MotoGP, Enea Bastianini: “Ho fatto una bella gara, ci sarà da divertirsi in futuro”

Un grande Enea Bastianini quello che ha conquistato il sesto posto nel GP di Aragon, ultimo round del Mondiale 2021 di MotoGP. In sella alla Ducati del Team Avintia Esponsorama, il campione del mondo della Moto2 2020 ha fatto vedere tutto il suo talento e, reduce da delle ottime qualifiche concluse in nona piazza, in gara ha espresso una velocità notevole che gli ha permesso di mettersi dietro piloti di un certo calibro, ivi compreso il leader del campionato Fabio Quartararo (ottavo al traguardo) con la Yamaha.

Ho fatto una bella gara, anche delle prove decenti… Partivo nono, ho provato a stare lì dall’inizio ma non riuscivo ad essere tanto veloce in percorrenza, nei primi cinque o sei giri non riuscivo a stare agganciato. Ho faticato a sorpassare Quartararo perché staccava davvero forte, poi mi sono incontrato con Nakagami, la gomma avanti è andata meglio perché è scesa la pressione. Sono riuscito a passarlo e ho chiuso sesto“, ha raccontato Bastianini (fonte: corsedimoto).

Aragon, dunque, si è confermato un tracciato particolarmente gradito a Enea, ma già nell’appuntamento di Silverstone si erano visti dei miglioramenti: “Adesso non resta che andare avanti e migliorare. Penso di poter fare meglio, poi è il mio primo anno, la MotoGP non è facile, deve essere sempre tutto a posto. Un bel risultato che dà carica, è un punto di partenza. Sappiamo che non sarà facile essere lì in tutte le gare, non abbiamo ancora il pacchetto per poterlo fare. Ma avevo un’ottima moto, i ragazzi hanno dato il massimo in tutto il week-end. Se continuiamo così avremo delle grosse soddisfazioni“, ha analizzato il romagnolo.

E ora si guarda al prossimo appuntamento di Misano, in casa, dove la voglia di fare molto bene non manca: “Ci sarà da divertirsi. Misano è una gara che mi piace tanto, è una pista particolare, serve stare a posto con il set-up e gestire bene la moto.

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

F1, Verstappen e Hamilton fuori: l’incidente ‘favorisce’ l’olandese. Sfuma l’occasione Monza per l’iridato

F1, Fernando Alonso: “È stata una gara piuttosto solitaria per me”