MotoGP, pagelle GP Francia: Bagnaia un leone, Miller mago della pioggia, in ripresa Valentino Rossi

Come potevamo attenderci, il Gran Premio di Francia, quinto appuntamento del Mondiale MotoGP 2021, si è dimostrato un concentrato di emozioni. La pioggia stravolge ogni scenario e regala cadute e sorprese. Vince Jack Miller, precedendo uno scatenato Johann Zarco, mentre Fabio Quartararo si tiene con i denti il podio, precedendo Francesco Bagnaia. Giornata da dimenticare per Marc Marquez, Joan Mir ed Alex Rins, che finiscono la gara nella ghiaia di Le Mans. Andiamo, quindi, a consegnare le pagelle della gara odierna. 

LE PAGELLE DEL GP DI FRANCIA 2021 – MOTOGP

JACK MILLER (Ducati) 10: una vittoria per nulla scontata, anche se l’australiano è sempre più il “Mago della pioggia”. Dopo un avvio tranquillo, il ducatista cambia passo con il sopraggiungere della pioggia e vince di forza nonostante due long lap penalty. Per sua fortuna l’uscita di pista prima del cambio moto non gli rovina la gara, torna in azione, riprende Quartararo e lo stacca inesorabilmente. Nel finale, quando Zarco torna a minacciarlo, aumenta il passo e chiude alla grande la gara. Ora è di nuovo in corsa per il titolo. Doppietta dopo Jerez e solo -16 punti dalla vetta della classifica…

JOHANN ZARCO (Ducati Pramac) 8.5: una gara dai due volti. Dopo un avvio non semplice, il padrone di casa vede l’arrivo della pioggia e cambia marcia. Dopo il cambio moto vola, letteralmente, e recupera secondi su secondi a tutti gli avversari. Arriva a riprendere Quartararo senza sforzo e se ne libera subito, quindi punta il mirino verso Miller che, a differenza dello yamahista, risponde e non gli dà chance di ricongiungimento. Si accontenta della piazza d’onore e porta a casa 20 pesantissimi punti per la classifica.

FABIO QUARTARARO (Yamaha) 7.5: se, prima dell’inizio del weekend di Le Mans, gli avessero detto che, dopo l’operazione al braccio, sarebbe giunto sul podio di una gara funestata dalla pioggia, avrebbe apposto mille firme. E così è stato. Il francese gestisce nel migliore dei modi fisico e situazioni del GP di oggi, portando a casa un terzo posto davvero d’oro. La vetta della graduatoria generale è di nuovo sua, ed ora la sfida alle Ducati può ripartire.

FRANCESCO BAGNAIA (Ducati) 7.5: una gara eccellente, ma rovinata nei giorni scorsi. Partire così indietro in griglia è stato un vero peccato, assieme ai due long lap penalty, (comminati per lo stesso motivo del compagno di scuderia) che, probabilmente, gli negano il podio. Una rimonta rabbiosa per il torinese che lo ha portato fino a 1.7 secondi di distacco dal terzo posto del suo rivale principale per il titolo. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno. Un anno fa “Pecco” sotto la pioggia faceva enorme fatica, oggi invece volava. Bene così. Una gara da leone!

VALENTINO ROSSI (Yamaha Petronas) 6: non va oltre l’undicesima posizione, ma il suo fine settimana fa intravedere al “Dottore” qualche spiraglio di luce. Il suo voto ha mezzo punto in più solamente per un motivo. Dopo un ottimo avvio si trovava in settima posizione poi, lo scontro tra Pol Espargarò e Franco Morbidelli gli fa perdere in un colpo solo sei posizioni e la sua gara si rovina in maniera evidente. Dal cambio moto, sotto la pioggia, non ha un brutto ritmo, ma la scelta del team di montare doppia gomma soft si rivela errata.

MARC MARQUEZ (Honda) 5: un errore davvero incredibile! Marc Marquez stava gestendo nel migliore dei modi la gara e, dopo l’arrivo della pioggia, sembrava procedere come un “topo nel formaggio”. Si mette in vetta e inizia a spingere, ma finisce nella ghiaia sprecando tutto. Peccato, oggi poteva davvero essere la sua grande occasione per tornare sul podio, quantomeno. Si rialza e si rimette in gara in qualche modo e ricomincia a far segnare tempi eccellenti. Rischia troppo e chiude la sua gara cadendo per la seconda volta in curva 6.

MAVERICK VINALES (Yamaha) 5.5: conclude decimo a 40 secondi dalla vetta, 26 dal suo compagno di scuderia Fabio Quartararo. Ancora una prova grigia per lo spagnolo, che sparisce dai radar subito e, con l’arrivo della pioggia, alza ampiamente bandiera bianca. I sogni di titolo sono già in archivio anche nel 2021?

FRANCO MORBIDELLI (Yamaha Petronas) 4.5: non chiude nemmeno il primo giro, dopo una partenza non eccezionale sbaglia tutto e per non tamponare Pol Espargarò finisce nella ghiaia dolorante. Davvero peccato enorme per Franky che riesce a tornare in azione, ma con 4 giri di distacco e termina 16°.

JOAN MIR (Suzuki) 4.5: paga dazio all’arrivo della pioggia e non riesce nemmeno ad arrivare ai box per cambiare la moto. Il pilota che nello scorso Mondiale era un campione di regolarità, quest’anno sta sprecando decisamente troppo…

ALEX RINS (Suzuki) 4: discorso simile al suo compagno di scuderia, con l’aggravante che cade dopo aver montato le gomme da pioggia. Ennesima battuta d’arresto in questa stagione per lo spagnolo, che proprio non riesce a concludere una gara. Per completare la frittata finisce nuovamente al tappeto anche a 14 giri dalla fine. Disastroso!

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
1 Comment
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
SKY
SKY
4 mesi fa

SEPOTESSI FARE UNA DOMANDA A VALENTINO ROSSI….MA A QUESTO PUNTO DELLA TUA VITA PROFESSIONALE …HAI MAI PENSATO DI RITIRARTI?

MotoGP, Fabio Quartararo: “Questo terzo posto è come una vittoria”

Atletica, Antonella Palmisano vince in Coppa Europa di marcia! Strepitoso trionfo nella 20 km, forma olimpica