Ginnastica artistica, chi vincerà gli Scudetti? Brixia per la 19ma recita femminile, incertezza tra gli uomini

Nel weekend del 15-16 maggio andrà in scena la Final Six della Serie A di ginnastica artistica. Al PalaVesuvio di Napoli si assegnano gli scudetti del massimo campionato italiano a squadre. Le migliori sei formazioni della regular season, andata in scena tra marzo e aprile con tre tappe, si sono qualificate per gli atti conclusivi.

SI torna in pedana a tre settimane di distanza dagli Europei di Basilea, dove l’Italia si distinse conquistando tre medaglie di bronzo (Vanessa Ferrari al corpo libero, Salvatore Maresca agli anelli, Nicola Bartolini al corpo libero) e qualificandosi complessivamente a otto Finali di Specialità.

Si gareggia con un format innovativo, già testato l’anno scorso in autunno. Si adotta la formula degli scontri diretti. Sabato spazio alle semifinali: le sei squadre partecipanti sono state suddivise in due gironi, ogni formazione schiera due ginnasti su ciascun attrezzo, chi ottiene il punteggio più elevato porta a casa 3 punti, il secondo 2 punti, il terzo 1 punto. Le vincitrici dei due gironi e la migliore seconda classificata staccano il biglietto per la finale di domenica, dove si adotta lo stesso format ma con 3 atlete per attrezzo per determinare chi salirà sul gradino più alto del podio.

La Brixia Brescia partirà con tutti i favori del pronostico al femminile. La Leonessa ha vinto gli ultimi sette scudetti consecutivi e punta al 19mo tricolore della sua storia. Il sodalizio del presidente Folco Donati e del DT Enrico Casella è oggettivamente imbattibile, visto che può contare su tutti gli elementi di punta della Nazionale Italiana. Vanessa Ferrari sarà assente, ma Martina Maggio, Giorgia Villa e Alice D’Amato sono in grado di fare la differenza. In rosa anche Angela Andreoli (il fenomeno del 2006 aveva saltato l’ultima gara), Asia D’Amato (che non ha ancora gareggiato nel 2021), Giorgia Leone e Veronica Mandriota. Alle spalle delle bresciane dovrebbe consumarsi una bella lotta per gli altri due gradini del podio tra Civitavecchia, Giglio Montevarchi (con Lara Mori), Centro Sport Bollate e Juventus Nova Melzo.

Situazione ben più equilibrata al maschile. La Pro Patria Bustese sembra potere avere qualcosa in più con Ludovico Edalli e Nicola Bartolini, ma gli avversari sono molto agguerriti: la Virtus Pasqualetti Macerata difende il titolo, la Ginnastica Salerno può contare su Salvatore Maresca, la Ares Cinisello Balsamo ha dalla sua il cavallista Edoardo De Rosa, la Giovanile Ancona ci spera con Lorenzo Casali e gli altri giovani, il Corpo Libero Gym Team Padova può fare affidamento su Carlo Macchini.

Photo LiveMedia/Filippo Tomasi

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dakar 2022, Audi pensa alla coppia meraviglia Sainz Sr-Peterhansel

Basket, Playoff Serie A 2021: al via gara-2 con la novità del back to back