Tennis: Fabio Fognini batte Gerasimov ed è al terzo turno alle Olimpiadi di Tokyo!

Fabio Fognini si qualifica per il terzo turno alle Olimpiadi di Tokyo e ripete il risultato che aveva conseguito a Rio nel 2016. L’azzurro si impone d’autorità sul bielorusso Egor Gerasimov: 6-4 7-6(4) il punteggio finale in un’ora e 45 minuti: prossimo obiettivo presumibilmente il russo Daniil Medvedev, numero 2 del mondo, per il quale non appare come ostacolo insormontabile l’indiano Sumit Nagal.

Fognini arriva subito a 30 sul servizio di Gerasimov, poi è lui a finire 0-30 sul proprio, ma riesce a salvarsi. Il break arriva velocemente, e d’autorità, ma per il ligure continuano i momenti critici al servizio, tant’è che deve salvare una chance di recupero del bielorusso, il quale la spreca malamente in risposta. L’azzurro, però, ha tante armi in più in termini di gioco rispetto al suo avversario, e s’invola così fino al 5-1. Un momento di leggero calo permette a Gerasimov di risalire fino al 5-4, ma un errore in lunghezza con il rovescio sulla diagonale sinistra fa sì che il primo set vada a Fognini.

Il secondo set comincia male per l’italiano, che gioca un brutto secondo game e, complice anche il miglior momento del suo avversario, subisce il break. Il gioco torna però brillante nel giro di pochi minuti, e con esso torna anche la brillantezza in risposta: il controbreak è piuttosto rapido. Dopo qualche gioco tranquillo, sul 4-5 Fognini si ritrova a dover annullare un set point con il dritto, e sul 5-6 sono altre due le chance che Gerasimov si procura e che non vengono trasformate. Si arriva così al tie-break, in cui il servizio non è la principale dote di nessuno dei due. Chi sfrutta meglio la situazione è Fognini, che con un paio di lampi di classe fa quel che serve per riuscire a giungere al 7-4 che lo spedisce avanti.

A livello statistico, vale la pena notare come Fognini sia stato di più che buona efficacia con la prima di servizio, che gli ha portato 35 punti su 45 buoni anche i numeri sulla seconda (15/25). Il rapporto vincenti-gratuiti del ligure è di 19-31; il tutto nonostante 8 doppi falli a fronte di 4 ace.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Boxe, Irma Testa caterpillar alle Olimpiadi! Demolisce Walsh e vola ai quarti di finale: medaglia a un passo

Basket 3×3, Olimpiadi Tokyo: nulla da fare per l’Italia contro il Giappone. Le padrone di casa vincono nettamente