Giro d’Italia 2021, settima tappa Notaresco-Termoli: finale per le ruote veloci che può riservare sorprese

Prosegue la presentazione del Giro d’Italia 2021 da parte di OA Sport. L’edizione numero 104 della Corsa Rosa si prospetta vibrante e piena di emozioni, con nessuna tappa che appare con un risultato scontato. Anche la settima frazione, la Notaresco-Termoli di 181 chilometri, sembra rispettare questo canovaccio: gli ultimi chilometri in leggera salita potrebbero essere adatti a corridori che sanno tenere duro in determinati contesti.

PERCORSO

Per lunghi tratti l’aspetto di questa giornata è parecchio somigliante ad una tappa di trasferimento. Poche difficoltà altimetriche, l’unica registrata sul percorso è l’ascesa che porta a Chieti, un GPM di quarta categoria, per poi affrontare un percorso assai ondulato che porta verso Termoli.

Gli ultimi chilometri però possono sorprendere. A 1600 metri dall’arrivo la strada si inerpica improvvisamente, con uno strappetto che tocca punte del 12%; da lì la strada tende a salire in maniera leggera ma costante, tendendo dunque a favorire chi ha a disposizione una gamba buona nei tratti in salita. Si va dunque incontro ad una volata, che non sarà però per tutte le ruote veloci.

ALTIMETRIA E ULTIMI CHILOMETRI

Foto: Sito ufficiale Giro d’Italia

 

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giuseppe Martinelli: “Nibali resta il faro, Aru si metteva tante cose in testa. Io ct? Nessuno mi ha chiamato”

Wta Madrid, Trevisan e Paolini fuori nelle qualificazioni. Nessuna azzurra nel tabellone principale