Ciclismo, Jan Bakelants contro l’UCI: “Con le multe per le borracce rimpinguano le loro casse”

Quello della squalifica di Michael Schaer all’ultimo Giro delle Fiandre continua a rimanere l’argomento del giorno per il ciclismo su strada. Il divieto di lanciare borracce al pubblico, se non nelle green zone, aggiunto di recente nel regolamento UCI, non è andato assolutamente a genio ai corridori.

Oggi l’intervento di uno dei veterani del gruppo, Jan Bakelants:  “È una questione di buon senso. Un presidente che ragiona normalmente avrebbe detto ‘aspettiamo un attimo, quello che abbiamo deciso non va bene'” le dichiarazioni a Sporza del belga della Intermarché-Wanty-Gobert.

Prosegue, non senza polemica: “Con la scusa dell’ecologia, l’UCI rimpingua le sue casse. Secondo me, bisognerebbe reinvestire quei soldi in progetti per piantare degli alberi ad esempio, oppure in progetti con fini sociali. In quei casi pagherei volentieri le multe per lancio di borraccia, non per finanziare i voli in business class del presidente Lappartient”.

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Jan Bakelants

ultimo aggiornamento: 08-04-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Simone Biles: “Forse non mi ritiro, a Parigi 2024 da specialista. Yurchenko doppio carpio? Prima delle Olimpiadi”

Tennis, ATP Marbella 2021: Gianluca Mager si arrende in due set al norvegese Ruud