British Open 2021: Louis Oosthuizen, leader da record. Risalgono Morikawa e Dustin Johnson, out Migliozzi e Francesco Molinari

Secondo giro concluso al Royal St. George per l’edizione numero 149 dell’Open Championship. E un pezzo di storia già c’è. La scrive Louis Oosthuizen: il sudafricano, con il -11 odierno, scrive automaticamente 129 colpi impiegati per coprire le prime 36 buche. Mai nessuno era riuscito, nella storia di questo Major, a fare di meglio: per lui grandissima precisione nel giungere subito in fairway (92.86%); la carta narra di un eagle, quattro birdie e due bogey.

Alle sue spalle si confeziona la rimonta di Collin Morikawa: l’americano chiude la seconda giornata alla piazza d’onore con -9 complessivo e -6 odierno, cedendo un colpo soltanto alla 15. -8 invece per il suo connazionale Jordan Spieth, che col suo -3 di oggi cede di una posizione e finisce braccato da un terzetto di gran valore: Dustin Johnson (15 posti recuperati via -5), Scottie Scheffler e il sudafricano Dylan Frittelli. Per loro lo score è di -7.

Buona parte del meglio di oggi, però, è nel gruppo dei settimi: l’argentino Emiliano Grillo rimonta 41 posizioni grazie al -6 che lo spedisce dalla zona pericolo direttamente sulle grandi vette. Sale anche il terzo sudafricano, Daniel Van Tonder (-4 oggi), insieme al connazionale Justin Harding, all’inglese Andy Sullivan e al tedesco Marcel Siem, del tutto redivivo (ultima vittoria 7 anni fa).

Altra scalata di rilievo quella di Jon Rahm: lo spagnolo, numero 2 del mondo, con il -6 odierno si va a prendere il -5 totale dopo una brutta giornata e la relativa 12a posizione insieme all’animale da Major rispondente al nome di Brooks Koepka. Poco più dietro, 17° a -4, il vincitore di un anno fa, Shane Lowry. Da segnalare anche la buca in uno dell’inglese Jonathan Thomson, alla 16, e l’unico passaggio del taglio tra gli amateur, quello del tedesco Matthias Schmid, molto bravo a trovare il -5 che lo porta al 41° posto con scalata di 86.

Non fortunati gli italiani: sia Guido Migliozzi che Francesco Molinari, per dei bogey di troppo (alla 15 e 17 dopo l’eagle alla 14 per il vicentino, tre consecutivi tra la 8 e la 10 per il torinese), finiscono fuori dal taglio per un solo colpo dopo le buone prestazioni di ieri. Per entrambi 78° posto a +2, con score odierni di +3 e +4 rispettivamente. Tagliati anche l’inglese Tyrrell Hatton, il tedesco Martin Kaymer, l’americano Patrick Reed e l’australiano Lucas Herbert tra gli altri. L’altro USA Will Zalatoris ha abbandonato per problemi alla schiena.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

F1, la ‘pole fantasma’ di Lewis Hamilton. Non conterà per le statistiche: il regolamento della Sprint Race

F1, Fernando Alonso: “Avevamo il potenziale per la Q3”