Olimpiadi Tokyo, le speranze di medaglia dell’Italia giorno per giorno! Favoriti e outsider

Le Olimpiadi di Tokyo si svolgeranno dal 23 luglio, giorno della cerimonia d’apertura, all’8 agosto 2021, anche se le prime gare inizieranno sin da mercoledì 21 luglio con i tornei di calcio e softball (in quest’ultima disciplina è qualificata anche l’Italia campione d’Europa). Come da tradizione la spedizione tricolore si giocherà le chance migliori nei primi giorni, tuttavia vi è una sostanziale novità rispetto al passato recente: anche nella seconda settimana l’Italia potrà beneficiare di diverse opportunità di salire sul podio. Andiamo dunque a scoprire cosa ci attende in Giappone in quelli che saranno 16 giorni da vivere tutti d’un fiato.

OLIMPIADI TOKYO: LE SPERANZE DI MEDAGLIA DELL’ITALIA GIORNO PER GIORNO 

SABATO 24 LUGLIO 

Si entra subito nel vivo con la scherma. Azzurri non favoriti né nella sciabola maschile né nella spada femminile, tuttavia atleti del calibro di Luca Curatoli, Mara Navarria e Rossella Fiamingo possono tentare l’impresa. Vito Dell’Aquila sarà tra i primi cinque contendenti al titolo dei -58 kg di taekwondo, mentre andrà monitorata con grande attenzione la prova mista di tiro con l’arco, dove Mauro Nespoli affiancherà la migliore delle italiane al termine del ranking round. Italia che partirà con qualche velleità di podio anche nella gara in linea maschile di ciclismo su strada, mentre non va esclusa a prescindere una sorpresa dal tiro a segno o con Paolo Monna nella pistola 10 metri o, soprattutto, con la mina vagante Sofia Ceccarello nella carabina 10 metri. La 18enne romagnola, campionessa d’Europa in carica della 3 posizioni e qualificatasi in extremis per i Giochi, potrebbe stupire.

Da medaglia: Vito Dell’Aquila, Rossella Fiamingo, Mara Navarria, Luca Curatoli, squadra mista tiro con l’arco.

Outsider: Nazionale italiana maschile di ciclismo, Sofia Ceccarello, Paolo Monna.

LEGGI IL CALENDARIO DELLE OLIMPIADI DI TOKYO GIORNO PER GIORNO

DOMENICA 25 LUGLIO 

Giornata pienissima, un vero e proprio tornado di emozioni. Chi ama le Olimpiadi vive per questo…Due carte su tutte: Manuel Lombardo nel judo ed il fioretto femminile individuale con Arianna Errigo, Alice Volpi e Martina Batini. Da medaglia certamente anche Elisa Longo Borghini nella gara in linea di ciclismo femminile ed Odette Giuffrida nel judo: la romana cercherà di migliorare l’argento di Rio 2016. Sulla carta sarà anche la giornata di Gabriele Detti nei 400 sl, ma sin qui il toscano ma non ha mai davvero convinto in questa stagione; chissà che, nella medesima gara, non possa riservare una sorpresa il compagno di squadra Marco De Tullio. Nella scherma l’Italia punterà ad essere protagonista anche nell’imprevedibile spada maschile. Non partono in prima fila per una medaglia, ma potrebbero tentare il colpo Marco Suppini nella carabina 10 metri di tiro a segno, le azzurre nella prova a squadre di tiro con l’arco e Mirko Zanni nei -67 kg di sollevamento pesi.

Da medaglia: Manuel Lombardo, Arianna Errigo, Martina Batini, Alice Volpi, Odette Giuffrida, Elisa Longo Borghini, Gabriele Detti.

Outsider: Marco Fichera, Enrico Garozzo, Andrea Santarelli, Marco Suppini, Mirko Zanni, azzurre tiro con l’arco a squadre, Marco De Tullio.

