Nuoto, Settecolli 2021: i favoriti gara per gara. Detti, Quaderella e Federica Pellegrini si testano, sfide stellari nella rana

La 58ma edizione del Trofeo Settecolli di nuoto si appresta domani a cominciare. Sarà una tre-giorni di gare molto interessante e purtroppo stride assai l’assenza di Gregorio Paltrinieri: la notizia della mononucleosi è stato un brutto colpo per tutti e la sua grande sfida olimpica sembra davvero complicata. Proveranno gli altri alfieri della Nazionale a dimostrare di essere all’altezza in quella che è una prova generale a tutti gli effetti prima dei Giochi di Tokyo.

STILE LIBERO –  Sul versante maschile Alessandro Miressi nella velocità e Gabriele Detti nel mezzofondo sono i più attesi. Il velocista piemontese punta a far proprio i 100 metri, mentre il livornese ha nel mirino i 400 e gli 800. Tra le donne Federica Pellegrini non dovrebbe avere avversarie nelle sue amate quattro vasche, visto che Sarah Sjoestroem si cimenterà essenzialmente nei 50 e nei 100. Per la svedese saranno appassionanti i confronti con le olandesi Ranomi Kromowidjojo e Femke Heemskerk e la danese Pernille Blume. Un bel test per la veneta, come lo sarà per Simona Quadarella che vuol far proprie le gare nei 400, 800 e 1500 sl per dimostrare che il tris d’orato agli Europei di Budapest non è certo casuale.

DORSO – Parlare di questo stile porta a Thomas Ceccon e Simone Sabbioni e a un confronto serrato con il romagnolo che vorrà anche meritarsi Tokyo, mentre il veneto vorrà sondare la sua condizione nelle due vasche. Nei 200 sarà la volta di Matteo Restivo a caccia di un crono che possa convincere Cesare Butini a scommettere su di lui. Sul versante femminile c’è Margherita Panziera che vorrà rispondere a chi in Australia e negli Stati Uniti ha mostrato crono di un certo rilievo nei 200, mentre i 100 saranno sempre in funzione della sua gara principale.

FARFALLA – In questa specialità la pattuglia straniera guidata da Sjoestroem e da Kristof Milak fa paura. Spetterà a Elena Di Liddo, Federico Burdisso, Ilaria Bianchi, Piero Codia e Matteo Rivolta contendere lo scettro. Attenzione poi anche a Chad Le Clos perché il sudafricano in tutte le distanze del delfino rischia di essere un riferimento di primo livello, senza dimenticare chi nei 50 vola letteralmente: l’ucraino Andriy Govorov.

RANA – Qui il menù è decisamente interessante. Tra le donne, nei 50 e nei 100 Benedetta Pilato sfida le sue amiche/rivali Martina Carraro e Arianna Castiglioni. Attenzione però alla svizzera Lisa Mamie. Discorso diverso nei 200 nei quali Francesca Fangio va alla caccia di un crono di primo livello per i Giochi sfidando Mamie e la belga Fanny Lecluyse. Sul versante maschile Fabio Scozzoli coltiva il sogno a Cinque Cerchi, ma i rivali sono Nicolò Martinenghi e Arno Kamminga che renderanno bianca l’acqua. L’olandese si allungherà anche nei 200, dove incontrerà un Luca Pizzini che si giocherà le carte per far parte della squadra a Cinque Cerchi.

MISTI –  Tra le donne Ilaria Cusinato e Sara Franceschi lanceranno il guanto di sfida alla lady di ferro, Katinka Hosszu, mentre tra gli uomini l’osservato speciale sarà Alberto Razzetti pronto ad affrontare l’altro magiaro Dávid Verrasztó

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Tiro a segno, Coppa del Mondo Osijek 2021: l’iraniano Javad Foroughi vince nella pistola 10m uomini

Tour de France 2021, Tadej Pogacar e Primoz Roglic: “Prima settimana nervosa, le cronometro sono importanti”