ATP Monaco 2021: tutti contro Alexander Zverev, Casper Ruud per guastargli la festa a casa sua

La stagione sulla terra continua il suo viaggio per l’Europa. Dopo che Barcellona e Belgrado hanno monopolizzato la scena tennistica di questa settimana, da domani ci si sposta a Monaco di Baviera per il BMW Open 2021, che torna nel circuito dopo un anno di stop a causa della pandemia come preparazione degli Internazionali d’Italia. Una settimana di battaglia che si chiuderà il 2 maggio, con l’ingresso del cinquantunesimo nome nell’albo d’oro del torneo.

Con i numerosi impegni di queste settimane e la vicinanza a Roma, sono fioccati i forfait negli scorsi giorni, tra cui spiccano quelli di Jannik Sinner e Lorenzo Sonego. A rivestire i panni del favorito numero 1 sarà Alexander Zverev, campione delle ultime due edizioni con l’obiettivo di rilanciare le sue quotazioni in vista del prossimo Masters1000: dopo il successo di Acapulco, il tedesco non ha ben figurato tra Miami e Montecarlo, dove ha accumulato soltanto una vittoria contro Sonego.

La seconda testa di serie del tabellone Casper Ruud sta diventando un giocatore sempre più solido, soprattutto sul rosso. La semifinale conseguita nel Principato è la controprova della bontà del risultato conseguito lo scorso anno a Roma e vorrà usare questo torneo per proporsi come dark horse dell’edizione 2021. Gli altri due tennisti che usufruiranno di un bye sono Aslan Karatsev (con la sua posizione ancora in forse a causa del suo cammino a Barcellona) e Filip Krajinovic.

Quest’anno Monaco avrà una fortissima componente tedesca. Molto nutrita la pattuglia dei tennisti di casa, oltre Zverev sono presenti Maximilian Marterer (che potrebbe sfidare l’illustre avversario in caso di successo contro un qualificato/lucky loser), Yannick Hanfmann, Dominik Koepfer, Jan-Lennart Struff e Philipp Kohlschreiber, tre volte vincitore del torneo. Unico azzurro ai nastri di partenza è Stefano Travaglia, che dopo la finale di Melbourne contro Sinner ha collezionato solo eliminazioni al primo turno. Per lui un primo turno non semplice con un Sebastian Korda in ascesa.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ginnastica, Europei 2021: Martina Maggio e l’imprevedibile trave. Serve la danza perfetta, poi il corpo libero

NBA 2021, i risultati della notte. Milwaukee travolge Philadelphia, ko a sorpresa per Utah