Basket, Olimpiadi Tokyo: Durant vola, Tatum cinico nel finale, Team USA schiva la Spagna di un grande Rubio e va in semifinale

27 punti di Kevin Durant, 38 di un commovente Ricky Rubio, un finale da protagonista assoluto di Jayson Tatum. Spagna-Stati Uniti si riassume così, nel giorno in cui si è forse materializzata la trasformazione di Team USA. Vanno in semifinale gli uomini di Gregg Popovich, e lo fanno con merito, dimostrando che forse le ruggini mostrate con la Francia, anche grazie a due partite in cui hanno avuto modo di poter aggiustare delle cose che non funzionavano, stanno svanendo.

Nel primo quarto qualche problema di troppo nella comunicazione offensiva della Spagna fa sì che gli Stati Uniti abbiano un vantaggio iniziale, con Durant che mostra fin da subito di sapere cosa fare per portare i suoi sul +7 (10-17). Chi non ci sta è Rubio, che conosce bene coloro che ha di fronte e sa quali trucchi utilizzare per avviare la grande fiammata spagnola insieme a Llull. Negli ultimi 4 minuti le sue giocate e la difesa forte portano gli uomini di Scariolo in vantaggio per 21-19 alla prima sirena.

Gli spagnoli continuano nel loro assolo nel secondo quarto: c’è la mano della coppia formata da Sergio Rodriguez e Claver. Il Chacho segna e quando non segna inventa: gli USA sembrano spaesati, incapaci di trovare una trama tattica valida per fermare gli avversari e, soprattutto, con fin troppo spiccata vena individualista. A ripartire sono contemporaneamente Lillard, con un momento di Dame Time dei suoi, e Durant, che di fatto assicurano il 43-43 all’intervallo, senza dimenticare l’apporto difensivo del solito, e mai troppo ricordato Draymond Green.

Durant diventa un drago che azzanna su tutta la linea, dimostrando perché è, ad oggi, uno dei tre migliori giocatori del mondo. Fa praticamente tutto lui per portare gli Stati Uniti fino al +15 (52-67), mentre la Spagna è praticamente bloccata, quasi incapace di reagire di fronte alla circolazione rimessa a posto dagli avversari, spesso in grado di generare triple ben costruite. Rubio però non molla, Rodriguez neanche, e gli iberici rientrano: 63-69 con 10′ da giocare.

Garuba spinge la Spagna anche fino al -4, ma a quel punto si accende anche Tatum, che segna, guadagna falli (antisportivi) e si prende il suo momento di gloria per il nuovo +15 americano. Rubio però è infinito, supera quota 30 punti e tiene in vita finché può i suoi, ma da solo non basta. Ci pensa Holiday, uno dei pilastri dell’anello NBA dei Milwaukee Bucks, a chiudere definitivamente i conti. Finisce 81-95, Team USA vola in semifinale e aspetta Australia o Argentina.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vela, Giles Scott si conferma campione olimpico. Era il tattico di Ben Ainslie contro Luna Rossa…

Italiani in gara Olimpiadi 4 agosto: programma, orari, tv e streaming. Gli azzurri sport per sport, minuto per minuto