Seguici su

Live Sport

LIVE Sci alpino, SuperG Bormio 2023 in DIRETTA: Odermatt domina sulla Stelvio. Italia in grandissima sofferenza, possibile grave infortunio per Innerhofer

Pubblicato

il

Mattia Casse

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA DIRETTA LIVE DELLO SLALOM FEMMINILE DI LIENZ ALLE 10.00 E ALLE 13.00

13.43 La nostra DIRETTA LIVE termina qui! Grazie mille per averci seguito, agli amici di OA Sport un saluto e un buon proseguimento di giornata!

13.42 Lo sci alpino maschile per quest’anno termina qui, piccola pausa e si riparte il 6-7 gennaio con gigante e slalom nella classica di Adelboden.

13.40 In classifica generale Marco Odermatt comanda con 636 punti, secondo a 464 l’austriaco Marco Schwarz (che ieri purtroppo ha terminato la stagione per infortunio). Terza posizione per il norvegese Kilde (240), con il discorso che praticamente  già finito oggi. In superG Odermatt pettorale rosso con 160 punti, 10 in più dell’austriaco Vincent Kriechmayr e 66 in più di Raphael Haaser.

13.38 Gara da dimenticare per il settore italiano. E’ finito l’anno, c’è da girare pagina e tornare a farsi sentire ad Adelboden. Questi i piazzamenti degli azzurri, con il solo Zazzi a punti.

29) Pietro Zazzi (Italia) +3.16
31) Giovanni Franzoni (Italia) +3.32 
34) Guglielmo Bosca (Italia) +3.60 
36) Florian Schieder (Italia) +3.76 
37) Nicolò Molteni (Italia) +3.82
44) Giovanni Borsotti (Italia) +4.72

DNF

Dominik Paris (Italia)

Mattia Casse (Italia)

Christof Innerhofer (Italia)

13.37 Questa la top-10 del superG odierno:

1) Marco Odermatt (Svizzera) 1’27″72
2) Raphael Haaser (Austria) +0.98
3) Aleksander Aamodt Kilde (Norvegia) +1.31
4) Vincent Kriechmayr (Austria) +1.45
5) Justin Murisier (Svizzera) +1.76
6) Stefan Babinsky (Austria) +1.81
6) Nils Allegre (Francia) +1.81
8) Loic Meillard (Svizzera) +1.82
9) Alexis Pinturault (Francia) +1.83
10) Gino Caviezel (Svizzera) +1.92

13.36 Un dominante Marco Odermatt porta a casa vittoria e pettorale rosso, che abbina a quello di gigante, di discesa e della generale. Sul podio salgono in seconda posizione l’austriaco Raphael Haaser (+0.98), mentre sul terzo gradino si piazza il norvegese Aleksander Aamodt Kilde (+1.31).

13.35 Si chiude la gara con l’ellenico Szollos, 45° e lontano dai punti.

13.34 Peccato! Franzoni è 31° a 3.32, ad un passo dai primi punti in Coppa del Mondo in questa stagione. L’azzurro ha perso tanto nel terzo intermedio, lasciando 1″ in appena 112 di gara.

13.33 1.73 il ritardo di Franzoni dopo i piani di San Pietro.

13.33 48 centesimi di ritardo per il classe 2001 dopo il primo intermedio.

13:32 41° Bennett, già in pista Franzoni.

13.30 Partito Bryce Bennett, poi sarà il momento dell’ultimo italiano: Giovanni Franzoni.

13.28 L’americano Sam Morse si inserisce in 26ma piazza facendo scalare Zazzi di una posizione.

13.26 Niente da fare per Borsotti che è 40° e ultimo di quelli al traguardo (+4.72).

13.25 Allunga le linee l’azzurro in alto, paga 57 centesimi all’intermedio ma poi sbaglia completamente la Carcentina facendosi buttare tanto in basso.