LUNEDI’ 26 LUGLIO 

Altra giornata densa di carte da medaglia. Le speranze maggiori saranno riposte nel tiro a volo: l’Italia parte con grandi ambizioni sia nello skeet femminile, dove cala due campionesse olimpiche come Chiara Cainero e Diana Bacosi, sia nello skeet maschile che vedrà in gara il detentore del titolo Gabriele Rossetti e l’emergente Tammaro Cassandro, capace di prestazioni straordinarie. Scherma ancora grande protagonista con il fioretto maschile dove gli azzurri sono tra i favoriti, mentre proveranno a sorprendere le azzurre della sciabola. Nel taekwondo caleremo l’asso Simone Alessio nei -80 kg, atleta di classe sopraffina che può rivaleggiare alla pari con chiunque. Attenzione poi all’imprevedibile Fabio Basile nei -73 kg del judo: riuscirà a bissare l’oro di Rio 2016, ma in una differente categoria di peso? Italia protagonista nel nuoto anche con Nicolò Martinenghi (100 rana) e la staffetta maschile 4×100 sl.

Da medaglia: Chiara Cainero, Diana Bacosi, Gabriele Rossetti, Tammaro Cassandro, Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Andrea Cassarà, Simone Alessio, Nicolò Martinenghi.

Outsider: Martina Criscio, Rossella Gregorio, Irene Vecchi, Fabio Basile, 4×100 sl maschile nuoto.

MARTEDI’ 27 LUGLIO 

Cala leggermente il livello rispetto alle due giornate precedenti, eppure non mancheranno nuove opportunità di salire sul podio, anzi. La gara più attesa sarà quella del 4 di coppia di canottaggio: i Cavalieri delle Acque sfideranno l’Olanda per conquistare un titolo che all’Italia manca ormai da 21 anni. Attenzione alle azzurre nella gara a squadre di spada: se in giornata giusta, potrebbero anche fare il colpo. Carte da medaglia saranno Martina Carraro e Benedetta Pilato nella finale dei 100 rana di nuoto. Fioccheranno poi gli outsider: Stefanie Horn nella canoa slalom, Christian Parlati e Maria Centracchio nel judo, Thomas Ceccon nei 100 dorso di nuoto, la coppia (ancora da confermare) Ceccarello-Suppini nella carabina 10 metri mista di tiro a segno. Sarebbe anche il giorno della finale a squadre di ginnastica femminile, ma difficilmente l’Italia potrà ripetere il bronzo dei Mondiali 2019 a causa dei tanti infortuni che hanno zavorrato le Fate, l’ultimo quello che ha costretto addirittura al forfait la leader Giorgia Villa. Si giocano infine le finali del torneo di softball: sarebbe un sogno per l’Italia disputare quella per il bronzo.

Da medaglia: 4 di coppia canottaggio, Martina Carraro, Benedetta Pilato.

Outsider: Stefanie Horn, Christian Parlati, Maria Centracchio, Thomas Ceccon, Ceccarello-Suppini, Nazionale italiana softball.

MERCOLEDI’ 28 LUGLIO 

Una delle giornate in assoluto più importanti per l’Italia. Nuoto protagonista indiscusso con un poker da podio: Federica Pellegrini (200 sl), Simona Quadarella (1500 sl), Federico Burdisso (200 farfalla) e la 4×200 sl maschile. Caleremo poi l’asso Filippo Ganna nella cronometro individuale su strada: il campione del mondo in carica dovrà superarsi su un tracciato piuttosto impegnativo. Cercherà la grande impresa il 4 senza senior di canottaggio, dove il dt Franco Cattaneo ha spostato anche Matteo Lodo e Giuseppe Vicino: fondamentalmente sarà la barca su cui sono riposte le ambizioni maggiori, oltre naturalmente al 4 di coppia. Scherma ancora protagonista con la sciabola maschile a squadre: l’Italia può contare su un quartetto solido ed affiatato, di cui fa parte anche il veterano Aldo Montano. Il 28 luglio si assegneranno anche i metalli preziosi del basket 3×3: ci saranno anche le azzurre? Da non escludere una speranza per Leonardo Fioravanti nel surf, uno degli sport più aleatori in assoluto e che dunque si presta alle sorprese.

