LIVE Ciclismo su pista, Olimpiadi Tokyo in DIRETTA: record italiano per i quartetti azzurri, domani in palio le medaglie!

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

La nostra diretta live si chiude qui, grazie per averci seguito, appuntamento a domani con in palio le medaglie.

11.21 Anche le ragazze sono riuscite a centrare un gran risultato: record italiano, quarta piazza parziale e scontro con la Germania. Fondamentale ripetere il crono di oggi nel primo turno di domani: l’obiettivo minimo è la finale per il bronzo.

11.19 Si chiude quindi qui la qualifica dell’inseguimento a squadre maschile: Danimarca in testa, sfida alla Gran Bretagna nel primo turno. L’Italia, seconda con il record nazionale, affronterà la Nuova Zelanda per provare a centrare domani la finale per l’oro. Ricordiamo che il regolamento dice che per la finale per il bronzo saranno ripescati invece i due migliori tempi.

11.18 Australia lontana 3:48.448, quinto posto.

11.15 Ora manca solamente la performance dell’Australia, sfortunata protagonista nell’inseguimento a squadre maschile di una caduta.

11.13 Oro Cina! 31.895, trionfano Bao e Zhong. Battute le teutoniche Friedrich ed Hinze arrivate a pochissimi centesimi.

11.10 Ora una finale attesissima tra Germania e Cina.

11.09 Shmeleva e Voinova del Comitato Olimpico Russo agguantano il bronzo in 32.252.

11.05 Lituania supera il Messico e guadagna la quinta piazza. Ora le finali per le medaglie.

11.02 La Polonia batte l’UCraina e chiude settima.

11.00 Prima le finali della sprint a squadre al femminile.

10.58 Manca solamente la prova dell’Australia, ma l’Italia dovrebbe chiudere al secondo posto.

10.57 Ci si aspettava molto di più dai campioni olimpici, addirittura quarti ad oltre 2”.

10.53 In attesa di far ridisputare la prova all’Australia sale in pista la Gran Bretagna: Hayter, Clancy, Vernon e Wood.

10.49 Ora la giuria sta dando un’occhiata alla pista per vedere se c’è qualcosa da sistemare.

10.47 Clamorosa caduta per Porter, gli ha addirittura ceduto il manubrio e la bicicletta si è spezzata. L’Australia si rialza e potrà disputare nuovamente la prova.

10.43 Ora l’Australia: O’Brien, Welsford, Howard e Porter.

10.41 Vanno al comando i danesi, ma non fanno il vuoto! 3:45.014, solo otto decimi in meno degli azzurri.

10.36 Ora la squadra favoritissima per il titolo: Danimarca, con Hansen, Larsen, Madsen e Pedersen.

10.34 Che sfida da perdifiato! I neozelandesi chiudono vicinissimi agli azzurri, a meno di due decimi, con 3:46.079. L’Italia però è davanti! Ufficiale la qualifica per il turno per le medaglie per Ganna e compagni.

10.31 Primo test per gli azzurri: Nuova Zelanda con Gate, Stewart, Gough e Kerby.

10.30 Filippo Ganna si scusa con i compagni, vista la sua accelerazione. In ogni caso prova eccezionale per gli azzurri.

10.28 DEVASTANTE GANNA, quasi stacca da ruota tutti i compagni. Record italiano: 3’45”895, anche record olimpico. Italia che passa al comando!

10.26 Ora tocca a Filippo Ganna dopo una trenata paurosa di Milan: spettacolare l’Italia che sta sbriciolando il crono del Canada.

10.25 Eccellente il lancio di Lamon, ora Consonni: al primo chilometro Italia avanti di un secondo!

10.24 COMINCIA L’AVVENTURA DEL TRENINO AZZURRO!

10.22 Il momento più atteso: tocca all’Italia. Francesco Lamon, Simone Consonni, Jonathan Milan e la locomotiva di Verbania Filippo Ganna. Gli azzurri puntano il record italiano.

10.21 Solo terza la Svizzera in 3:51.514.

10.17 Ora una squadra interessantissima come la Svizzera: Bisseger, Froidevaux, Schimd e Thiery.

10.15 Germania che finisce dietro il Canada: 3:50.830.

10.12 Ora la Germania con Reinhardt, Gross, Rohde e Weinstein.

10.11 Crono non irresistibile per i canadesi: 3:50.455, sicuramente in tanti faranno meglio.

10.07 Primi a partire i canadesi: de Haitre, Foley, Gee e Lamoureux.

10.05 Ora il momento più importante della giornata italiana: le qualificazioni dell’inseguimento a squadre maschile. Gli azzurri puntano molto in alto.

