Volley, Massimo Colaci: “Favorite per le Olimpiadi? Brasile e Polonia. Italia non così distante”

Nuovo appuntamento con Volley2U, il programma a cura di Sport2u, in collaborazione con OA Sport, dedicato al mondo della pallavolo. Ospite in trasmissione, il libero della Nazionale azzurra, Massimo Colaci.

“Sono fiducioso e ottimista e non vedo l’ora di iniziare le Olimpiadi – ha esordito il pallavolista ai nostri microfoni, in vista dell’evento nipponico tanto atteso – abbiamo voglia di giocare con i grandi avversari, stiamo lavorando bene. Non so dire se sia meglio essere divisi in chi si prepara alle Olimpiadi e in chi gioca la VNL, tanto in qualsiasi modo andranno i Giochi ci sarà qualcosa da dire: tutto ruota intorno ai risultati”.

“Abbiamo fatto diverse amichevoli e raccolto i nostri dati, ma le partite vere e proprie sono un’altra cosa – continua Colaci – era da molto tempo che il gruppo non si vedeva, a volte rimettere insieme i pezzi e i meccanismi può essere complicato ma c’è una grande voglia di ritrovarsi: e ritrovarsi vuol dire indossare nuovamente la maglia azzurra, e non c’è niente di più bello che indossare la maglia della propria Nazionale. C’è voglia di stare insieme, Il gruppo è sempre andato d’accordo. Probabilmente ci è mancato qualcosa a livello di risultati, ma siamo sempre stati uniti”.

E alla domanda su quali sono gli avversari più forti, il libero tricolore risponde così: “Il Brasile è una costante. Dà spazio ai giovani. Per andare avanti devi sempre passare da loro, che anche quando giocano male arrivano sempre a podio. Anche la Polonia è una squadra fortissima, come Francia, Russia e Stati Uniti. Ma noi ci siamo, non siamo così distanti. L’Olimpiade – conclude – è un torneo corto, molto compatto e fitto, un pizzico di fortuna e anche solo un piccolo dettaglio possono fare la differenza”.

Questo e molto altro nella video intervista integrale che vi proponiamo di seguito.

LA VIDEO INTERVISTA A MASSIMO COLACI

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Ciclismo, Alexandre Vinokourov licenziato dalla Astana – Premier Tech

MotoGP, ufficializzato lo sbarco della VR46 nella classe regina al fianco di Ducati