Da medaglia: 4 senza senior maschile canottaggio, Simona Quadarella, Federica Pellegrini, Federico Burdisso, sciabola maschile a squadre.

Outsider: 4×200 sl maschile nuoto, Italia femminile basket 3×3, Leonardo Fioravanti.

Tokyo 2021, Giovanni Malagò: “Olimpiadi più importanti della storia, abbiamo la squadra più forte di sempre”

GIOVEDI’ 29 LUGLIO 

Altra giornata potenzialmente allucinante. Non sarà più un Dream Team, ma la Nazionale femminile di fioretto parte sempre per vincere, anche se questa volta sarà la Russia la squadra da battere. Nel nuoto resta da sciogliere l’incognita legata alle condizioni di Gregorio Paltrinieri, in gara negli 800 sl insieme a Gabriele Detti; attenzione anche ad Alessandro Miressi nei 100 sl: medaglia difficile, ma non impossibile. Si tratterrà il fiato nel tiro a volo con le gare di trap, dove l’Italia schiera Jessica Rossi, Silvana Stanco e Mauro De Filippis: tutte carte importantissime. Spera in un buon bottino anche il canottaggio con il due senza senior di Abagnale-Di Costanzo, già bronzo a Rio 2016, senza dimenticare i doppi pesi leggeri di Rodini-Cesarini ed Oppo-Ruta.

Da medaglia: Jessica Rossi, Mauro De Filippis, Silvana Stanco, fioretto femminile a squadre, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti, Oppo-Ruta.

Outsider: Alessandro Miressi, Rodini-Cesarini, Abagnale-Di Costanzo.

VENERDI’ 30 LUGLIO 

Prima giornata piuttosto soft per i colori azzurri. Chissà che non possano regalare un’impresa speciale i ragazzi della spada maschile, mentre Giovanni De Gennaro, outsider di lusso nella canoa slalom, sogna di vivere la gara della vita.

Da medaglia: spada maschile a squadre.

Outsider: Giovanni De Gennaro.

SABATO 31 LUGLIO 

Tante speranze di medaglia, ma non sarà semplice centrare un oro. Attesa per il trap misto a coppie, anche per capire quale sarà la composizione della compagine azzurra: Jessica Rossi e Mauro De Filippis sono stati compagni nella vita, poi la separazione. Torneranno ad unire i propri destini per l’obiettivo a cinque cerchi o toccherà a Silvana Stanco? Nuoto ancora assoluto protagonista con Simona Quadarella (800 sl) e Margherita Panziera (200 dorso), oltre ad una piccolissima chance nella staffetta 4×100 mista mista. Da seguire con grande attenzione tre prospetti validissimi come Antonino Pizzolato (-81 kg sollevamento pesi), la squadra femminile di sciabola e Mattia Camboni nella vela (RS:X). Potrebbe far saltare il banco Sofia Ceccarello nella carabina 3 posizioni di tiro a segno: a 18 anni spensieratezza e sfrontatezza dovranno compensare l’inevitabile inesperienza. Infine la difficile missione di Mauro Nespoli nel tabellone individuale di tiro con l’arco.

Da medaglia: trap misto a coppie, Simona Quadarella, Margherita Panziera, Antonino Pizzolato, sciabola femminile a squadre, Mattia Camboni.

Outsider: Sofia Ceccarello, Mauro Nespoli, staffetta 4×100 mista mista nuoto.