10.03 La Germania sfiora il tempo della Cina: sarà sfida tra teutoniche e cinesi per la medaglia d’oro. Per il bronzo invece Olanda contro Comitato Olimpico Russo. Più tardi le finali.

10.01 Ora potrebbe arrivare la risposta della Germania che se la vedrà con l’Ucraina.

9.59 RECORD DEL MONDO DELLA CINA! 31.804, crono devastante per le asiatiche.

9.57 Ora Cina contro Lituania.

9.56 Tutto facile per le olandesi: vittoria in 32.308.

9.55 Seconda sfida tra Olanda e Polonia.

9.54 Si comincia con Comitato Olimpico Russo-Messico: si aggiudicano lo scontro Shmeleva e Voinova in 32.249.

9.53 Ora il primo turno della sprint a squadre femminile. I due migliori crono delle vincitrici vanno in finale per l’oro.

9.52 Nell’altra sfida da finale si affrontano Gran Bretagna e Stati Uniti.

9.51 Italia che è in corsa per le medaglie! Sfida impossibile nel primo turno con la Germania, autrice del Record del Mondo. Se dovesse arrivare la sconfitta importante il tempo per volare nella finale per il bronzo.

9.49 La Germania fa saltare il banco! Seconda posizione per la Gran Bretagna, ad 1”715 di ritardo dalle teutoniche.

9.44 Ora tocca alla Gran Bretagna, la grande favorita al titolo: Archibald, Kenny, Barker e Knight.

9.42 Stati Uniti che sbagliano con Dygert nell’ultimo chilometro: accelerazione devastante che stacca una compagna e distrugge il quartetto. Nonostante questo seconda posizione davanti all’Italia, tempo di 4:10.138.

9.37 Parte una delle squadre favorite, gli Stati Uniti: Valente, Dygert, White e Williams.

9.35 Lontanissimo il Canada: sesto in 4:15.832. L’Italia resta seconda quando mancano due squadre al via.

9.32 Tocca al Canada: Beveridge, Duehring, Foreman-Mackey e Simmerling.

9.29 Importantissimo per l’Italia: l’Australia crolla sul finale e timbra 4’13”571, solo quinte. Azzurre che sono seconde!

9.25 Ora una squadra che può giocarsela: l’Australia. Quartetto formato da Baker, Edmondson, Ankudinoff e Manly.

9.23 Molto lontane le neozelandesi: quarte in 4:12.536.

9.18 A mettere alla prova le tedesche c’è la Nuova Zelanda: Edmondston, Botha, James e Nielsen.

9.16 MOSTRUOSA la Germania. Record del Mondo, una performance veramente devastante: 4:07.307, oltre 3” sotto il precedente primato. Questo può essere un tempo da medaglia d’oro.

9.12 Tocca alla Germania, subito un test importante: Brausse, Brennauer, Klein e Kroeger.

9.11 Italia al comando, ora vediamo le altre compagini.

9.09 NUOVO RECORD ITALIANO! 4:11.666! Gran performance delle azzurre!

9.07 Si stacca Barbieri, parte la consueta rimonta dell’Italia che, dopo il terzo chilometro, torna al comando!

9.06 Passa avanti Elisa Balsamo, al secondo chilometro mezzo secondo di ritardo.

9.05 Dopo il primo chilometro le azzurre perdono quattro decimi dalle francesi.

9.03 PARTITE! Dopo l’incitamento di Dino Salvoldi.

9.02 Età media bassissima per le azzurre, praticamente tutte ventenni. Ad aprire ci sarà Barbieri. Fondamentale trovare un gran crono.

9.01 Ora tocca alle azzurre: Rachele Barbieri, Letizia Paternoster, Elisa Balsamo e Vittoria Guazzini, per andare al comando serve assolutamente migliorare il record italiano.

8.59 Berteau, Borras, Fortin e le Net le francesi: il crono conclusivo è di 4’12”511. Subito un ottimo tempo.

8.58 Ricordiamo che il regolamento dell’Inseguimento a squadre prevede questi abbinamenti dopo le qualifiche: la sesta squadra più veloce contro la settima; la quinta squadra più veloce contro l’ottava; la seconda squadra più veloce contro la terza; la squadra più veloce contro la quarta. Le vincitrici delle batterie 3 e 4 del primo turno correranno la finale per l’oro mentre il terzo e quarto miglior tempo del primo turno si contenderanno il bronzo.