13.24 Al cancelletto Giovanni Borsotti, il penultimo italiano.

13.23 Miha Hrobat è 31° a 3.59, mentre il tedesco Josef Ferstl esce subito nella rossa incriminata.

13.22 Non ripete la prova di ieri in discesa Zazzi, che è comunque 28° a 3.16 e prende il posto di Bosca in zona punti per quel che riguarda l’Italia.

13.21 Bene sul salto di San Pietro l’italiano, che al secondo intermedio ha 1.58 di ritardo da Odermatt.

13.20 L’azzurro paga 49 centesimi al primo intermedio, decisiva ora la Carcentina per l’idolo di casa.

13.19 Lontano dai migliori Marco Pfiffner, 36° a 4.32. Partito Zazzi!

13.18 L’ultimo svizzero alla partenza, Alexis Monney, è 20° a 2.47. Siamo arrivati al pettorale n.49 sui 59 totali, con Bosca unico azzurro a punti in momentanea 30° posizione.

13.17 Lontanissimo Maple che continua a commettere errori. Per quanto riguarda l’Italia ci aggrappiamo a Zazzi, Borsotti e Franzoni per vedere uno sprazzo di luce.

13.16 Marco Kohler, svizzero non giovanissimo (’97) ma alle prime esperienze nel Circo Bianco, si conferma in grande ascesa ed è 13° a 2.09. Weekend da sogno per lo svizzero, ed è il settimo nei quindici dei rossocrociati.

13.16 Il francese Nils Alphand, nono ieri, sbaglia la linea sulla Carcentina, prova a recuperare sul finale ma non ripete assolutamente la prestazione della discesa. Il transalpino è 34° a 4.47.

13.14 Nelle retrovie anche Molteni, 31° a 3.80 e già fuori dai punti. Iniziano ora una serie di discese assai interessanti.

13.13 Ritardo elevato per l’azzurro al primo rilevamento (+0.77).

13.12 Gran gara anche di Jocher! Il tedesco è 19° davanti a Lehto con lo stesso tempo di Roulin. In partenza ora Nicolò Molteni, che deve riscattare una discesa un po’ sotto le aspettative.

13.10 Il finlandese Lehto è 20° a 2.67, e per la prima volta in carriera andrà a punti in superG.

13.08 Luce verde per Krenn al primo intermedio con sette centesimi su Odermatt, l’austriaco  però subito dopo la Carcentina sbaglia la traiettoria e non riesce a rimanere nel tracciato.

13.07 L’elvetico Niels Hintermann si inserisce in 14ma piazza (+2.12), diventando il quinto svizzero in top-15.

13.06 Energie fisiche finite per il francese, che a sua volta allunga la linea e non riesce a prendere la porta successiva nei curvoni tecnici del tratto finale. Loriot aveva intermedi da top-5, la gara si può ancora fare anche con pettorali alti.

13.05 Che gara che sta facendo Loriot! 73 centesimi per il transalpino di ritardo sui piani di San Pietro.

13.04 L’austriaco Felix Hacker, al debutto nel massimo circuito, è 27° con un ritardo di 3.97.

13.03 Tanta fatica per Schieder sul muro finale, che viene scaricato ripetutamente e sembra non avere più gambe. Gara da dimenticare per l’Italia fino ad ora, Schieder è 26° a 3.76 e uscirà dalla zona punti.

13.02 Curvoni in alto tirati bene dall’azzurro, che paga tre decimi ad ingresso Carcentina.

13.01 E’ arrivato il momento di Florian Schieder.

13.00 Prime notizie sul fronte Innerhofer, il commentatore tecnico di Eurosport Silvano Varettoni riferisce come l’azzurro abbia riportato un taglio dietro il ginocchio e un altro sul volto, sembrerebbero per il momento scongiurati danni più gravi alle ginocchia. Bisogna però ovviamente attendere i risultati dei vari esami.

12.58 Buonissima la gara dell’austriaco, 11° a +2.03.

12.57 Danklmaier è vicino alle prime dieci dopo San Pietro.

12.56 Arnaus Boisset è 20° ad oltre tre secondi di ritardo dal compagno di squadra (+3.07).

12.55 Porta a termine una gara senza particolare aggressività Gilles Roulin, comprensibile data la lunga attesa e le immagini che anche dalla partenza non mentivano. Lo svizzero si candida però per la zona punti, 17° a 2.64.

