Golden Gala 2021, chi parteciperà? Barshim, Cheptegei, Hassan, Asher-Smith: tutte le stelle a Firenze

Il Golden Gala, terza tappa della Diamond League, andrà in scena giovedì 10 giugno all’Asics Firenze Marathon Stadium di Firenze. Il massimo circuito internazionale itinerante sbarca in Italia, in una nuova località rispetto alla consueta dello Stadio Olimpico di Roma, pronto a ospitare il giorno successivo Italia-Turchia, match inaugurale degli Europei di calcio. Il parterre si preannuncia davvero stellare, con una sfilza di nomi davvero da urlo.

L’ugandese Joshua Cheptegei, primatista mondiale sui 5000 metri, regalerà una gara stellare contro gli etiopi Selemon Barega e Hagos Gebrhiwet, quinto e sesto di tutti i tempi. Rispondono presenti anche l’altro etiope Muktar Edris (Campione del Mondo in carica) e il norvegese Jakob Ingebrigtsen), senza dimenticarsi dei nostri Yeman Crippa e Iliass Aouani.

Il memorial intitolato a Pietro Mennea sarà impreziosito dai 100 metri maschili dove il sudafricano Akani Simbine incrocerà l’ivoriano Arthur Cissé e il britannico Chijindu Ujah, incertezza invece sulla presenza del nostro Marcell Jacobs, frenato da un guaio muscolare. Sui 200 metri spalla a spalla pirotecnico tra la britannica Dina Asher-Smith (oro iridato a Doha), l’ivoriana Marie-Josée Ta Lou e l’olandese Dafne Schippers, mentre l’Italia punta su Dalia Kaddari e Gloria Hooper.

Gianmarco Tamberi è riuscito a recuperare dall’infortunio che gli ha impedito di gareggiare in Coppa Europa e sarà protagonista nella gara di salto in alto caratterizzata dalla presenza delle grandi stelle del momento: il qatariota Mutaz Barshim (Campione del Mondo), il bielorusso Maksim Nedasekau (Campione d’Europa indoor), il tedesco Mateusz Przybylko (Campione d’Europa outdoor). Larissa Iapichino proverà a illuminare il salto in lungo sfidando la tedesca Malaika Mihambo, l’ucraina Bekh-Romanchuk (sono oro e argento degli ultimi Mondiali), la serba Ivana Spanovic, la colombiana Caterine Ibarguen (oro olimpico nel triplo). Roberta Bruni, fresca primatista di salto con l’asta, deve fronteggiare oro olimpico e mondiale: la greca Katerina Stefanidi e la russa Anzhelika Sidorova.

Sui 400 metri maschili spicca il colombiano Anthony Zambrano (argento agli ultimi mondiali), chiamato a fronteggiare il botswano Isaac Makwala, il britannico Matthew Hudson-Smith e i tre azzurri Davide Re, Edoardo Scotti e Vladimir Aceti. Ci sarà da divertirsi anche nei 1500 metri femminile con la keniana Faith Kipyegon (Campionessa Olimpica) e l’olandese Sifan Hassan (iridata in carica, fresca di record del mondo sui 10000 metri), fronteggiate dalla britannica Laura Muir e dalla nostra Gaia Sabbatini. I 3000 siepi sono apparecchiati per Conseslus Kipruto (Campione del Mondo e Olimpico), a cui prenderanno le misure il marocchino Soufiane El Bakkali e l’etiope Getnet Wale, mentre l’Italia si affida a Osama Zoghlami e Ahmed Abdelwahed. Da non perdere i 110 ostacoli dove il giamaicano Omar McLeod (Campione Olimpico) sarà opposto ai francesi Pascal Martinot-Lagarde e Wilhem Belocian, senza dimenticarsi del britannico Andrew Pozzi e degli azzurri Paolo Dal Molin e Lorenzo Perini.

Tra le barriere femminili spiccano Luminosa Bogliolo ed Elisa Di Lazzaro, ma a fare notizia è la portoricana Jasmine Camacho-Quinn, capace di un roboante 12.32 in stagione. Ayomide Folorunso e Linda Olivieri impreziosiranno i 400 ostacoli della fuoriclasse olandese Femke Bol, della danese Sara Slott Petersen e dell’ucraina Anna Ryzhykova. Il neozelandese Tom Walsh ha le migliori credenziali in un super gruppo di pesisti, tra cui il polacco Michal Haratyk, il ceco Tomas Stanek e il serbo Armin Sinancevic, rivali contro i quali vogliono ben figurare Leonardo Fabbri e Zane Weir. Nel disco, con l’azzurra Daisy Osakue, la due volte campionessa olimpica Sandra Perkovic (Croazia) cerca la quarta vittoria al Golden Gala.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro di Svizzera 2021, Julian Alaphilippe: “La forma c’è, sono fiducioso per le prossime tappe”

Tennis, Lorenzo Musetti maestro dei tiebreak! Una striscia di vittorie incredibile