America’s Cup, quali sono i limiti di vento per disputare le regate? Attenzione alla durata massima…

Luna Rossa e Team New Zealand sono ormai pronte per affrontarsi nel match race che mette in palio la America’s Cup, il trofeo sportivo più antico al mondo. Stanotte (ore 04.00 italiane) i due equipaggi scenderanno in acqua nella baia di Auckland per darsi battaglia nelle prime due gare in programma: si preannuncia una contesa molto avvincente e appassionante, con vento attorno a 10-11 nodi. I Kiwi partono con i favori del pronostico, ma Team Prada Pirelli ha tutte le carte in regola per tenere testa ai Kiwi e provare a conquistare la Vecchia Brocca (servono sette vittorie per portarsi a casa l’ambita Coppa America).

Il vento rappresenta una variabile fondamentale in questa competizione e infatti esistono dei limiti entro i quali deve soffiare la brezza se si vuole fare partire una regata. Il regolamento parla molto chiaro: non si può gareggiare se si registrano meno di 6,5 o più di 21 nodi. Nell’ipotesi più bassa le barche non riuscirebbero a prendere il volo sui loro foil e farebbero seriamente fatica a navigare, nel caso di vento sostenuto sarebbe invece troppo pericoloso per i due equipaggi (originariamente si era previsto addirittura un limite di 23 nodi, abbassato poi di comune accordo tra i due contendenti dopo la scuffia di American Magic).

Luna Rossa, per ammissione di Max Sirena, gradisce un vento sotto i 12 nodi o sopra i 18 nodi. Staremo a vedere quello che succederà durante questa America’s Cup. Il vento ovviamente incide anche sulla durata delle regate: se è sostenuto, gli organizzatori aumentano il numero di lati da percorrere e lo portano a otto (quattro di poppa e altrettanti di bolina, questo si è già visto durante la Prada Cup); in caso di vento medio si opta per i sei tratti, ma con vento leggero si può anche scendere a quattro lati. Da regolamento, però, una regata non può durare più di 45 minuti (di solito siamo attorno ai 25): se si va oltre quel tempo, il risultato non viene omologato (si è già visto durante New Zealand-Ineos della Christmas Race, pochi giorni prima dell’ultimo Natale).

Foto: Luna Rossa Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

America’s Cup, Peter Burling: “Pronti per qualsiasi condizione di vento. Rispettiamo Luna Rossa”

Luna Rossa-New Zealand, America’s Cup: orari 10 marzo, tv, programma, diretta, differite e repliche su Rai e Sky