12.54 Fatica parecchio nella parte alta l’elvetico, che paga 68 centesimi al primo rilevamento.

12.53 Si prepara Roulin in partenza, gara che riprenderà tra meno di un minuto.

12.52 I pettorali di partenza dei prossimi italiani: 36 Florian Schieder, 44 Nicolò Molteni, 50 Pietro Zazzi, 53 Giovanni Borsotti, 58 Giovanni Franzoni. Sono 59 i partenti totali, mancano quindi ancora ben 29 discese.

12.50 Sta salendo ora Innerhofer in elicottero, naturalmente appena avremo notizie ve le comunicheremo.

12.49 L’operazione di carico di Innerhofer sull’elicottero è ancora in corso, con l’azzurro che è stato messo in toboga. Immagini davvero preoccupanti, sempre difficili da guardare e digerire.

12.47 Odermatt al traguardo ai microfoni di Eurosport commenta così la sua gara di oggi: “un altro superG perfetto per me, vicino a quello dell’anno scorso. Ho eseguito bene il mio piano, spingere dove dovevo e sciare intelligentemente negli altri punti“.

12.46 La gara è ben lontana dall’essere finita. Appena ci sarà l’ok il prossimo al cancelletto sarà lo svizzero Giles Roulin.

12.44 Fino a questo momento, anche se è difficile parlare di risultati, questa è la top-10 al traguardo:

1) Marco Odermatt (Svizzera) 1’27″72
2) Raphael Haaser (Austria) +0.98
3) Aleksander Aamodt Kilde (Norvegia) +1.31
4) Vincent Kriechmayr (Austria) +1.45
5) Justin Murisier (Svizzera) +1.76
6) Stefan Babinsky (Austria) +1.81
6) Nils Allegre (Francia) +1.81
8) Loic Meillard (Svizzera) +1.82
9) Alexis Pinturault (Francia) +1.83
10) Gino Caviezel (Svizzera) +1.92

12.42 Mandiamo un grosso in bocca al lupo a Christof Innerhofer, sperando veramente che non sia nulla di grave.

12.40 Brutte immagini che non vorremmo mai vedere amici di OA Sport, purtroppo anche oggi l’elicottero è protagonista. Innerhofer viene recuperato per essere portato in ospedale, l’azzurro è cosciente e si era anche alzato in piedi; però l’impatto sulle reti di protezione è stato davvero violento e aveva vistose abrasioni anche sul volto.

12.39 Gara ancora interrotta e primi 30 scesi. Davanti a tutti un dominante Marco Odermatt, podio praticamente certo per Raphael Hasser, 2° a 0.98, e Aleksander Kilde, 3° a 1.31.

12.38 Quattro azzurri fuori dal cancelletto e solo uno al traguardo, Bosca, attualmente 21° e difficilmente in zona punti a fine gara. Fuori dopo poche porte senza conseguenze Paris e Casse, invece c’è appena stata la violenta caduta di Innerhofer.

12.37 Abrasioni sul volto per Innerhofer, che sentirà sicuramente il violento impatto, sperando non ci siano infortuni.

12.35 E’ in piedi Innerhofer, anche se parecchio dolorante. Sul dosso l’italiano si è inclinato all’interno, senza poi trovare più il terreno sotto i piedi ed entrando nelle reti di schiena. Gambe e ginocchia non dovrebbero aver subito particolari danni, la botta è stata comunque forte.

12.34 NOOO! Giornata stregata per gli azzurri! Innerhofer viene sbalzato via e va a sbattere piuttosto violentemente nelle reti, gara interrotta per prestare i soccorsi all’italiano.

12.33 Non male il primo intermedio di “Inner”, che mette in pista anche una discreta Carcentina. L’azzurro al secondo rilevamento paga 1.28, sulla falsa riga di Giezendanner.

