Trofeo Binda 2021, Elisa Longo Borghini vince in solitaria! Grande prova di forza della campionessa d’Italia

Elisa Longo Borghini dipinge un affresco meraviglioso sulle strade di Cittiglio e conquista il Trofeo Alfredo Binda 2021. La campionessa d’Italia ha vinto in solitaria, dopo aver staccato tutte le rivali a trenta chilometri dall’arrivo. Al secondo posto si è piazzata una sempre immensa Marianne Vos, la quale ha vinto la volata delle battute davanti a Cecilie Uttrup Ludwig. Quarto posto per Katarzyna Niewiadoma, mentre in quinta posizione troviamo un’altra azzurra, vale a dire Soraya Paladin.

La gara è entrata nel vivo a più di quaranta chilometri dal traguardo. I primi scatti li hanno portati Marta Cavalli (Groupama-FDJ) e la neerlandese Anouska Koster (Jumbo-Visma). Proprio quest’ultima è rimasta in testa da sola per circa cinque chilometri prima di venire riassorbita dal gruppo. Sul penultimo passaggio sull’erta di Orino, in seguito, la Trek-Segafredo di Elisa Longo Borghini ha fatto un’andatura molto forte per favorire la sua capitana.

La prima delle grandi a scattare, però, è stata la polacca Kasia Niewiadoma (Canyon/Sram Racing). Longo Borghini, tuttavia, le è piombata a ruota e, successivamente, è partita al contrattacco. La campionessa d’Italia si è prodotta in un forcing terrificante e nessuna è riuscita a resisterle. Alle sue spalle, si è formato un quintetto composto dalla leggendaria Marianne Vos (Jumbo-Visma), dalla già citata Niewiadoma, dalla danese Cecilie Uttrup Ludwig (FDJ Nouvelle-Aquitaine Futurscope), dalla spagnola Mavi Garcia (Alé BTC Lujbljana) e dalla sempre eccellente Soraya Paladin (Liv).

Longo Borghini è passata al GPM con circa dieci secondi di margine sulle fuggitive, ma tra discesa e pianura ha continuato a guadagnare. Sull’ultimo passaggio sulla salita di Orino, infine, la campionessa d’Italia ha dato il colpo di grazie alle rivali portando il suo vantaggio sopra il minuto. Dalla scollinamento dell’erta simbolo del tracciato di Cittiglio, per Elisa è iniziata una lunga passerella trionfale verso il traguardo di una delle gare più ambite del panorama ciclistico internazionale.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Skicross, Naeslund e Wilmsmann vincono l’ultima gara a Veysonnaz. Coppe del Mondo a Howden e Smith

Matteo Moschetti vince la Per Sempre Alfredo! Successo in volata nel nome del compianto Martini