MotoGP, Dani Pedrosa correrà il GP della Stiria! Wild card per il pilota spagnolo della KTM

La voce era già nell’aria da diverso tempo, ma oggi è arrivata l’ufficialità: Dani Pedrosa sarà al via del Gran Premio di Stiria, decimo appuntamento del Mondiale MotoGP 2021. La leggenda della top class, che si è ritirato dalle competizioni dopo aver vinto 31 gare e conquistato 112 podi nell’arco di 13 stagioni nella classe regina tra il 2006 e il 2018, torna a fare sul serio grazie ad una wild card sul tracciato di casa della Red Bull, main sponsor della KTM, Casa per la quale è collaudatore.

La voglia di rimettersi a competere ai più alti livelli è stata il motore di questo ritorno, che il trentacinquenne spagnolo potrebbe anche raddoppiare con una seconda wild card ma, in questo caso, non è ancora stato specificato u quale tracciato potrebbe avvenire.

Le parole di Dani Pedrosa: “È stato molto interessante far parte di questo progetto fin dall’inizio con KTM in MotoGP come anche poter condividere la mia esperienza con loro. Passo dopo passo abbiamo fatto il meglio che potevamo e ora è di nuovo interessante tornare a correre in gara dal momento che ti dà una prospettiva diversa rispetto a un test normale. È passato molto tempo dalla mia ultima gara e ovviamente la mentalità per un Gran Premio è molto diversa da quella di un test. Il mio obiettivo sarà provare le cose che abbiamo sulla moto in una situazione di gara. Desidero capire le richieste che i vari piloti potranno avere nell’arco delle diverse sessioni come anche le caratteristiche tecniche. Guardando da casa posso percepire i miglioramenti sulle moto ma per caprine ancora di più sulla MotoGP moderna, sulle nuove tecnologie, su come correre e utilizzare le strategie contro gli altri scenderemo in pista sfruttando questa wild-card. È difficile dire quali siano le mie aspettative dopo un’assenza così lunga. Potrebbe essere tutta questione di fare uno ‘scatto’ per entrare in mentalità gara oppure no ma proveremo a goderci il weekend al meglio”.

il commento di Mike Leitner, Red Bull KTM Race Manager: “Sarà curioso vedere di nuovo Dani in MotoGP. Non gareggia da un periodo abbastanza lungo, ma sarà molto utile per noi averlo nel box al Red Bull Ring per analizzare le parti migliori e quelle meno che formano il pacchetto della nostra KTM RC16 in condizioni di GP che forniranno anche delle buone indicazioni per il suo lavoro di collaudatore. Dani ha avuto una grande importanza in relazione al nostro progetto legato alla MotoGP™ grazie a tutta la sua esperienza. L’azienda ha lavorato a fondo per seguire le sue richieste oltre a quelle di Mika Kallio. Dani è stato un ottimo punto di riferimento dato che quando si è ritirato alla fine del 2018 era ancora ai vertici di questo sport e possiamo vedere un po’ del suo impatto nei successi attuali della KTM RC16. Potrà contare su un misto tra l’attuale moto da gara e alcuni piccoli miglioramenti. Nel corso del weekend dovrà svolgere dei test ma al tempo stesso non vogliamo caricarlo. Vogliamo che si goda il Gran Premio! Ci sono tanti piloti giovani e forti al momento in MotoGP, quindi avrà il suo bel da fare ma per lui è una bella occasione di ulteriore apprendimento e per capire qual è l’attuale punto di riferimento. Tutto questo ci aiuterà nei futuri test”.

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Nicola Pietrangeli: “Berrettini a Tokyo era almeno da semifinale, spero non abbia avuto paura”

Ciclismo, percorso Olimpiadi Tokyo: tracciato per scalatori, quasi 5000 metri di dislivello!