NASCAR Xfinity Series, Christopher Bell domina a Loudon

Christopher Bell #54 domina la scena in quel di Loudon e vince nella NASCAR Xfinity Series. Il pilota di Joe Gibbs Racing ha controllato la corsa dal primo giro alla bandiera scacchi. Secondo posto per Justin Allgaier (Jr Motorsport #7), protagonista nel finale di una bella lotta contro Daniel Hemric (Gibbs #18).

Bell, attualmente impegnato nella Cup Series, ha vinto entrambe le Stage senza problemi. Il #54 dell’Xfinity Series non ha avuto rivali in una pista atipica come il New Hampshire Motors Speedway, ovale che fino a qualche anno fa era presente nei NASCAR Playoffs.

Quarto posto per Austin Cindric (Penske) davanti ad Harrison Burton (Gibbs #20). Questi ultimi si preparano per il salto nella Cup Series 2022, rispettivamente a bordo della Mustang #2 di Penske e della #21 del Wood Brothers. 

Piccola sosta per l’Xfinity Series che tornerà dopo i Giochi Olimpici di Tokyo. Appuntamento l’8 agosto da Watkins Glen per una nuova competizione stradale, la quarta del campionato dopo Mid-Ohio, COTA e Road America.

Classifica finale NASCAR Xfinity Series Loudon

1 #54 Christopher Bell(i) +13 LEADER
2 #7 Justin Allgaier +3 +06.241
3 #18 Daniel Hemric +10 +06.422
4 #22 Austin Cindric +0 +07.827
5 #20 Harrison Burton +5 +09.028
6 #11 Justin Haley −4 +11.006
7 #2 Myatt Snider +9 +15.986
8 #1 Josh Berry # +13 +16.827
9 #02 Brett Moffitt −2 +17.693
10 #98 Riley Herbst +2 +19.835
11 #10 Jeb Burton −10 +20.301
12 #16 AJ Allmendinger −6 +22.144
13 #39 Ryan Sieg −2 +22.848
14 #9 Noah Gragson −11 +24.022
15 #51 Jeremy Clements −7 +24.895
16 #26 Brandon Gdovic +16 +29.276
17 #68 Brandon Brown +5 +30.100
18 #48 Jade Buford # +0 2 LAPS
19 #47 Kyle Weatherman +15 2 LAPS
20 #66 David Starr +18 2 LAPS
21 #44 Tommy Joe Martins −4 3 LAPS
22 #92 Josh Williams −2 3 LAPS
23 #17 JJ Yeley +13 3 LAPS
24 #07 Joe Graf Jr +6 3 LAPS
25 #4 Landon Cassill +6 3 LAPS
26 #0 Jeffrey Earnhardt +0 3 LAPS
27 #90 Dexter Bean +10 3 LAPS
28 #78 Jesse Little +0 3 LAPS
29 #6 Ryan Vargas # −10 4 LAPS
30 #15 Colby Howard −5 4 LAPS

 

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Baseball: Parma Campione d’Europa dopo 22 anni! Battuta Bonn in finale, Fortitudo Bologna terza

DIRETTA F1, GP Gran Bretagna LIVE: cambia la griglia di partenza. Leclerc: “Podio possibile”. Orari TV8