12.32 Spinge fino in fondo Giezendanner con il secondo tempo nell’ultimo settore. Per il transalpino 14° posto al traguardo a 2.21.

12.31 Gestisce l’ingresso della Carcentina il francese, sporcando però l’ingresso al San Pietro, per lui 1.29 di ritardo prima dell’ultima parte.

12.30 Baumann è 22° a 4.29, l’ultimo di quelli arrivati al traguardo. Ora due discese di fila interessantissime: il francese Giezendanner e l’azzurro Innerhofer.

12.29 L’argento mondiale di Cortina non entra proprio in gara e paga 7 decimi già dopo poche porte.

12.28 Gara sul livello stagionale per Seger, che probabilmente uscirà dalla zona punti. Il canadese è 19° a 3.53. Ora Baumann.

12.27 Linee quanto meno fantasiose per il nordamericano, che sbaglia la Carcentina e all’intermedio è staccato di oltre due secondi.

12.26 Ancora Canada in arrivo, è il momento di Brodie Seger.

12.25 La “porta Paris” dopo Casse fa un’altra vittima, anche Alexander non arriva al primo intermedio.

12.24 Rischio enorme a 115 km/h per Feurstein poco prima del salto finale, riesce a rimanere in piedi per miracolo. L’austriaco al traguardo è 17° a 2.28. Ora attenzione al canadese Cameron Alexander.

12.23 A metà gara l’austriaco paga già 1 secondo e 53 centesimi da Odermatt.

12.22 Matthieu Bailet 17° a 3.17, appena davanti a Bosca. Al cancelletto Lukas Feurstein.

12.21 Il francese va in rotazione con il busto e in qualche maniera si slava, ma la sua gara è praticamente già finita.

12.20 Butta via una grande gara Seger, che non avendo più gambe non riesce a gestire le porte sul muro finale. Il canadese aveva il quinto tempo al penultimo rilevamento. In partenza Bailet.

12.19 Il canadese dopo il salto di San Pietro ha 77 centesimi di ritardo, ora la parte finale, quella che può fare di più la differenza.

12.18 Italiani per ora in ombra, con Paris e Casse fuori dopo poche porte e Bosca nelle retrovie. Si riparte con il canadese Riley Seger, prossimo azzurro è Innerhofer con il pettorale 30.

12.17 Sono scesi i primi 22. Davanti a tutti un inattaccabile Marco Odermatt. Secondo a 98 centesimi un sorprendente Raphael Haaser, mentre sul terzo gradino del podio c’è per ora il norvegese Kilde. Distacchi importanti e ampio spazio per inserirsi, anche se il podio sembra in ghiaccio. Ecco al top-10 fino ad adesso:

1) Marco Odermatt (Svizzera) 1’27″72
2) Raphael Haaser (Austria) +0.98
3) Aleksander Aamodt Kilde (Norvegia) +1.31
4) Vincent Kriechmayr (Austria) +1.45
5) Justin Murisier (Svizzera) +1.76
6) Stefan Babinsky (Austria) +1.81
6) Nils Allegre (Francia) +1.81
8) Loic Meillard (Svizzera) +1.82
9) Alexis Pinturault (Francia) +1.83
10) Gino Caviezel (Svizzera) +1.92

12.16 Goldberg chiude 14° a 2.25.

12.15 In pista l’americano Jared Golberg. 1.14 di ritardo al secondo intermedio.

12.12 Niente da fare, fuori Sejersted, che proprio fatica ad ingranare in questa stagione.

12.11 Attenzione ora al norvegese Adrian Smiseth Sejersted: può stupire.

12.11 L’austriaco Stefan Babinsky è sesto a 1.81, pari merito con Allegre.

12.09 Buona gara di Allegre, sesto a 1.81. Per il podio serve stare sotto il secondo e 31 centesimi.

12.08 Altro candidato outsider è il francese Nils Allegre, che transita a 0.73 al secondo intermedio.

12.07 Caviezel perde tanto nel finale ed è 8° a 1.92.

12.06 Attenzione allo svizzero Gino Caviezel, paga 0.74 al secondo intermedio ed è in corsa per il podio.

12.05 L’americano Ryan Cochran-Siegle è 11° 2.34.

12.04 Odermatt sarà il primo a vincere per due volte il superG di Bormio. Francamente non vediamo chi possa non solo batterlo, ma anche solo avvicinarsi.

