MotoGP, promossi e bocciati GP Catalogna: Oliveira stupisce, Miller e Zarco sognano, Rossi e Marquez da incubo

Il settimo appuntamento del Mondiale MotoGP 2021 si è chiuso tra tante polemiche e diversi colpi di scena. Il GP di Catalogna 2021 ha visto il successo di un ritrovato Miguel Oliveira davanti alle Ducati di Johann Zarco e Jack Miller, mentre tra chi chiude mestamente questo weekend non possiamo non citare Valentino Rossi e Marc Marquez, a terra sia a livello di morale, sia letterale.

I PROMOSSI

MIGUEL OLIVEIRA: le due vittorie dell’anno scorso non erano un casa. Il podio del Mugello nemmeno. La KTM, con il nuovo telaio, inizia a far rivedere la moto che brillava un anno fa e ora il portoghese ha in mano un mezzo nuovamente competitivo. Ieri al Montmelò vince di forza e con pieno merito. Il Mondiale MotoGP ritrova un grande protagonista.

JOHANN ZARCO: zitto zitto il francese è già a 101 punti in classifica generale, a -17 da Fabio Quartararo. Alzi la mano chi l’avrebbe detto ad inizio stagione. Anche ieri nella gara catalana corre con sapienza e esce alla distanza grazie alle gomme hard. Ormai non può più nascondersi, per il titolo c’è anche lui…

JACK MILLER: l’australiano non molla e prosegue in questo suo positivo avvio di stagione. Centra il podio più per demerito di Fabio Quartararo, ma ormai c’è in ogni appuntamento. Non è più il pilota irruento di qualche tempo fa, sa di avere una Ducati GP21 pronta a vincere in ogni occasione e sta ampiamente confermando come voglia lottare per il successo finale.

I BOCCIATI

MARC MARQUEZ: ancora una caduta, l’ennesima, e anche in questa occasione quando iniziava a cullare sogni di gloria. Le Mans, Mugello, Montmelò, un trittico davvero pesante per lo spagnolo che, oltre il consueto problema al braccio, evidenzia un pessimo feeling con la sua Honda. Durante il suo lungo stop la moto nipponica è cambiata molto, ma lui non la sta minimamente interpretando nella giusta maniera.

VALENTINO ROSSI: ancora una volta gara da morale sotto i tacchi per il “Dottore” che confidava di invertire la china negativa di questa sua annata. Dopo l’undicesimo posto in qualifica voleva una gara da top10 tranquilla.  Dopo una partenza tutto sommato positiva, il nove volte campione del mondo ha perso rapidamente terreno, sprofondando attorno alla quindicesima posizione. Alla lunga la sua M1 è divenuta complicata da domare, e ha chiuso anzitempo la sua gara finendo malamente nella ghiaia di curva 10. Un errore quasi inspiegabile, che non fa altro che acuire una crisi che appare senza fine.

FRANCO MORBIDELLI: anche dall’altra parte del box Yamaha Petronas c’è poco da sorridere. Dopo un avvio di weekend incoraggiante, Franky chiude mestamente la sua domenica con un nono posto tutt’altro che scintillante. La sensazione è che i rapporti all’interno del team siano andati e la sfiducia sia ormai totale.

FRANCESCO BAGNAIA: sbaglia l’azzardo della gomma media e rovina la sua gara. Chiude settimo, in maniera anonima, ma quello che preoccupa è che sembra che l’onda lunga iniziale sia svanita al Mugello. Servirà un cambio di passo nelle prossime gare per “Pecco”, possibilmente già prima della sosta estiva.

Foto Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, promossi e bocciati GP Azerbaijan. Sergio Perez bravo e fortunato, Verstappen-Hamilton 0-0 e Leclerc sufficiente

Pentathlon, Mondiali 2021: i pass olimpici ancora disponibili. Ultima chance per gli uomini dell’Italia