Tour de France 2021, pagelle quarta tappa: Cannonball is back! Philipsen e Bol sbagliano i tempi

Quella di oggi è stata sicuramente la giornata della rinascita definitiva di Mark Cavendish. Dopo ben cinque anni di digiuno infatti, l’ex campione del mondo è finalmente riuscito a ritrovare la vittoria al Tour de France, la stessa corsa su cui ha fondato la propria carriera. Quello odierno è stato il suo 31esimo successo alla Grande Boucle, a soli tre sigilli dal record di Eddy Merckx. Una giornata da incorniciare per lui, e quasi da dimenticare per il povero Brent Van Moer ripreso a soli 200 metri dalla linea del traguardo. In crescita Nacer Bouhanni, irreperibile Arnaud Démare. 

PAGELLE QUARTA TAPPA TOUR DE FRANCE 2021

Mark Cavendish, 10: un trionfo arrivato dopo un lungo periodo che possiamo definire ‘nero’, dov’era quasi quasi arrivato al punto di smettere. Oggi ha rinnovato quello che aveva lasciato sul campo a Villars-les-Dombes Parc des Oiseaux nel 2016, rendendosi protagonista di una vittoria che tanto ha ricordato quei tempi, con una volata semplicemente perfetta. Grandiosa anche la sua Deceuninck-Quick Step (8) che si è letteralmente dedicata a lui, anche se nella fase finale lo ha ‘leggermente’ abbandonato, ma Mark è riuscito comunque a farsi valere e a ringraziare la formazione che lo ha rilanciato.

Brent Van Moer, 10: bravo, bravissimo comunque. Ha osato, e ai veri tifosi del ciclismo questi gesti eroici da finisseur piacciono davvero tanto. Più di così non si poteva fare, e siamo certi che ci riproverà in tante altre occasioni.

Jasper Philipsen, Cees Bol, 6: entrambi hanno un po’ sbagliato i tempi sottovalutando il finale in leggera salita. Difatti sono partiti troppo presto sprecando così tutte le energie rimaste. Non sono riusciti a finalizzare al meglio il grande lavoro svolto da parte delle rispettive formazioni, ossia l’Alpecin-Fenix e il Team DSM.

Nacer Bouhanni, 8: il padrone di casa sembra esser sempre più vicino alla vittoria di tappa. Tra il terzo posto di ieri e la seconda piazza di oggi, il francese spaventa sempre di più, e al contempo esalta i suoi connazionali che sono ancora in attesa di un suo trionfo alla Grande Boucle. Inoltre sembra essersi un po’ ‘tranquillizzato’, non osa più di tanto dopo tante troppe occasioni in cui si è reso protagonista di una serie di volate a dir poco scorrette.

Arnaud Demare e Groupama-FDJ, 5: totalmente assenti nel finale odierno. Il transalpino era atteso ad una prova di forza, soprattutto dopo la caduta di ieri. La Groupama sembrava intenzionata a farsi valere, per poi mancare del tutto nella fase decisiva. Il loro Tour non è iniziato nel migliore dei modi.

Sonny Colbrelli, 6: un piazzamento non esaltante per il campione nazionale. Oggi non ha avuto la forza per sprintare al meglio, ma ha ancora davanti a sé tante ghiotte occasioni, soprattutto per ambire alla tanto bramata maglia verde.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Larissa Iapichino salta le Olimpiadi: “Mi sfugge di mano il sogno, spero sia soltanto rimandato”

Softball, Europei 2021: si chiude la fase a gironi, Italia, Olanda, Spagna e Israele a punteggio pieno