DOMENICA 1° AGOSTO 

Sarà una giornata da poche carte, peraltro legate a tante incognite. Tanto dipenderà dallo stato di forma di Gregorio Paltrinieri nei 1500 sl, in ripresa dalla mononucleosi: è chiaro che avremo ottenuto delle risposte già dai precedenti 800 sl. Gianmarco Tamberi sogna questa gara da 5 anni, ovvero da quello straziante infortunio a Montecarlo che lo privò dell’esperienza di Rio 2016: il marchigiano, tuttavia, non ha mai davvero convinto nell’attuale stagione all’aperto nel salto in alto. E chissà dunque che il risultato più importante non possa giungere dalla gara a squadre di fioretto maschile.

Da medaglia: fioretto maschile a squadre, Gregorio Paltrinieri, Gianmarco Tamberi

Outsider: –

LUNEDI’ 2 AGOSTO 

Inizia una seconda settimana molto più densa rispetto al passato recente. La ginnastica artistica si giocherà il tutto per tutto con Marco Lodadio agli anelli (se ha recuperato la condizione al 100%, è da medaglia) e l’infinita Vanessa Ferrari al corpo libero. Per Riccardo Mazzetti la missione più difficile sarà approdare nella finale ‘a sei’ della pistola automatica di tiro a segno: ci riuscisse, allora diventerebbe una vera mina vagante. Chance minime nel completo a squadre di equitazione e nella carabina maschile 3 posizioni di tiro a segno con Lorenzo Bacci e Marco De Nicolo.

Da medaglia: Marco Lodadio, Vanessa Ferrari.

Outsider: Riccardo Mazzetti, completo a squadre equitazione, Lorenzo Bacci, Marco De Nicolo.

MARTEDI’ 3 AGOSTO 

La speranza è che la vela italiana riesca finalmente a spezzare il tabù della medaglia d’oro, l’ultima risalente al 2000: ci proveranno Ruggero Tita e Caterina Banti nel Nacra17. Impresa difficile, ai limiti dell’impossibile per il quartetto femminile di ciclismo su pista, più da top5 che da medaglia. Sarà il gran giorno della finale dei -57 kg di boxe femminile e noi speriamo che vi sia Irma Testa.

Da medaglia: Irma Testa, Tita-Banti.

Outsider: inseguimento femminile a squadre ciclismo su pista.

MERCOLEDI’ 4 AGOSTO 

Filippo Ganna proverà a trascinare il quartetto azzurro verso qualcosa di grande nel ciclismo su pista. Rachele Bruni, già argento a Rio 2016, ci riproverà nella 10 km in acque libere. Attenzione alla coppia Elena Berta e Bianca Caruso, bronzo mondiale in carica nella classe 470 di vela. Massimo Stano cercherà la gara della carriera nella 20 km di marcia.

Da medaglia: inseguimento maschile a squadre ciclismo su pista, Rachele Bruni, Berta-Caruso.

Outsider: Massimo Stano.

GIOVEDI’ 5 AGOSTO 

Altra giornata importante, a riprova di come l’Italia sia più competitiva nella seconda settimana rispetto al passato. Se Gregorio Paltrinieri fosse in buona condizione, sarebbe forse l’uomo da battere della 10 km in acque libere. Toccherà poi al portabandiera Elia Viviani provare ad andare a caccia di un difficile bis nell’omnium. Medaglia molto probabile nel kata femminile di karate con Viviana Bottaro, mentre saranno molto più flebili le speranze di Leonardo Fabbri (atletica, getto del peso), Samuele Burgo-Luca Beccaro (K2 1000 metri canoa velocità) ed Angelo Crescenzo (karate, -67 kg kumité), con quest’ultimo che dovrà cimentarsi in una categoria di peso superiore rispetto a quella in cui ha ottenuto il pass.

Da medaglia: Gregorio Paltrinieri, Elia Viviani, Viviana Bottaro.

Outsider: Leonardo Fabbri, Burgo-Beccaro, Angelo Crescenzo.

