Giro di Turchia 2021, è la volta di Jasper Philipsen! Tre azzurri nella top ten

Vittoria al fotofinish per Jasper Philipsen, trionfatore della sesta tappa del Giro di Turchia 2021 con arrivo a Marmaris. Il belga dell’Alpecin-Fenix ha fatto sua questa terzultima frazione in volata per una questione di centimetri davanti al tedesco André Greipel (Israel Start-Up Nation).Terzo il norvegese Kristoffer Halvorsen (Uno-X Pro Cycling Team), quarto il mattatore di questa edizione Mark Cavendish (Deceuninck-Quick Step).

Bene i giovani italiani con il sesto posto di Luca Mozzato (B&B Hotels), seguito di Giovanni Lonardi (Bardiani-CSF-Faizané) e Vincenzo Albanese (Eolo-Kometa). Lo spagnolo José Manuel Díaz (DELKO) resta leader della corsa con 4″ davanti a Jay Vine (Alpecin-Fenix). Domani è in programma la penultima tappa, la Marmaris-Turgutreis di 180 chilometri, una frazione che potrebbe favorire qualche fuga da lontano.

Tornando alla tappa odierna, la giornata è stata caratterizzata dalla fuga di Sebastian Schönberger (B&B Hotels), Samuele Zoccarato (Bardiani-CSF-Faizanè), Tom Paquot (Bingoal Pauwels Sauces WB), Samuele Rivi (Eolo-Kometa) e Ivar Slik (ABLOC CT), iniziata dopo 70 chilometri dalla partenza. Il gruppo, comandato dalla Deceuninck-Quick Step e dalla Delko, è riuscito ad avvicinarsi al quintetto in prossimità dell’ultima asperità del giorno, dove i cinque battistrada hanno cercato invano di resistere alla rimonta del plotone.

L’ultimo a resistere è stato Pacher, ripreso ad un chilometro dalla vetta dal gruppo guidato dall’Astana-Premier Tech. Qui le squadre dei velocisti hanno iniziato ad organizzarsi in un plotone molto allungato, ma dove non c’è stata grande difficoltà per gli sprinter. Nella volata finale, Philipsen, dopo ben tre secondi posti, è riuscito ad imporsi per questioni di centimetri su Greipel, ritrovando la vittoria dopo la conquista dello Scheldeprijs di otto giorni fa.

Foto: Twitter Giro di Turchia 2021

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Vincenzo Nibali crede nel Giro d’Italia: “Conto di tornare in bici in 10 giorni”

Volta a la Comunitat Valenciana 2021, l’Alto de la Reina incorona Enric Mas! Tappa e maglia per il maiorchino