8.57 Prima a partire la Francia, poi toccherà all’Italia.

8.56 Ora è il momento della qualificazione dell’inseguimento a squadre femminile.

8.55 Si conclude qui la qualificazione dello sprint femminile.

8.54 Secondo crono per la Cina: 32.135.

8.51 Ora l’ultima coppia, le favorite cinesi: Bao-Zhong.

8.50 Non perfette le russe: 32.476, sono terze.

8.49 Comitato Olimpico Russo: Shmeleva e Voinova.

8.48 Devastante la Germania: 32.102, già vicinissime al Record del Mondo.

8.46 Ora una delle favorite per il titolo, la Germania: Friedrich e Hinze.

8.45 Di gran lunga miglior crono per le Orange: 32.465.

8.43 Tocca all’Olanda: van Riessen e Braspennincx.

8.42 Gran seconda parte di gara per le messicane: volano in testa in 33.097.

8.41 Al via il Messico: Gonzalez e Verdugo.

8.39 Secondo posto per le polacche in 33.244.

8.37 È la volta della Polonia: spazio a Karwacka e Los.

8.36 Al comando le lituane con 33.276.

8.35 Ora tocca alla Lituania con Marozaite e Krupeckaite.

8.33 33.542 il tempo delle ucraine.

8.31 La prima squadra a scendere in pista sarà l’Ucraina. Coppia formata da Basova e Starikova.

8.28 Distanza di gara prevista di due giri.

8.25 Otto le Nazionali in gara: non ci saranno eliminazioni, si prenderanno i tempi per delineare gli accoppiamenti dei quarti di finale.

8.22 La super favorita resta la Cina, oro olimpico a Rio 2016 e bronzo agli ultimi Campionati del Mondo. In questa occasione, ad avere la meglio fu la Germania, che si presenterà al via come principale antagonista delle asiatiche.

8.20 La prima specialità che sarà al via all’Izu Velodrome è la team sprint al femminile. Bel Paese che non è iscritto in nessuna prova della velocità.

8.17 Una delle discipline più attese in casa Italia: l’obiettivo è, soprattutto al maschile, riscattare le parziali delusioni arrivate nelle gare su strada.

8.15 Buongiorno e benvenuti alla Diretta Live della prima giornata dedicata al ciclismo su pista delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della prima giornata dedicata al ciclismo su pista delle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’Izu Velodrome è pronto ad ospitare le migliori e i migliori pistard del mondo, e già quest’oggi potremo assistere all’assegnazione del primo titolo olimpico, quello della Velocità a squadre femminile, ma soprattutto le due prove che interessano ai colori azzurri, ossia le qualificazioni dell’Inseguimento a squadre, sia maschile che femminile.

A scendere in pista per il quartetto degli uomini abbiamo Francesco Lamon, Simone Consonni, Jonathan Milan e la locomotiva di Verbania Filippo Ganna. I nostri azzurri prenderanno il via al quarto posto. Sicuramente la Nazionale più temibile è il bronzo di Rio 2016, ossia la Danimarca, con il suo record del mondo ottenuto agli ultimi Mondiali da loro vinti, e dove l’Italia ha conquistato il bronzo. A Rio fu la Gran Bretagna a trionfare dinnanzi alla Nuova Zelanda, altre avversarie davvero toste, come del resto l’Australia, argento alle ultime Olimpiadi.

Per quanto riguarda il quartetto donne, invece, saranno al via Rachele Barbieri, Letizia Paternoster, Elisa Balsamo e Vittoria Guazzini. Le azzurre partiranno per seconde in una battaglia che si preannuncia davvero tosta per loro. Gran Bretagna, oro olimpico e record del mondo a Rio, e Stati Uniti, argento cinque anni fa, e campionesse del mondo in carica, appaiono quasi inarrivabili. Da temere anche Canada e Australia. Da non dimenticare comunque che l’Italia detiene l’argento europeo sia al femminile che al maschile.

Ricordiamo che il regolamento dell’Inseguimento a squadre prevede questi abbinamenti dopo le qualifiche: la sesta squadra più veloce contro la settima; la quinta squadra più veloce contro l’ottava; la seconda squadra più veloce contro la terza; la squadra più veloce contro la quarta. Le vincitrici delle batterie 3 e 4 del primo turno correranno la finale per l’oro mentre il terzo e quarto miglior tempo del primo turno si contenderanno il bronzo.

In ultima battuta, per quanto riguarda la Velocità a squadre femminile, la super favorita resta la Cina, oro olimpico a Rio 2016 e bronzo agli ultimi Campionati del Mondo. In questa occasione, ad avere la meglio fu la Germania, che si presenterà al via come principale antagonista delle asiatiche.

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE testuale della prima giornata riservata alle prove olimpiche del ciclismo su pista dalle ore 8.30. Buon divertimento!

Foto: Federciclismo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo su pista, Filippo Ganna ed il quartetto sono in semifinale per l’oro a Tokyo 2020! Solo 8 decimi dalla Danimarca

Olimpiadi Tokyo 2021, italiani in gara e programma di domani: orari, tv, streaming 3 agosto