Ginnastica artistica, Europei 2021: regolamento. Gare previste, chi partecipa, come ci si qualifica a Finali e Olimpiadi

Gli Europei 2021 di ginnastica artistica si disputeranno a Basilea (Svizzera) dal 21 al 25 aprile. Conosciamo meglio il regolamento della rassegna continentale, che tra l’altro assegnerà quattro pass (due per sesso) per le Olimpiadi di Tokyo. Quali gare sono previste, quanti atleti possono partecipare, come ci si qualifica alle varie Finali e ai Giochi.

QUALI GARE SONO PREVISTE:

Siamo in anno dispari e dunque gli Europei sono riservati esclusivamente agli individualisti, non sono previste le gare a squadre.

Vengono assegnati dodici titoli: i due nel concorso generale individuale e i dieci delle varie specialità (quattro femminili, sei maschili).

Possono partecipare esclusivamente atleti senior, non sono previste gare per gli junior (under 16 femminili e under 18 maschili).

QUANTI ATLETI POSSONO PARTECIPARE:

Ogni Nazione può schierare massimo 6 uomini e 4 donne. Su ogni attrezzo possono salire 4 uomini e 4 donne.

Questi i requisiti anagrafici per poter partecipare: le ragazze devono essere nate nel 2006 o prima, gli uomini devono essere nati nel 2003 o in precedenza.

CHI SI QUALIFICA ALLE FINALI:

Si disputano delle qualificazioni che definiscono il quadro degli atleti ammessi alle varie Finali:

– I migliori 24 del concorso generale individuale disputeranno la finale all-around.

– I migliori 8 su ogni singolo attrezzo parteciperanno alle varie finali di specialità.

ATTENZIONE. Come sempre vige la regola dei passaporti: massimo due atlete/i provenienti dalla stessa Nazione possono disputare il medesimo atto conclusivo (ad esempio massimo due italiane alla trave, massimo due tedesche alle parallele, etc).

COME CI SI QUALIFICA ALLE OLIMPIADI DI TOKYO:

Il meccanismo di ammissione alla rassegna a cinque cerchi prevede che si assegnino due posti per sesso attraverso le qualificazioni del concorso generale individuale. Si tratta di pass non nominali, dunque li conquisteranno dei ginnasti che li metteranno a disposizione del proprio Paese, senza avere la certezza di essere convocati in prima persona per l’evento sportivo più importante al mondo.

Attenzione, però: non tutti gli atleti sono eleggibili. Non possono infatti conquistare il pass quei ginnasti che facevano parte della Nazionale che conquistò la qualificazione con la squadra ai Mondiali 2018 o ai Mondiali 2019. Precisiamo: un Paese può ottenere massimo un posto per sesso attraverso questi Europei.

Foto LiveMedia/Filippo Tomasi

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vela, Europei Finn: Zsombor Berecz leader dopo 6 regate, ma Giles Scott è in rimonta. Fuori dai 30 Iovenitti

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Ho fatto questo test perché vorrei correre nel 2021. Parlerò con Aprilia dopo il Mugello…”