Calcio femminile, Europei 2017: le pagelle di Italia-Russia. Mauro la migliore. Il talento di Gabbiadini non basta. Errore grave di Salvai sul secondo gol

Italia-Calcio-femminile-Twitter-FIGC.jpg

Debutto amaro per l’Italia agli Europei di calcio femminile 2017. Le Azzurre hanno subito una sconfitta dolorosa contro la Russia, nonostante un finale arrembante. Un passo falso che complica notevolmente il cammino della squadra di Antonio Cabrini, costretta ora a fare un vero e proprio miracolo contro Germania e Svezia. Una prestazione comunque positiva ma che non è bastata. Diamo quindi i voti alle giocatrici azzurre.

MARCHITELLI 5,5 – Qualche responsabilità sul primo gol ce l’ha, forse ingannata da una leggera deviazione. Sul secondo è invece incolpevole. Nella ripresa prima rischia di farla grossa sbagliando un disimpegno, poi salva il risultato in uscita su Danilova.

BARTOLI 6,5 –  Tra le più intraprendenti della squadra azzurra. Nonostante lo spostamento a destra per l’entrata di Tucceri, il suo atteggiamento non cambia, continuando a spingere inesorabilmente. Nel finale riesce anche a trovare il gol, annullato però per fuorigioco. Qualche minuto dopo è la traversa a negarle una marcatura meritata che avrebbe cambiato le sorti dell’Italia.

LINARI 6 – Guida la difesa italiana con carattere. Mette la stessa grinta nei contrasti: Danilova ne sa qualcosa. Rimedia anche un cartellino giallo nella ripresa, con una brutta entrata. È la più generosa, presentandosi in zona gol nel finale.

SALVAI 5 – Inizia bene, senza paura, riuscendo nel compito di impostare la manovra. Sul secondo gol della Russia però, si perde Morozova che la anticipa. Un errore grave perché pregiudica la gara dell’Italia e condiziona l’azzurra nel prosieguo della gara.

GAMA sv – La sua partita dura troppo poco: al 17′ subisce una gomitata che la costringe, dopo averci provato, a lasciare il campo. Dal’ 28′ TUCCERI 6 – Entra con personalità e decisione, facendosi vedere spesso in avanti. Mostra qualche problema di troppo però, nell’uno contro uno.

CARISSIMI 6,5 – È una delle più volenterose e vivaci. Entra praticamente in tutte le azioni pericolose dell’Italia. Al 30′ potrebbe riaprire la gara ma il suo sinistro trova una bella risposta da parte di Shcherbak. Dal 62′ GIRELLI 5,5 – La volontà non le manca ma all’80’ ha sui piedi la palla del potenziale 1-2. Anziché girare per Gabbiadini, sola in area, preferisce lo scarico per Giugliano

GIUGLIANO 6 – Disputa un’ottima prova con il non semplice compito di fare da collegamento tra centrocampo e attacco. Detta bene i tempi di manovra e dai suoi piedi partono tutte le azioni d’attacco dell’Italia.

STRACCHI 6 – Buona partita in interdizione. Impegnata sin dall’avvio quando interrompe ottimamente un contropiede della Russia.

GUAGNI 5,5 – Si vede nel finale di primo tempo dopo una parte iniziale abbastanza incolore. Cala nuovamente nella ripresa ed infatti viene sostituita dal CT. Dal 71′ BONANSEA 6 – Regala vivacità alla manovra offensiva dell’Italia, provandoci fin da subito con una bella azione personale.

 

GABBIADINI 6,5 – È ovviamente il faro della squadra ma non sempre viene supportata a dovere dalle compagne, che comunque ci mettono tanto impegno. Va vicina a riaprire la partita al 58′, poi prima entra nell’azione del pareggio annullato a Bartoli e poi cicca la conclusione che poteva regalare un punto d’oro alle Azzurre.

MAURO 7 – La migliore in campo dell’Italia. Brava nel lavoro per far salire la squadra, ha un’occasione al 20′ ma non impatta la palla. Fa valere la sua fisicità, con sponde e tocchi di prima per gli inserimenti delle compagne. Nel finale all’81’ si divora il gol che potrebbe riaprire il match, realizzandolo però meritatamente all’87’.

 

RUSSIA: Shcherbak 7; Ziyastinova 6; Makarenko 6,5; Kozhnikova 6,5; Solodkaya 6; Morozova 7; Smirnova 5,5; Cholovyaga 5,5 (dal 58′ Pantyunchina 6); Sochneva 6,5 (dall’89’ Kiskonen sv); Chernomyrdina 6; Danilova 7,5 (dal 73′ Karpova sv)

 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Twitter FIGC

 

 

Lascia un commento

Top