Basket femminile, Olimpiadi Tokyo: Sue Bird piazza il record di assist, colpo Giappone sulla Francia. Meesseman abbatte l’Australia

Tutto, della prima giornata alle Olimpiadi di Tokyo per quanto riguarda il basket femminile, è fatto per stupire. Sono tantissime le note che arrivano dagli incontri d’apertura della rassegna a cinque cerchi: la prima è che potrebbe non essere un torneo scontato, la seconda è che ci sono personaggi che hanno già deciso di fare la storia, quella vera.

Se ieri una grandissima Corea del Sud è riuscita a limitare enormemente i danni con la Spagna (69-73, rimanendo attaccata per tutta la partita e venendo tradita solo dalla panchina di qualità molto minore rispetto al quintetto), la Serbia ha saputo domare il Canada per 72-68 con la grandezza del talento di Sonja Vasic e la capacità della squadra di sapersi affidare alle sue migliori nei momenti più complicati.

La giornata odierna è stata, se possibile, ancor più piena di situazioni singolari. Come il Giappone che batte la Francia per 74-70. In realtà è una sorpresa fino a un certo punto: il movimento nipponico si sta sviluppando piuttosto bene da anni, erano arrivati i quarti a Rio nel 2016 con annessi primi due quarti bellissimi della partita con Team USA. Al di là del punteggio, sono tre le cose che si notano di più: la distribuzione dei minuti (solo Takada 36′, le altre mai sopra i 24′), la capacità di ricorrere a tutte le giocatrici in termini realizzativi, l’11/27 da tre. Anche così si sconfigge una potenza europea trainata dal duo Gruda-Miyem.

Di Stati Uniti parlando, c’è una persona che, pur senza segnare alcun punto, fa la sua storia: si tratta di Sue Bird. 13 assist, a 40 anni (41 a novembre), sono qualcosa di proprietà delle sole grandissime. Da 25 anni non c’era un dato tanto alto in questo senso, ed è una delle chiavi della vittoria americana sulla Nigeria (che ha mostrato delle ottime cose) per 81-72, con annesse doppie doppie di A’ja Wilson e Brittney Griner.

La misura della differenza tra l’Australia con e (in questo caso) senza Liz Cambage sta per buona misura in quanto accade contro il Belgio: 70-85, rotazioni ridotte a nove e impossibilità totale di fermare un fenomeno di nome Emma Meesseman, 32 punti, 9 rimbalzi, 5 assist, 4 palle recuperate, 1 stoppata in 34’32”. Cosa chiederle di più? Niente. L’altra buona notizia, per il Belgio, è che ci possono essere protagoniste diverse oltre a Meesseman e Allemand: quest’oggi, per esempio, 17 di Delaere in una giornata senza Wauters e Carpreaux.

Con Jazmon Gwathmey, che in Italia conosciamo bene per aver vestito le maglie di San Martino di Lupari e Geas Sesto San Giovanni, ferma a 3/12 dal campo, Porto Rico crolla. E perde 55-97 contro una Cina incontenibile, spinta moltissimo dalle lunghe Yueri Li e Xu Han, 32 punti e 26 rimbalzi in due. Resta da capire quali saranno le reali aspirazioni delle cinesi, attese ora da Australia prima e Belgio poi.

RISULTATI PRIMA GIORNATA

Ieri:
GIRONE A
Corea del Sud-Spagna 69-73, Serbia-Canada 72-68

Oggi:
GIRONE B
Giappone-Francia 74-70, Nigeria-Stati Uniti 72-81

GIRONE C
Australia-Belgio 70-85, Porto Rico-Cina 55-97

CLASSIFICHE

GIRONE A – Spagna e Serbia 2, Corea del Sud e Canada 0
GIRONE B – Giappone e Stati Uniti 2, Nigeria e Francia 0
GIRONE C – Belgio e Cina 2, Australia e Porto Rico 0

Foto:LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

LIVE Olimpiadi Tokyo in DIRETTA: Bordignon argento a sorpresa! Bronzi per Centracchio e le spadiste

Tennis, Olimpiadi Tokyo: Naomi Osaka dopo l’eliminazione: “Troppe pressioni su dime”