12.04 I pettorali di partenza dei prossimi italiani: 30 Christof Innerhofer, 36 Florian Schieder, 44 Nicolò Molteni, 50 Pietro Zazzi, 53 Giovanni Borsotti, 58 Giovanni Franzoni.

12.03 Tocca all’americano Ryan Cochran-Siegle.

12.03 Lo svizzero Justin Murisier, nonostante un distacco di 1.76, è quinto. C’è davvero spazio per inserirsi anche con i pettorali alti.

12.01 Odermatt al comando con 0.98 su Haaser e 1.31 su Kilde. Veramente impressionante come lo svizzero ha pennellato i curvoni nella parte finale della Stelvio. Proprio un’altra categoria.

12.00 Casse è finito lungo di linea, ha sollevato lo sci sinistro ed ha saltato una porta. La sua gara è durata ancora meno di quella di Paris.

11.59 SUBITO FUORI MATTIA CASSE, pazzesco! Veramente una gara stregata per gli azzurri.

11.58 HA VINTO ODERMATT! Si porta nettamente al comando con 98 centesimi su Haaser. Li ha bastonati tutti, al momento in superG e gigante è troppo superiore.

11.57 Odermatt in vantaggio 0.32 al primo intermedio, 0.45 al secondo. E’ un fenomeno…

11.56 Kriechmayr è terzo a 47 centesimi da Haaser. E ora c’è il favorito n.1: lo svizzero Marco Odermatt.

11.56 Perde tanto alla Carcentina, 0.23 di ritardo al secondo rivelamento e 0.27 al terzo.

11.55 Kriechmayr assurdo, 0.46 di vantaggio al primo intermedio!

11.54 COLPO DI SCENA PAZZESCO! Haaser aveva 27 centesimi al primo intermedio, poi si è scatenato dalla Carcentina in avanti e si è portato al comando con 33 centesimi su Kilde! Adesso il suo connazionale Vincent Kriechmayr.

11.53 Il più veloce alla Carcentina, per ora, è stato Meillard: 111 km/h.

11.52 Settimo a 1.51 Hemetsberger. Bosca è 8° a 2.29. Ora l’austriaco Raphael Haaser.

11.52 Hemetsberger paga 13 centesimi al primo parziale e 1.25 al secondo.

11.51 Recupera 3 decimi nel finale Crawford e chiude sesto a 88 centesimi. Ora avremo tre austriaci uno in fila all’altro. Si parte con Daniel Hemetsberger.

11.50 Crawford poco incisivo oggi, al secondo intermedio è dietro di ben 1.19.

11.48 Grande reazione d’orgoglio per Kilde: si porta in testa con 51 centesimi su Meillard. E’ una prova da podio, vedremo se basterà per vincere contro Odermatt. Attenzione adesso al canadese James Crawford.

11.47 Kilde decisamente aggressivo. 0.15 di vantaggio al primo intermedio, 0.58 al secondo. Sta ruggendo.

11.46 Che beffa per Pinturault! Secondo per un solo centesimo! Ora il norvegese Aleksander Aamodt Kilde, si entra veramente nel vivo.

11.45 Parte a razzo il francese, 0.28 di vantaggio al primo intermedio, quello più tecnico, al secondo gli restano 14 centesimi.

11.44 Sander è quinto a 1.86. Tocca al francese Alexis Pinturault.

11.43 Sander in ritardo di 9 decimi al secondo parziale.

11.43 Rogentin è secondo a 23 centesimi, due svizzeri davanti per ora. E ancora deve scendere Odermatt…Tocca al tedesco Andreas Sander.

