Volley femminile, l’Italia vince i Mondiali Under 20: chi sono le azzurre? Guiducci MVP, Omoruyi di lusso, tanta A2

L’Italia ha vinto i Mondiali Under 20 di volley femminile. Le ragazze del CT Massimo Bellano hanno sconfitto la Serbia con un secco 3-0 a Rotterdam e sono così salite sul gradino più alto del podio. Conosciamo però meglio chi sono le magiche azzurrine che hanno fatto festa in Olanda, riportando a casa quel titolo iridato di categoria che mancava da dieci anni (era la Nazionale di Valentina Diouf e Caterina Bosetti, capace di conquistare l’unico sigillo della nostra storia tra le under 20).

Gaia Guiducci è stata premiata come MVP del torneo: miglior giocatrice in assoluto. La capitana della Nazionale è una palleggiatrice (ha portato a casa anche il riconoscimento di ruolo) e non è facile che la palma di migliore della competizione finisca a una regista.

La 19enne romana ha contribuito alla promozione del club capitolino in Serie A1 ed è una delle tante ragazze cresciute nel Volleryò Casal de Pazzi, proprio come le centrale Linda Nwakalor ed Emma Graziani, il libero Martina Armini, la schiacciatrice Beatrice Gardini (giusto per citare le titolari, le ultime quattro hanno militato col Club Italia in A2 nell’ultima annata). Loveth Omoruyi è stata premiata come migliore schiacciatrice: è tesserata per Conegliano con cui ha vinto scudetto e Champions League. Anche Graziani e Armini hanno alzato al cielo il riconoscimento di migliori del torneo nel rispettivo ruolo.

Con le Pantere gioca anche l’opposto Giorgia Frosini, impeccabile titolare di un sestetto meraviglioso e anch’ella al Club Italia nell’ultima stagione, a dimostrazione dell’importanza rivestita dalla squadra federale per creare la giusta amalgama. Tante avranno futuro tra le grandi, stiamo parlando di ragazze nate tra il 2002 e il 2004 che potrebbero rappresentare un ottimo rinforzo per la Nazionale senior degli anni venturi. Di seguito le schede dettagliate di tutte le Campionesse del Mondo con date e luoghi di nascita, ruoli, società di appartenenza, altezza.

CHI SONO LE AZZURRE CAMPIONESSE DEL MONDO UNDER 20 VOLLEY

2. Emma Graziani
Nata il 16/08/2002 a Livorno, altezza 190 cm, Centrale, Volleyrò Casal de pazzi.

4. Julia Ituma
Nata l’08/10/2004 a Milano, altezza 191 cm, Opposto, Volleyrò Casal de Pazzi.

5. Sofia Monza
Nata l’11/05/2002 a Rho (MI), altezza 174 cm, Palleggiatrice, Uyba Volley Busto Arsizio.

6. Gaia Guiducci (Capitano)
Nata il 09/03/2002 a Roma, altezza 175 cm, Palleggiatrice, Volleyrò Casal dè Pazzi.

7. Claudia Consoli
Nata il 04/02/2002 a Roma, altezza 180 cm, Centrale, Volleyrò Casal dè Pazzi.

9. Loveth Omoruyi
Nata il 25/08/2002 a Lodi, altezza 184 cm, Schiacciatrice, Imoco Volley Conegliano.

10. Martina Armini
Nata il 19/09/2002 a Marino (RM), altezza 175 cm, Libero, Volleyrò Casal dè Pazzi.

11. Stella Nervini
Nata il 10/09/2003 a Milano, altezza 184 cm, Schiacciatrice, Volleyrò Casal dè Pazzi.

12. Giorgia Frosini
Nata il 29/11/2002 a Bologna, altezza 188 cm, Opposto, Imoco Volley Conegliano.

13. Beatrice Gardini
Nata l’1/04/2003 a Ravenna, altezza 185 cm, Schiacciatrice, Volleyrò Casal dè Pazzi.

16. Emma Cagnin
Nata il 26/06/2002 a Castelfranco Veneto (TV), altezza 186 cm, Schiacciatrice, Imoco Volley Conegliano.

17. Linda Nwakalor
Nata il 17/09/2002 a Lecco, altezza 187 cm, Centrale, Volleyrò Casal dè Pazzi.

Foto: FIVB

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Tour de France 2021, Richard Carapaz: “Tadej Pogacar era imbattibile”

F1, questa è la Ferrari che vogliamo! Ora il 2022, le nuove regole e l’obiettivo di tornare a lottare per il Mondiale