionfo meritato per quanto visto in campo, suggellato dalla manifesta in gara-4, quella decisiva, che ha riportato Forlì sul tetto d’Italia dopo nove anni, battendo ancora una volta in finale l’MKF Bollate.

Gara-3 è stato il remake del duello tra Ilaria Cacciamani e Greta Cecchetti, che ha visto prevalere ancora una volta la lanciatrice di Forlì, scatenata sia in pedana che nel box. La Poderi Dal Nespoli è andata a segno sin dal primo inning, sfruttando le incertezze della lanciatrice lombarda. Prima un doppio di Ricchi, poi, sul tocco di Cacciamani, Buila pasticcia in difesa e concede il punto del 2 a 0 a Childester. Al primo inning rischia anche Forlì: Cacciamani concede due basi ball consecutive ma è brava a salvarsi con due strikeout ed un’eliminazione in diamante, prima di tornare protagonista in attacco, nel secondo inning. Dopo due errori e due basi ball che portano il terzo punto, la lanciatrice ospite tocca un’altra palla in battuta permettendo il 4 a 0.

Greta Cecchetti ha un sussulto d’orgoglio, a questo punto, evitando guai peggiori con tre strikeout consecutivi. Anche l’attacco di Bollate prova a scuotersi ma oramai è tardi: le padrone di casa riescono anche a riempire le basi, ma mancando sempre quel tanto che basta per fare il punto. Nemmeno le battute di Vonk sono sufficienti: l’olandese, nel quinto inning, batte un doppio in mezzo agli esterni ma forza il passaggio in terza base e viene eliminata. Non senza polemiche, con annessa espulsione del coach di terza di Bollate Parise, oltre che del manager Luigi Soldi. È la resa definitiva: Forlì vince 4-0 e si porta a match point.

Una sconfitta che ha lasciato il segno a Bollate, che non è riuscita a contrastare in gara-4 una Forlì straripante, nonostante l’assenza della lanciatrice straniera (fuori per infortunio l’americana Daniela O’Toole) che nel secondo episodio della serie era pesata non poco. E invece la Poderi Dal Nespoli trova una grande prestazione con Carlotta Onofri, brava a non concedere praticamente nulla in attacco. Stavolta Bollate resiste un po’ di più, complice una Pauley brava a togliere le castagne dal fuoco in più circostanze. Come nel quarto inning, quando esce dalla grande con tre eliminazioni consecutive da una situazione di basi piene.

La “mazzata” arriva nel quinto inning: prima il singolo di Ghilardi, poi, dopo l’intenzionale concessa a Childester, arriva la doppia di Ricchi per i primi due punti. Non è finita perché un altro squeeze di Cacciamani, l’ennesimo di questa serie, regala altri due punti alla Poderi Dal Nespoli. Il trionfo arriva nella ripresa successiva: quattro valide, con un doppio di Childester, e cinque punti. Matilde Zanotti, poi, chiude i tre out regalando il titolo a Forlì. Più che meritato, per la determinazione con cui le ragazze di Calixto Soca Miyar si sono presentate a Bollate, convinte e disposte a tutto pur di vincere, nonostante le assenze e il pubblico “contro”. Cala dunque il sipario sull‘Italian Softball League 2017: la Poderi Dal Nespoli Forlì è Campione d’Italia per la quarta volta nella sua storia.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL SOFTBALL

 





 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Cristiano Gatti


Lascia un commento

scroll to top