11.41 In pista lo svizzero Stefan Rogentin, che al primo intermedio paga 14 centesimi.

11.40 FUORI SARRAZIN! Era transitato velocissimo alla Carcentina, poi subito dopo ha subito un rimbalzo ed ha saltato una porta.

11.39 Scatenato Sarrazin. 0.17 di vantaggio al primo rilevamento.

11.39 E ora attenzione al francese Cyprien Sarrazin, vincitore ieri in discesa. Va a caccia del bis.

11.38 Bosca in debito d’ossigeno nella parte finale della Stelvio, chiude terzo a 1.78: difficile che finisca in zona punti.

11.37 Bosca al primo intermedio è dietro di 0.12, al secondo 0.55. Linee troppo abbondanti per l’azzurro.

11.36 Il canadese chiude a 27 centesimi da Meillard. Vediamo ora il secondo azzurro in gara, Guglielmo Bosca.

11.35 Read paga 0.15 al secondo rilevamento.

11.35 Tocca al canadese Jeffrey Read.

11.34 1’29″54 il tempo di Meillard. Tracciato angolato nella parte alta, più filante in fondo.

11.33 Partito lo svizzero Loic Meillard, terzo lo scorso anno.

11.31 Per fortuna gli sci di Paris si sono staccati subito durante la caduta. Peraltro tutto è avvenuto nel punto dove ieri Marco Schwarz ha subito il gravissimo incidente.

11.30 Stelvio davvero stregata per Paris. Fuori dopo poche porte, è scivolato in una curva angolata verso sinistra. Alza le braccia, per fortuna sta bene.

11.30 Iniziato il superG di Bormio con Dominik Paris in pista!

11.22 Si sono svolti 7 superG nella storia a Bormio. Nessuno ha mai vinto più di una volta. Oggi possono tentare il bis Paris, Odermatt, Kilde e Cochran-Siegle.

11.18 L’Italia non ha una grande tradizione in superG a Bormio. L’unico a vincere fu Dominik Paris nel 2018. Nella prima edizione del 1995 salirono sul podio Peter Runggaldier e Werner Perathoner, preceduti solo dall’austriaco Richard Kroell.

11.17 Lo scorso anno vinse il superG di Bormio lo svizzero Marco Odermatt davanti all’austriaco Vincent Kriechmayr ed al connazionale Loic Meillard.

11.13 I pettorali di partenza degli italiani: 1 Dominik Paris, 4 Guglielmo Bosca, 15 Mattia Casse, 30 Christof Innerhofer, 36 Florian Schieder, 44 Nicolò Molteni, 50 Pietro Zazzi, 53 Giovanni Borsotti, 58 Giovanni Franzoni.

