Volley, l’Italia può sostituire Sarah Fahr agli Europei. Il regolamento e la doppia scelta di Mazzanti: i due nomi disponibili

Sarah Fahr è tornata in Italia per effettuare ulteriori accertamenti medici dopo l’infortunio maturato nel corso del terzo set di Italia-Croazia, match valido per la fase a gironi degli Europei 2021 di volley femminile. La centrale era ricaduta male da un muro e si è subito parlato di un trauma distorsivo del ginocchio destro, si teme anche per i legamenti dell’articolazione. Nelle prossime ore dovremmo sapere qualcosa in più sulle condizioni della giocatrice e se potrà eventualmente prendere parte alla fase a eliminazione diretta della rassegna continentale (la nostra Nazionale affronterà il Belgio negli ottavi di finale, l’appuntamento è per lunedì 30 agosto a Belgrado).

Se la 19enne non dovesse essere in grado di tornare in campo, allora il CT Davide Mazzanti potrebbe decidere di sostituirla. Il regolamento, infatti, permette di rimpiazzare un’atleta infortunata con una ragazza inserita nella “lista delle 24” presentata alla CEV diverse settimane fa. In quel documento figuravano altre tre centrali oltre a quelle andate a referto nelle prime cinque partite: si trattava di Raphaela Folie (non verrà comunque chiamata, sta svolgendo un lavoro di recupero in vista dell’inizio della stagione di club), Marina Lubian e Alessia Mazzaro. Queste ultime due centrali potrebbero rientrare in gioco, il tecnico potrebbe convocare una delle due se Sarah Fahr non dovesse essere recuperabile.

Alessia Mazzaro ha 22 anni ed è reduce da una buona annata con Chieri. Marina Lubian ha 21 anni ed è un caposaldo di Scandicci, dove gioca insieme alla schiacciatrice Elena Pietrini e alla palleggiatrice Ofelia Malinov (le ritroverebbe in azzurro). Avere una centrale in più permetterebbe di avere una rotazione più ampia, assicurando un’alternativa in più a Cristina Chirichella, Anna Danesi e Sara Bonifacio (le prime due sono al momento le designate titolari).

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Sunisa Lee parteciperà a Dancing With The Stars. La Campionessa Olimpica gareggerà in NCAA. Il sistema NIL per guadagnare soldi

Ciclismo, Tadej Pogacar tornerà in corsa al Bretagne Classic-Ouest France 2021: “E’ una sfida nuova per me”