Ginnastica, Serie A: Final Six piena di stelle, brilla l’Italia dei bronzi europei. Scudetti in palio

Parata di stelle per la Final Six della Serie A di ginnastica artistica. Al PalaVesuvio di Napoli si assegnano gli scudetti del massimo campionato italiano a squadre, il weekend del 15-16 maggio rappresenta una ghiotta occasione per ammirare da vicino le stelle dell’Italia, reduci dagli Europei e in preparazione per le Olimpiadi di Tokyo. Mancano poco più di due mesi ai Giochi e la marcia di avvicinamento è entrata nel vivo, l’evento nel capoluogo campano non rappresenta un ultimo test prima della rassegna a cinque cerchi ma ha un certo rilievo e mette in palio una posta elevatissima.

Non ci sarà Vanessa Ferrari (bronzo al corpo libero agli ultimi Europei, assente a causa di un’infiammazione al tendine d’Achille). Presenti Martina Maggio (eccellente a Basilea, con due Finali di Specialità e un pass olimpici sfiorato), Giorgia Villa e Alice D’Amato (finaliste alle parallele durante la rassegna continentale). Vestiranno tutte il body della Brixia Brescia, lanciatissima verso l’ottavo tricolore consecutivo (il 19mo della storia). Ormai le criticità dovute ad alcune positività al Covid, ai problemi post-vaccinali e gli allenamenti discontinui sembrano essere alle spalle. In rosa anche la giovanissima Angela Andreoli, portentosa classe 2006 che aveva saltato l’ultima tappa. Asia D’Amato non ha fatto ancora il proprio debutto stagionale a causa di un problema alla spalla.

La Leonessa non dovrebbe avere grossi problemi a imporsi. Da seguire però il Giglio Montevarchi di Lara Mori (si sta preparando per la decisiva gara di Coppa del Mondo che vale il pass olimpico, si gareggerà a Doha tra un mese), la Ginnastica Civitavecchia, il Centro Sport Bollate di Giada Grisetti e la compatta Juventus Nova Melzo.

Al maschile brilleranno le medaglie di bronzo europee Salvatore Maresca (anelli, difenderà i colori della Ginnastica Salerno) e Nicola Bartolini (corpo libero, con la favorita Pro Patria Bustese per cui milita anche Ludovico Edalli), ma ci saranno anche il finalista continentale alla sbarra Carlo Macchini (con il Corpo Libero Gym Team di Padova), Lorenzo Minh Casali con la Giovanile Ancona, il cavallista Edoardo De Rosa con la Ares e la Virtus Pasqualetti Macerata che difende il tricolore.

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Golf, Jon Rahm sulle Olimpiadi di Tokyo: “Tante limitazioni, posso capire chi non ci sarà”

Tuffi, Europei 2021: Batki e Jodoin Di Maria accedono alla finale dalla piattaforma