Calcio, qualificazioni Euro 2017 under 21: Bernardeschi gioie e dolori, ma l’Italia vince con l’Irlanda

Federico-Bernardeschi-italia-under-21-calcio-foto-bernardeschi-fb.jpg

Avanti. A fatica, ma avanti. L’Italia under 21 soffre a Vicenza per avere la meglio dei pari età dell’Irlanda: come prevedibile l’Eire si dimostra avversario ostico più a livello atletico che tecnico. Ma una grande giocata di Bernardeschi per il subentrato Parigini regalano tre punti vitali agli azzurrini, ora primi nel girone di qualificazione a Euro 2017 e, dopo tre vittorie consecutive, già parzialmente padroni del proprio destino.

Nonostante le ottime indicazioni fornite dal 4-3-3 nelle due sfide con la Slovenia, Di Biagio decide di mischiare le carte complice anche l’infortunio di Benassi e rispolvera il 4-4-2 visto in qualche occasione con lo scorso ciclo. Monachello e Cerri agiscono come punte centrali, lavorando di sponda, e le ali Bernardeschi e Boateng danno vita, in fase offensiva, a uno spregiudicato 4-2-4 che prova a mettere i bastoni tra le ruote all’organizzata retroguardia irlandese.

Il primo tempo è soporifero e, a parte una punizione alta di Bernardeschi e un’occasione per Byrne ben neutralizzata da Cragno, la partita scivola verso l’intervallo senza sussulti. Come prevedibile si lotta a centrocampo e l’Italia fatica a mettere in mostra la maggior qualità offensiva di cui è dotata. Ma Di Biagio, in questa “seconda vita” da ct, pare avere dalla sua la fortuna. Al 61′ sostituisce infatti Cerri con Parigini e, dopo cinque minuti, il neoentrato fulmina Rogers dopo un assist delizioso di Bernardeschi, sempre più leader di questa nazionale.

Come avvenuto giovedì scorso contro la Slovenia, dunque, è dalla panchina che l’Italia sblocca la partita. Monachello prima, Parigini ora: segnale che tutto il gruppo rema dalla parte giusta. Nel finale gli azzurrini soffrono perché il numero 10 viola commette un’ingenuità fatale che gli costa il doppio giallo e l’espulsione, ma la difesa regge contro gli assalti di Kavanagh, O’Dowda e Connoly e, dopo aver sprecato il raddoppio con Mandragora in pieno recupero, possono festeggiare un successo sudato ma di fondamentale importanza per il futuro.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook ufficiale Federico Bernardeschi

Lascia un commento

Top