Basket, finale Serie A 2021: Bologna punta sulla difesa, Milano deve cambiare marcia

Appuntamento questa sera, con palla a due alle 20.45, per gara 2 delle finali della Serie A di basket e si riparte dalla bella vittoria della Virtus Bologna in casa dell’Olimpia Milano. Appuntamento ancora al Forum di Assago in un match che i ragazzi di Ettore Messina non possono sbagliare.

Sbagliare come gara 1, dove la Virtus Bologna ha dominato per tre quarti del match, con Milano che ha tentato un’incredibile rimonta nell’ultimo periodo, ma poi ha finito la benzina proprio nel momento di effettuare il sorpasso. Un successo meritato per Teodosic e compagni e una vittoria che è nata in difesa, con l’Olimpia che ha chiuso con un 33,3% dal campo, percentuale mai vista in tutta la stagione. Male da tre punti (8/32), malissimo da dentro l’arco (12/28) per Rodriguez e compagni che non sono mai riusciti a entrare veramente in partita.

E se in attacco Milano ha sofferto, in difesa ha subito pesantemente le giocate di Milos Teodosic, che ha chiuso il match con 7 assist, record in casa Virtus in una finale scudetto, con la Virtus Bologna che ha chiuso con il 61,8% da due punti e 9/26 da oltre l’arco. Sugli scudi anche Kyle Weems, miglior marcatore dei suoi dietro a Teodosic con 15 punti, mentre i tre rimbalzi offensivi di Hunter sono stati fondamentali.

Tornando a Milano, si salvano un buonissimo Gigi Datome (15 punti), Zach LeDay e in parte Sergio Rodriguez, anche se il suo 4/12 da oltre l’arco non è ai livelli del campione spagnolo. Male, invece, le prestazioni di Malcolm Delaney (1 solo punto per lui) e Shavon Shields (0/6 da tre punti), mentre ha viaggiato tra alti e bassi Kevin Punter. E se i singoli hanno steccato, anche il gioco di squadra non ha funzionato per Ettore Messina, che dovrà cambiare tanto per raddrizzare una serie finale iniziata nel peggiore dei modi.

Credits: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vela, Vasco Vascotto campione d’Italia di match race! Trionfa uno dei pilastri di Luna Rossa

Ciclismo, Tom Dumoulin: “Negli ultimi tre anni avevo perso il piacere di correre. Forse tornerò a fare classifica nei Grandi Giri”