Atletica, World Indoor Tour 2021, Madrid. Quante sfide nell’ultima tappa del circuito al coperto! Fari puntati su Holloway e Tsegay

Si chiude a Madrid, proprio alla vigilia degli Europei di Torun in programma nel prossimo fine settimana, il World Indoor Tour 2021 che ha regalato spettacolo e risultati di altissimo spessore. Il meeting madrileno si preannuncia ricco di gare molto interessanti e assegnerà gli ultimi punti, decisivi per la conquista dei premi in denaro.

I fari degli appassionati sono puntati sui 60 ostacoli dove Grant Holloway si preannuncia protagonista assoluto dopo il fantastico 7″32 di Lievin a soli 2 centesimi dal record del mondo. Lo statunitense se la vedrà con un altro grande specialista, il britannico di stanza in Italia Andrew Pozzi in quella che si preannuncia come la gara più interessante della serata.

Nei 3000 metri femminili attesa per la sfida tra l’etiope Gudaf Tsegay e la sua compagna di Nazionale ed allenamento Lemlem Hailu che una settimana fa ha fatto segnare il miglior tempo al mondo sulla distanza, 8’31″24. Nel salto in lungo maschile, invece, attesa per il campione del mondo di Birmingham 2018, il cubano Juan Miguel Echevarria che un anno fa saltò 8.41 e quest’anno è arrivato a 8.23 a Lievin.

Battaglia a tre per la vittoria dei 400 piani con al via il ceco campione del mondo Pavel Maslak, lo statunitense Tyrell Richard e lo spagnolo argento europeo Oscar Husillos. Anche nei 1500 piani sarà sfida a tre tra il campione europeo in carica, il polacco Marcin Lewandowski e gli etiopi Solomon Barega e Getnet Wale. Ancora Etiopia negli 800 femminili con Habitam Alemu che con 1’58″19 ha migliorato il suo personale a Torun e se la dovrà vedere con l’irlandese Nadia Power che ha appena migliorato sempre a Torun il record nazionale con 2’00″98.

Nella asta femminile le protagoniste annunciate sono la slovena Tina Sutej e la canadese Anicka Newell, entrambe a 4.70 in questa stagione. Nel triplo donne attesa per la cubana Liadagmis Povea, che a Karlsruhe ha saltato 14.54, la bielorussa Viyaleta Skvartsova, che ha raggiunto i 14.39 a Torun e la spagnola Ana Peleteiro, campionessa europea indoor che ai campionati iberici ha saltato 14.21. In gara anche la vice-campionessa italiana Ottavia Cestonaro. Nei 60 ostacoli donne la rivale di Luminosa Bogliolo, l’olandese Nadine Visser proverà a migliorare il 7″90 e se la dovrà vedere con la bielorussa Elvira Herman e la finlandese  Nooralotta Neziri che ha corso in 7″91 un mese fa. A questa gara prenderà parte anche l’azzurra Elisa Di Lazzaro.

Nei 60 piani uomini il protagonista annunciato è l’ivoriano Arthur Cisse, 6″53 a Berlino, mentre negli 800 maschili attesa per il bosniaco Amel Tuka che ha corso in 1’46″35 a Torun una settimana fa. 

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, UFFICIALE: Pau Gasol torna al Barcellona dopo vent’anni. Colpo della stagione del club catalano

Pallamano: cancellati i Mondiali U19 e U21, fuori dal calendario anche la rassegna iridata di beach handball