Giro d’Italia U23 2021, Yannis Voisard trionfa sul Nevegal. Secondo Ayuso che ipoteca il successo finale

L’elvetico Yannis Voisard (Swiss Racing Academy) vince la nona e penultima tappa del Giro d’Italia U23 2021, la Cavalese-Nevegal di 167 chilometri. Il giovane svizzero ha preceduto la maglia rosa Juan Ayuso (Colpack Ballan), il quale ha ormai ipotecato il successo finale poiché la frazione di domani è una passerella. Sul gradino più basso del podio si piazza il secondo della graduatoria generale, vale a dire il norvegese Tobias Halland Johannessen (Uno-X DARE).

La frazione è esplosa veramente durante la prima scalata del Nevegal. In vetta alla cima in questione, infatti, è passato un drappello di appena undici corridori comprendente, oltre ai già citati Voisard, Tobias Halland Johannessen e Ayuso, anche Thomas Gloag, Ben Healy (Trinity), Anders Halland Johannessen (Uno-X DARE), Asbjorn Hellemose (V.C. Mendrisio), Omar El Gouzi (Iseo – Rime – Carnovali), Gianmarco Garofoli, Henri Vandenabeele (Team DSM) e Alessandro Verre (Team Colpack).

Ad ogni modo, sulla successiva discesa sono rientrati altri corridori sulla testa della gara. Durante il secondo e ultimo passaggio sul Nevegal, ci sono stati i tentativi prima di Hellemose e, poi, di Anders Halland Johannessen. I due hanno proseguito insieme per un tratto, ma, successivamente, il secondo si è levato di ruota il primo. Il gruppo, tuttavia, non ha mai lasciato loro troppo spazio e li ha tenuti a pochi metri.

Poco prima dello striscione dell’ultimo chilometro, Voisard ha portato il suo attacco. L’elvetico ha ripreso e staccato Johannessen e si è ritrovato solo in testa alla gara nelle ultime centinaia di metri. Ayuso è partito troppo tardi per riuscire a rimontarlo e, così, Voisard si è avviato verso il successo dell’ultima frazione di montagna di quest’edizione del Giro U23.

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket: Eurolega, Jordi Bertomeu fuori dal Board per iniziativa degli 11 club a licenza decennale, ma resta come CEO

Superbike, risultati FP2 GP Misano 2021: Rinaldi svetta davanti alle Kawasaki, inseguono Razgatlioglu e Redding