VENERDI’ 6 AGOSTO 

La giornata più importante della seconda settimana. Caleremo due autentici assi: Luigi Busà (karate, -75 kg kumitè) e Frank Chamizo (lotta, -74 kg). Puntano molto in alto anche Letizia Paternoster ed Elisa Balsamo nella madison di ciclismo su pista, nonché Antonella Palmisano nella 20 km di marcia di atletica. Non mancano gli outsider: Laura Rogora può stupire nell’arrampicata sportiva, Elena Micheli è reduce da due top5 consecutive ai Mondiali di pentathlon, mentre il gradino più basso del podio non è impossibile per Mattia Busato nel kata di karate. Se l’Italia si troverà in lizza per un piazzamento lusinghiero nel medagliere, allora questo venerdì 6 agosto potrebbe rivelarsi decisivo.

Da medaglia: Luigi Busà, Frank Chamizo, Paternoster-Balsamo, Antonella Palmisano.

Outsider: Lauro Rogora, Elena Micheli, Mattia Busato.

SABATO 7 AGOSTO 

Una penultima giornata con tanti punti interrogativi. Molto dipenderà dagli sport di squadra: le Nazionali maschili di volley e basket saranno in lizza per le medaglie? Difficile, ma da non escludere a priori. Elia Viviani e Simone Consonni possono provarci nella madison di ciclismo su pista, mentre Silvia Semeraro fa paura a tutte le avversarie nei +61 kg di kumité nel karate. Sognano una sorpresa Abraham Conyedo nella lotta libera (-97 k, già bronzo ai Mondiali 2018) e la staffetta 4×400 maschile di atletica. Si assegnano i titoli delle categorie -51 kg e -69 kg di boxe femminile: non semplice la presenza di Giordana Sorrentino ed Angela Carini, tuttavia entrambe proveranno almeno a dare l’assalto alla semifinale che garantirebbe un bronzo.

Da medaglia: Viviani-Consonni, Silvia Semeraro.

Outsider: Nazionale maschile volley, Nazionale maschile basket, Abraham Conyedo, 4×400 maschile atletica, Giordana Sorrentino, Angela Carini.

DOMENICA 8 AGOSTO 

Chiusura palpitante con la finale di volley femminile, dove l’auspicio è che sia presente anche l’Italia: le azzurre sono vice-campionesse del mondo in carica. Da medaglia l’omnium femminile: il ct Edoardo Salvoldi ha spiegato che sceglierà la titolare solo in base alle prestazioni delle gare precedenti, ad ogni modo sarà ballottaggio tra Balsamo (a nostro avviso la soluzione migliore) e Paternoster. Molta attesa per il Settebello nella pallanuoto: va detto che i campioni del mondo non hanno convinto nelle uscite sin qui disputate, in particolare in una World League terminata fuori dal podio al cospetto di avversarie non irresistibili. Per Rebecca Nicoli (-60 kg boxe femminile) vale lo stesso discorso relativo a Sorrentino e Carini, mentre cercheranno l’impresa le Farfalle della ginnastica ritmica.

Da medaglia: Nazionale femminile volley, Nazionale maschile pallanuoto, omium femminile (Balsamo o Paternoster).

Outsider: Rebecca Nicoli, Italia ginnastica ritmica.

Foto: Shutterstock.com

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


2 risposte a “Olimpiadi Tokyo, le speranze di medaglia dell’Italia giorno per giorno! Favoriti e outsider”

  1. Lavoro ottimo come sempre.
    Abbiamo una squadra forte e la speranza di rimanere in top 10 del medagliere c’è anche se non sarà facile.
    Aggiungerei Berrettini nel singolare maschile di tennis tra le possibili medaglie.
    Forza azzurri!

Lascia un commento

Ginnastica, Oksana Chusovitina leggendaria: ottava Olimpiade a 46 anni! Eguaglia Josefa Idem e insegue i record

Skateboard, calendario Olimpiadi Tokyo: programma, date, orari, tv, streaming