11.11 Il superG è stato tracciato da Andreas Evers, allenatore della Germania.

11.10 I pettorali di partenza:

1 291459 PARIS Dominik 1989 ITA Nordica
2 512182 MEILLARD Loic 1996 SUI Rossignol
3 104468 READ Jeffrey 1997 CAN Atomic
4 6290845 BOSCA Guglielmo 1993 ITA Head
5 194873 SARRAZIN Cyprien 1994 FRA Rossignol
6 512038 ROGENTIN Stefan 1994 SUI Fischer
7 200379 SANDER Andreas 1989 GER Atomic
8 194364 PINTURAULT Alexis 1991 FRA Head
9 422139 KILDE Aleksander Aamodt 1992 NOR Atomic
10 104531 CRAWFORD James 1997 CAN Head
11 53975 HEMETSBERGER Daniel 1991 AUT Fischer
12 54445 HAASER Raphael 1997 AUT Fischer
13 53980 KRIECHMAYR Vincent 1991 AUT Head
14 512269 ODERMATT Marco 1997 SUI Stoeckli
15 990081 CASSE Mattia 1990 ITA Rossignol
16 511896 MURISIER Justin 1992 SUI Head
17 6530319 COCHRAN-SIEGLE Ryan 1992 USA Head
18 511852 CAVIEZEL Gino 1992 SUI Dynastar
19 194858 ALLEGRE Nils 1994 FRA Salomon
20 54371 BABINSKY Stefan 1996 AUT Head
21 422310 SEJERSTED Adrian Smiseth 1994 NOR Atomic
22 934643 GOLDBERG Jared 1991 USA Rossignol
23 104539 SEGER Riley 1997 CAN Rossignol
24 6190176 BAILET Matthieu 1996 FRA Head
25 54628 FEURSTEIN Lukas 2001 AUT Head
26 104537 ALEXANDER Cameron 1997 CAN Rossignol
27 104272 SEGER Brodie 1995 CAN Atomic
28 51215 BAUMANN Romed 1986 GER Salomon
29 194298 GIEZENDANNER Blaise 1991 FRA Atomic
30 293006 INNERHOFER Christof 1984 ITA Rossignol
31 512039 ROULIN Gilles 1994 SUI Head
32 512303 BOISSET Arnaud 1998 SUI Salomon
33 54157 DANKLMAIER Daniel 1993 AUT Atomic
34 6532084 RADAMUS River 1998 USA Rossignol
35 561255 CATER Martin 1992 SLO Salomon
36 6291625 SCHIEDER Florian 1995 ITA Atomic
37 54528 HACKER Felix 1999 AUT Atomic
38 6190687 LORIOT Florian 1998 FRA Rossignol
39 512124 HINTERMANN Niels 1995 SUI Atomic
40 6532123 NEGOMIR Kyle 1998 USA Atomic
41 54209 KRENN Christoph 1994 AUT Augment
42 180877 LEHTO Elian 2000 FIN Fischer
43 202762 JOCHER Simon 1996 GER Head
44 6292783 MOLTENI Nicolo 1998 ITA Head
45 6190179 ALPHAND Nils 1996 FRA Head
46 512228 KOHLER Marco 1997 SUI Stoeckli
47 930024 MAPLE Wiley 1990 USA Atomic
48 512408 MONNEY Alexis 2000 SUI Stoeckli
49 350095 PFIFFNER Marco 1994 LIE Salomon
50 6291053 ZAZZI Pietro 1994 ITA Salomon
51 561310 HROBAT Miha 1995 SLO Atomic
52 202059 FERSTL Josef 1988 GER Head
53 990048 BORSOTTI Giovanni 1990 ITA Rossignol
54 192746 THEAUX Adrien 1984 FRA Head
55 6531520 MORSE Sam 1996 USA Fischer
56 151238 ZABYSTRAN Jan 1998 CZE Kaestle
57 6530104 BENNETT Bryce 1992 USA Fischer
58 6293831 FRANZONI Giovanni 2001 ITA Rossignol
59 240148 SZOLLOS Barnabas 1998 ISR Kaestle

11.08 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta Live del superG di Bormio. La gara inizierà alle 11.30.

Buongiorno e benvenuti alla diretta live testuale del superG maschile in programma a Bormio (Italia), valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2023-2024. Saranno nove gli italiani tra i 59 atleti al via, in rappresentanza di 13 Paesi.

Per l’Italia saranno al cancelletto di partenza Dominik Paris con l’1, Guglielmo Bosca col 4, Mattia Casse col 15,  Christof Innerhofer col 30, Florian Schieder col 36, Nicolò Molteni col 44, Pietro Zazzi col 50, Giovanni Borsotti col 53 e Giovanni Franzoni col 58.

Dominik Paris, essendo inserito nel secondo gruppo di merito, poteva ricevere in sorte un pettorale tra l’1 ed il 5 o tra il 16 ed il 20: l’azzurro scatterà con il numero 1. Per questo motivo, al netto di impronosticabili ritardi prima del via, l’italiano partirà alle ore 11.30.

Il superG maschile in programma a Bormio, in Italia, valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2023-2024, prenderà il via alle ore 11.30: OA Sport vi proporrà la diretta live testuale dell’evento dalle ore 11.00.

Foto: LaPresse