Basket, Supercoppa Italiana 2021-2022: Venezia batte la Fortitudo Bologna in casa, Treviso sconfigge Napoli in trasferta

E’ incominciata ufficialmente la Supercoppa Italiana di basket, primo grande appuntamento della stagione 2021-2022. Due le partite giocate quest’oggi per la fase a gironi della competizione, equamente divise tra Girone A e Girone C.

Nel match di apertura di questa giornata e valevole per il Girone A, disputato al Taliercio di Venezia (con le gradinate discretamente riempite dai tifosi oro-granata), la Reyer di Coach De Raffaele batte la Fortitudo Bologna col punteggio finale di 83-70. Buona prima uscita per Tonut e compagni, mentre il ritorno di Repesa sulla panchina della Effe non è quello sperato (le due compagini, tra l’altro, si erano già sfidate pochi giorni fa al PalaDozza di Bologna per uno scrimmage pre-stagionale).

Primo quarto di impronta veneziana: 5-0 e break in apertura per la Reyer nei primi minuti. Groselle sblocca il punteggio per la Fortitudo solo dopo 3′ dalla palla a due (9-2). I bolognesi si complicano subito la vita esaurendo il bonus falli dopo pochi minuti (lo stesso Groselle e Fantinelli gravano già di due falli a testa ad inizio match). Baldasso riporta la Effe a -4 grazie ad un mini parziale di 0-5 (13-9), ma la Reyer risponde prontamente con il nuovo acquisto Michele Vitali che si sblocca da tre punti, chiudendo il primo quarto sul 21-13 in favore dei padroni di casa.

Nel secondo quarto su Bologna grava ancora la situazione falli e soprattutto rimbalzi, voce statistica in cui la Reyer fa la voce grossa (grazie soprattutto a Jeff Brooks – il giocatore italoamericano, appena arrivato da Milano, chiuderà la serata di debutto in maglia oro-granata mettendo a referto 7 punti e 11 rimbalzi). Baldasso prova a caricarsi la squadra sulle spalle, ma non basta. De Raffaele sfrutta a pieno il roster a sua disposizione, facendo ruotare tutti i suoi uomini. Lagunari che toccano il massimo vantaggio a +15 (38-23) grazie ad una tripla di Austin Daye (serata non perfetta per lui: 4 punti a referto e uscita dal campo anzitempo per falli, compreso un tecnico) a cui risponde prontamente Richardson. Le giocate di Tonut (top scorer con 14 punti) e i rimbalzi offensivi (ben 10 nel solo primo tempo) consentono alla Reyer Venezia di chiudere il secondo quarto sul 44-27.

La Fortitudo Bologna sembra essere uscita meglio dagli spogliatoi, provando a ricucire il più possibile lo svantaggio dagli avversari. Benzing da due e Ashley con una tripla provano a ridare speranza alla compagni bolognese, che però torna subito a -14 (fallo tecnico fischiato a Richardson). Grazie al terzetto italiano Aradori-Procida-Baldasso la Effe costruisce un parziale di 6-16 e si riporta a -5 (50-45), ma Benzing si becca un tecnico che vanifica il tentativo di rimonta bolognese. La Reyer ritorna in doppia cifra di vantaggio (56-45), ma la Fortitudo non molla: tripla finale di Aradori che vale il -9 (59-50). Nell’ultimo quarto Reyer in completa gestione, con la squadra di Repesa che prova timidamente a rientrare ma non basta. Oltre al già citato Tonut chiudono in doppia cifra per Venezia anche Michele Vitali (13 punti), Mitchell Watt (12 punti) e Valerio Mazzola (11 punti). Ai bolognesi non bastano i 16 punti di Tommaso Baldasso e i 13 a testa per Ashley e Groselle.

Nel match in programma alle ore 21 al PalaBarbuto di Napoli, per il Girone C, la Nutribullet Treviso batte i padroni di casa (al ritorno nella massima serie dopo 13 anni) col punteggio finale di 58-68. Primo quarto subito di impronta trevigiana: break in apertura di 3-11, con Napoli che però non si demoralizza e risponde prontamente. Velicka segna da tre, ma Dimsa risponde subito con una tripla (10-19). Sims e Sokolowki contribuiscono ad aumentare il vantaggio per gli uomini di Max Menetti, chiudendo il quarto col punteggio di 12-26. Nel secondo parziale break napoletano di 6-0 (18-26) grazie a Marini e Zerini, complici anche alcune palle perse da parte di Treviso. Marini tiene a galla i suoi con una tripla dalla distanza (25-34), ma Treviso c’è e risponde prontamente. SI va all’intervallo lungo sul punteggio di 28-36.

Nel terzo quarto il solo Dimsa viene registrato sul tabellone dei marcatori. Le due squadre tirano male dall’altro (4/16 Napoli e 3/14 per Treviso), ma il gioco rimane comunque ‘vivace’, con Parks che segna dall’area per il 32-39. Imbrò chiude con una tripla il tentativo di rimonta di Napoli: 39-47. Nel quarto conclusivo Chilo segna 4 punti consecutivi, ristabilendo la doppia cifra di vantaggio (39-51). Napoli prova a rimanere agganciata con il solito Marini, ma Sims segna la tripla del +13. Treviso non si concede cali di concentrazione e chiude il match in gestione. Top scorer degli ospiti Sims con 16 punti, mentre Dimsa chiude con 10 punti a referto. Per i napoletani di Coach Pino Sacripanti, invece, 19 punti per McDuffie e 11 punti per Pierpaolo Marini.

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Pattinaggio artistico a rotelle, Europei Riccione 2021: Campagnol-Qualizza avanti dopo la style dance

Volley, Davide Mazzanti: “Bello essere in Finale e giocarci una partita così importante. Servirà lo stesso coraggio di stasera”