Judo, le dichiarazioni degli azzurri in vista del Masters. Basile: “Non sono al 100%”, Giuffrida: “È il momento di raccogliere”

Prosegue il conto alla rovescia in vista del World Masters Doha 2021, primo grande evento della stagione olimpica per quanto riguarda il circuito maggiore del judo mondiale. La Lusail Sports Arena della capitale qatariota si appresta ad ospitare (a porte chiuse) dall’11 al 13 gennaio la bellezza di 400 atleti provenienti da 70 Nazioni, tra cui 10 judoka italiani capaci di guadagnarsi un invito (riservato ai migliori 36 al mondo di ogni categoria) tramite ranking. La manifestazione sarà valevole per la qualificazione olimpica a Tokyo, mettendo in palio un massimo di 1800 punti per tutti i vincitori.

La selezione tricolore, arrivata in Qatar un paio di giorni fa, è composta da Odette Giuffrida, Maria Centracchio, Edwige Gwend, Alice Bellandi, Manuel Lombardo, Fabio Basile, Giovanni Esposito, Antonio Esposito, Christian Parlati e Nicholas Mungai. Peccato per Francesca Giorda, 38ma nel ranking dei -48 kg e quindi seconda delle escluse nella sua categoria per il primo evento del 2021. Di seguito le dichiarazioni rilasciate al sito federale da parte di alcuni azzurri in vista del Masters.

Odette Giuffrida:Abbiamo dato tutti noi stessi per questo Masters abbiamo saltato Natale e Capodanno, ci siamo allenati in qualsiasi modo possibile. Questo Masters lo abbiamo veramente voluto, adesso è arrivato il momento di raccogliere”. Maria Centracchio:Sono molto contenta di affrontare questa gara. Sono pronta a dare tutto e a mettere dei nuovi mattoncini per la costruzione del mio percorso”. Edwige Gwend:Una gara speciale per un periodo altrettanto particolare… La mia speranza è di riuscire a vivere questa gara appieno e che il risultato arrivi altrettanto positivo”. Fabio Basile: “Non sarò al cento per cento a causa di quegli infortuni che, grazie all’impegno straordinario dei nostri dottori, si fa tutto il possibile per recuperare. Ad ogni modo sono sempre un animale”. Antonio Esposito: “Sono pronto a dare tutto, mi sento in forma e non vedo l’ora di combattere!”

Foto: EJU

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, SuperLega: Piacenza batte in rimonta Vibo Valentia. Russell trascinatore

Tennis, ATP Delray Beach 2021: Gianluca Mager domina Sam Querrey ed accede ai quarti